Roma, false dichiarazioni per accesso Ztl: 8 noleggiatori Ncc rinviati a giudizio

Rinviati a giudizio 8 dei 10 noleggiatori denunciati dai tassisti per false dichiarazioni rese a Roma Servizi per la Mobilità per ottenere l’accesso alla ztl del centro di Roma. ilmessaggero.it

Sono tutti romani con autorizzazioni di Attigliano, S.Eufemia a Maiella (5), Francavilla Angitola, Casaprota, Cerchio, Villafranca in Lunigiana, Manzano, Roseto degli Abruzzi ed altre località distanti centinaia di chilometri da Roma.

Alcuni degli indagati avevano intestate anche quattro autorizzazioni rilasciate da questi comuni – è quanto dichiarano in una nota Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Fit Cisl Taxi, Uil Trasporti, Ati Taxi e Anar autonoleggiatori romani -. La nostra intensa attività di segnalazione e denuncia, che per anni ha portato in più di un caso alla revoca o mancato rinnovo da parte dei Comuni di numerosissime autorizzazioni ncc, ha indotto la Procura della Repubblica di Roma a rinviare a giudizio 8 noleggiatori romani che continuavano ad usare le licenze in modo abusivo senza che gli organi di controllo Capitolini se ne avvedessero».

«Dovranno ora rispondere per false dichiarazioni. Tale attività criminosa non è sfuggita alla Polaria di Fiumicino che ringraziamo per il prezioso lavoro svolto. Siamo stati riconosciuti parte civile in questo procedimento -Conclude la nota – attraverso le due associazioni di tutela legale di riferimento Atlt ed Anar con la certezza che sarà finalmente chiarito il danno che questi abusivi ogni giorno arrecano a tutti gli operatori regolari del servizio taxi ed ncc del Comune di Roma. Dispiace ancora una volta notare l’assenza come parte civile dell’Amministrazione Capitolina che a nostro avviso è il vero complice morale in questa vicenda oramai nota da anni».


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dall'Italia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Roma, false dichiarazioni per accesso Ztl: 8 noleggiatori Ncc rinviati a giudizio

  1. Roberto.uno. scrive:

    Perche’a. denunciare deve essere sempre il privato, perche deve essere. il ” collega”‘in ogni grande citta’ esiste questa enorme problema, lo sanno I sindaci,I vigili, la finanza,i prefetti lo sanno le ASS,DI CATEGORIA, IL NUM.INFINITO DI SINDACATI sono anni,anni,anni ,che ne parliamo parladone a questi ABUSIVI gli abbiamo fatto publicita’….ora di TANTISSIMI che sono ne hanno bloccati 10 perche qualche collega ha denunciato….visto che in questa Italia tutto cio che e’, irregolare e’ possibile fare autorizzateci a multarli noi ….che VERGOGNA. Presto dobbiamo dobbiamo pagare le tasse…dobbiamo pagarle anche x chi ci ruba indisturbati il lavoro.

  2. JEVOLA scrive:

    Colleghi romani tutti(noleggiatori regolari inclusi) non siete certo soli. A Milano ormai viaggiano tutti in Jaguar e nessun organo predisposto( i vigili fanno quello che possono) ne interviene ne dice nulla. Oggi L ultima novità: LUOGHI DI CULTO PER ATEI E TUTTE LE RELIGIONI. Niente di male in tutto ciò se non fosse che le priorità sono altre!!! In città non abbiamo a disposizione pecore e cinghiali altrimenti avrebbero già trovato loro un occupazione. Con L arrivo dell estate sorgerà il problema degli insetti. Vedremo se un giorno riusciremo a debellare un po’ di zecche, ne abbiamo parecchie e la situazione è sull orlo del collasso.

  3. zaffiro scrive:

    Oltre a rinviarli a giudizio per falso,rinviateli al loro “paesello”

  4. JEVOLA scrive:

    Comunque zaffiro, dovremo continuare con le azioni legali, è la nostra unica via d uscita. Ho letto il programma di governo, è quello che salta agli occhi è una serie di enunciazioni fumose che anche noi due avremmo potuto scrivere in due ore. La realtà sta nel fatto che nessuno di questi 900 personaggi è capace di assumersi alcuna responsabilità. Per cui: sempre in campana e pronti a batterci per conto nostro. Sarà una battaglia lunga, logorante, ma almeno l avremo combattuta per i nostri diritti senza dover dire grazie a nessuno.

  5. Stefano Eufrate scrive:

    Dobbiamo usare il pugno forte con questi banditi non solo roma a pochi km da Roma c’è una cittadina che si chiama Civitavecchia con il suo famoso porto per l attracco delle navi da crociera c’è una zona dove scendono i turisti che si chiama largo della pace piena di abusiti con tanti di box per adescamento per i turisti che scendono dai bus autorizzati dall’autorita’portuale roba da matti con licenzè abruzzesi siciliane e dei più lontani comuni più disparati

I commenti sono chiusi.