L’emendamento killer

flash_alarmSembrano anche maturi i tempi per un’altra variazione del testo uscito da Montecitorio: i «noleggiatori con conducente (ncc)» non avranno l’obbligo, vecchio di 25 anni, di tornare in garage nel Comune nel quale hanno ottenuto la licenza prima di caricare un altro cliente. Inoltre le loro licenze da comunali potrebbero diventare regionali. Qualche novità anche per i tassisti che potrebbero avere più di una licenza: questo tema nei prossimi giorni sarà al centro di una riunione tra i relatori e il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio

Questo il testo dell’articolo uscito ieri sul Corriere della Sera frutto, molto probabilmente, di una velina arrivata fresca fresca da Palazzo.  Continua a leggere

Pubblicato in Diciamo la nostra | Contrassegnato | 23 commenti

Parigi: taxi senza lavoro

Il nostro collega Jean-Philippe conta, desolato, i taxi fermi al posteggio di Boulevard de Vaugirard, Montparnasse, all’incirca alle 19 di stasera. Questo il suo commento: “Boulevard de Vaugirard station de taxis corps de place normalement 8 voir 10 véhicules maxi Toutes les stations se ressemblent on ne fait plus rien dans Paris“. Dopo la liberalizzazione dei Vtc (la licenza di Vtc (Ncc) in Francia è una pura formalità) di 6 anni fa e l’ingresso del cancro americano da 4 nel mercato, i taxi francesi stanno esalando gli ultimi respiri. Finiremo così anche noi?

Pubblicato in Diciamo la nostra | Contrassegnato , , , | 7 commenti

Uber: la protesta dei tassisti paralizza anche Praga

repubblica.it Centinaia di tassisti hanno bloccato una delle strade principali del centro di Praga per protestare contro Uber. La manifestazione arriva in seguito al fallimento delle trattative tra i rappresentanti dei tassisti e quelli del comune. Gli autisti sostengono che Uber è un servizio illegale in quanto non rispetta le regole a cui invece devono sottostare i taxi tradizionali

Pubblicato in Notizie dal Mondo | Contrassegnato , , | 1 commento

Paradosso, ora sono gli autisti di Uber a protestare contro Uber

uber_strike_new_yorkilfoglio.it Più di 400 guidatori si sono radunati lunedì sera (2 febbraio) e hanno annunciato uno sciopero di 72 ore al coro “Uber ci sta uccidendo”. L’azienda aveva deciso venerdì di tagliare le tariffe del 15 per cento. E’ il mercato, autista. Arriverà uno sempre più uberizzato di Uber e si dovrà fare i conti con esso.

Ora sono gli autisti di Uber a scendere in strada e protestare come tassisti qualsiasi. Più di 400 guidatori si sono radunati lunedì sera davanti alla sede newyorchese dell’azienda e hanno annunciato uno sciopero di 72 ore al coro “Uber ci sta uccidendo, Uber ci sta uccidendo”. Il motivo della disputa con l’azienda di trasporto automobilistico privato attraverso app è la decisione presa venerdì di tagliare le tariffe del 15 per cento. Non basta. Gli autisti chiedono inoltre di tagliare la commissione del 10 per cento da dare alla società, in quanto “troppo alta per il servizio offerto”.  Continua a leggere

Pubblicato in Notizie dal Mondo | Contrassegnato , , , | 3 commenti

Francia, ora manifestano i VTC contro i taxi

vtc-afp_leparisien.fr La mobilitazione di conducenti che lavorano per le piattaforme VTC (autovetture con autista, l’ncc in Italia) non si indebolisce. Proseguendo il trend che ha avuto inizio la scorsa settimana che li ha visti protestare contro le concessioni fatte ai taxi dal governo, oggi circa 70 veicoli hanno inscenato una “operazione lumaca” sulla A1, prima di bloccare l’accesso all’aeroporto di Roissy Charles de Gaulle. Poi i manifestanti si sono diretti a Parigi prima che la polizia intervenisse poco prima di mezzogiorno. Vorrebbero continuare le proteste anche domani, martedì.

I manifestanti sono per lo più “Loti“, vale a dire, i conducenti di trasporto pubblico a richiesta, che però sono obbligati a trasportare da un minimo di due passeggeri a un massimo di nove. La loro licenza è più facile da ottenere dei VTC, ma usano le stesse piattaforme di prenotazione online come Uber o Chauffeur PrivéContinua a leggere

Pubblicato in Notizie dal Mondo | Contrassegnato , , , | 1 commento

I tassisti a caccia degli ‘abusivi’, in quattro finiscono nella rete dei vigili

caccia_abusiviilgiorno.it Appuntamento all’una e mezza di sabato in piazzale Cadorna. Tempo di mettere insieme la squadra. Dodici volontari dell’associazione Taxiservice (quindi tassisti) con pettorina gialla si mettono in marcia per raggiungere viale Alemagna. Alle due si comincia. A caccia di «abusivi» proprio davanti ai locali più frequentati della zona Triennale. Scatta l’operazione«Guerrieri della notte», come l’hanno ribattezzata gli organizzatori prendendo in prestito il titolo di un film cult di fine anni Settanta. Una sorta di ronda pacifica per scoraggiare chi cerca di aggirare le regole del trasporto pubblico non di linea: «Vogliamo solo che la legge venga rispettata da tutti». Tanto che sia i ghisa del reparto Frecce sia gli uomini della Digos sono stati precedentemente avvisati della «passeggiata», come la definisce il coordinatore Paolo Evangelista.  Continua a leggere

Pubblicato in Grande Milano | Contrassegnato , , | 8 commenti

MOBBING

mobbingSebbene la situazione dei tassisti italiani sia per alcuni versi accostabile persino a quella di cui sono oggetto gruppi sociali discriminati in base a pregiudizi razziali o religiosi per la sola colpa di essere nati, come i dalit (intoccabili) nell’India contemporanea, ci dimenticheremo per un attimo del nostro stato di paria sociali e useremo qui la categoria del “mobbing strategicoo collettivo attuato su gruppi di lavoratori e non solo su un singolo (come accade nel caso di mobbing gerarchico, dal basso o orizzontale – ossia quando il mobbing viene attuato dal capo verso il sottoposto, dai sottoposti verso il capo, fra pari grado dal gruppo verso un componente) tipico dei processi di ristrutturazione aziendale e finalizzato all’espulsione di gruppi di dipendenti dall’impresa.

Il termine deriva dall’inglese “to mob” accalcarsi intorno a qualcuno, Continua a leggere

Pubblicato in Diciamo la nostra | Contrassegnato | 12 commenti