TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Senato, nuovi emendamenti dei relatori: NESSUNO a carico del TPL

elefanti in equilibrioNella odierna seduta nr 217,  i relatori Marino e Tomaselli della 10a commissione Industria, Commercio, Turismo hanno presentato i propri emendamenti 3.100, 28.100, 30.100, 36.100, 52.0.100 e 52.0.200 al disegno di legge S.2085

NESSUNO DI QUESTI COINVOLGE IL SETTORE DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE NON DI LINEA !

E quasi certamente non ne verranno presentati ulteriori. Il presidente MUCCHETTI comunica che la seduta pomeridiana di domani, giovedì 10 marzo e la seduta di venerdì 11 marzo, non avranno luogo.

Se ne riparlerà la prossima settimana, quando probabilmente verranno affrontate le discussioni sugli emendamenti accantonati nelle sedute precedenti  (li puoi consultare qui).

Nulla di rilevante è emerso dalla odierna  seduta 542  della 5a commissione

8 thoughts on “Senato, nuovi emendamenti dei relatori: NESSUNO a carico del TPL

  1. Ne possono infilare uno devastante esattamente 5 minuti prima di chiudere la partita. Il 18 tutti a Roma.

  2. gige, uno devastante a caso, lo trovi tra quelli accantonati senza troppa sforzo. Tutto sta se li tireranno fuori dal congelatore, ma vedo che se la stanno prendendo molto comoda

  3. Ragazzi sarà una manifestazione da brividi li vedo un po’ incasinati sono consapevoli che la guerra e vicina e con noi si possono unire altre categorie abbiamo le palle per fermare l’Italia è mandarli a casa uniti si vince

  4. Se le stralciassero dalla discussione presso la decima commissione tutti i temi riguardanti la TPL allora magari ne riparliamo! Qui non si gioca con il futuro delle persone!!!

  5. Stralciassero presso la decima commissione tutti gli emendamenti kiler riguardanti la TPL e aprissero un serio e approfondito confronto con chi il trasporto pubblico non di linea lo fa seriamente e capisce le problematiche, allora magari ne riparliamo!
    Qui non si gioca con il futuro delle persone!!!

  6. Mecenari in cravatta, continuano a svendere l Italia vedi confini marittimi con Francia i pescatori non hanno piu le zone pescose toglindo la sopravvivenza e sono stati arrestati dai francesi. MI SENTO UNO DI LORO RAPINATO DEL LAVORO DA UNA MULTINAZIONALE PETROLIFERA

Comments are closed.