TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Genova, 16 febbraio 2016, documento congiunto del Parlamentino Nazionale

attenzioneLe Associazioni di categoria sottofirmatarie al termine del parlamentino tenuto a Genova oggi 16 febbraio 2016 ribadiscono i punti cardine che intendono perseguire a tutela degli interessi della categoria nell’immediato futuro:

  • 1. Vanno respinte tutte le proposte emendative all’esame del Senato che hanno lo scopo di modificare la legge 21 /92.
  • 2. Vanno mantenute le azioni di contrasto all’abusivismo sulla base della legge n. 21/ 1992 e l’approvazione dei correlati decreti attuativi.
  • 3. Va mantenuta la natura locale del trasporto pubblico non di linea e quindi, del principio di territorialità per quanto concerne gli NCC e il servizio Taxi.
  • 4. Mantenimento dei requisiti di professionalità nel TPL non di linea. In altri termini mantenimento delle figure professionali del tassista e del noleggiatore con conducente, senza introduzione di categorie terze e di autisti non professionisti.
  • 5. Le tecnologie nel settore del TPL non di linea non devono costituire mezzo per l’elusione o la violazione da parte dei singoli operatori, delle disposizioni di legge cogenti.

I firmatari ribadiscono la necessità di dare una struttura stabile al parlamentino per mantenere il confronto all’interno di regole condivise e definite al fine di affrontare tutte le tematiche del settore con particolare riferimento al tema fiscale e contributivo.

Sollecitiamo la costituzione di un tavolo tecnico di lavoro permanente presso II Ministero dei Trasporti per monitorare le criticità del settore, formato da Governo, Regioni, ANCI e Associazioni di Categoria.

Proclamano, in caso di mancato riscontro, il fermo nazionale della categoria taxi nelle forme consentite, per il giorno 16 Marzo 2016.

Al fine di scongiurare le forme di protesta consentite e adottare le procedure di raffreddamento, chiediamo, con urgenza, un incontro ribadendo il ruolo pubblico del settore nell’ambito della mobilità

icone_pdf scarica il documento con il dettaglio dei firmatari

22 thoughts on “Genova, 16 febbraio 2016, documento congiunto del Parlamentino Nazionale

  1. Vogliamo che U**r venga pesantemente multata per illegalità e i danni causati al ns settore. E che l’ammontare della multa venga distribuito tra i tassisti nelle cui città U**r ha operato. Inoltre occorrerebbe che anche il Cda dell’azienda venga arrestato per il suddetto reato.
    Questa multinazionale illegale non può passarla liscia solo perché ha i miliardi con cui fare leva su persone influenti.

  2. Bene. Vediamo con piacere che ci si muove. Interessante il passaggio in cui si richiede un incontro urgente e quindi un tavolo tecnico di lavoro permanente per monitorare le criticità del settore, come dire: noi ci siamo se c’è da discutere e migliorare, ma i punti fermi restano. L’ultimo passaggio riguardo lo sciopero direi che è un paletto da mettere sacrosanto!!! Vediamo se i signori che dovrebbero ascoltare, governare e decidere per chi lavora onestamene, battono un colpo! Noi ci siamo!!!

  3. I 5 punti sono ineccepibili , come anche la costituzione di un tavolo tecnico di lavoro permanente presso Il Ministero dei Trasporti per monitorare le criticità del settore, formato da Governo, Regioni, ANCI e Associazioni di Categoria ….. c’ è la consapevolezza di dover costantemente monitorare tutto ciò che accade intorno a noi , cercando un confronto costruttivo con le Istituzioni .

  4. Sono 5 punti sacrosanti
    se riuscissimo a portarli a casa sarebbe un grande risultato.
    Quindi un altro mese di fuoco in attesa?

  5. Da condividere pienamente tutti e 5 i punti citati, soprattutto quello inerentemente al principio della TERRITORIALITA ‘ che in maniera sacrosanta divide e contraddistingue in maniera netta il lavoro fra NCC e TAXI.
    Lavori diversi, che vengono cosi’ descritti nelle legislazioni di mezzo mondo e non solo in Italia.
    Ragazzi stiamo in campana giorno per giorno….., e armiamoci di pazienza per un eventuale manifestazione di protesta in tutta ITALIA e per un eventuale discesa a ROMA.

  6. caro fabrizio di roma…..ma e”ovvio che se ci sparano addosso prima ci si muove subito…come e”gia”accaduto in passato

  7. CINQUE NOOOOO!!!!!!!
    e, a seguire un bel TAVOLO TECNICO DI LAVORO PERMANENTE…
    con il contorno di UN INCONTRO URGENTE…
    ma per fare cosa? e per parlare di che, dopo cinque no senza SE e senza MA?

    E, IN CASO DI MANCATO RISCONTRO (!?!)
    S C I O P E R O N A Z I O N A L E

    ma che razza di strategia è?!?
    siamo proprio sicuri che chi ci rappresenta sappia fare il SUO mestiere
    e che questo sia il percorso giusto per difendere il NOSTRO?

  8. Hanno dimenticato una cosa fondamentale….. Dimissioni di quella me..a di autority… (Non scrivo il nome perché altrimenti vomit…)

  9. 16 MARZO SARA’ GIA’ PASSATO TUTTO ALLA CAMERA E VOTATO IN SECONDA LETTURA ! ( solo una proforma)
    Sarò ottimista/pessimista, secondo i punti di vista … MI SENTIREI SOLLEVATO SOLO CON LA CONCELLAZIONE DELL’EMENDAMENTO TERZO SETTORE – autisti non professionisti, quello si che non mi fa dormire

  10. Bene. In attesa che porta pia ci spieghi la strategia seguiamo quella deliberata collettivamente da tutte le organizzazioni sindacali.

  11. Finché abbiamo sindacalisti e rappresentanti che stanno con due piedi in una scarpa non facciamo molta strada vero …..???x i tuoi e i vostri interessi di …. andiamo dal … noi.. Ma poi ne dovete dare conto alla base il prossimo parlamentino lo facciamo in veneto ma con tanti tassisti da tutta Italia che ascolteranno

  12. Lo sciopero doveva esserci adesso fare una protesta contro questo cancro delle app illegali che stanno operando è sul disaccordo di queste liberalizzazione anticostituzionale

  13. laporta pia , anzi di criticare , se pensi di saper fare meglio , perché non vai tu al Parlamentino Nazionale ? … facci sapere

  14. Intanto bisogna proprio ragionare per sola fede, per vederci dietro alla delibera “TUTTE” le organizzazioni sindacali…

    Quanto alla “strategia” è quella del comune buon senso (ma ho già avuto modo di indicarla…): prendere un emendamento alla volta, leggerlo tutto, e solo dopo decidere COSA TENERE E COSA BUTTARE, usando semplicemente il metro dell’interesse per il nostro lavoro e per un servizio pubblico che funzioni nel modo migliore ed al costo minore per tutti!
    Non mi sembra un giochino, ma neanche un’impresa!

  15. Se uno si diverte a fare l’eremita liberissimo. Dalla sua grotta vedrà cose che gli altri non immaginano neppure. E avrà visioni. Ma poi quando scende x convincerli di essere Cristo con qualcuno dovrà pur confrontarsi. Altrimenti tutti ma proprio tutti lo prenderanno x un buffone.

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina