TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Uber, Facebook: ma che succede alla Silicon Valley?

Dall’auto che uccide un pedone ai profili manipolati. Giorni di scandali e di crolli in Borsa, ma secondo gli esperti è solo una crisi fisiologica tio.ch

SAN FRANCISCO – E adesso che un’auto a guida autonoma ha ucciso una donna, adesso che una piattaforma social ha manipolato la democrazia? Ora che due giganti o che tali si credevano, Uber e Facebook, crollano sotto il peso della loro fragilità imprevista? 

Una battuta d’arresto inevitabile – Un pedone investito e ucciso da una macchina che chiamiamo intelligente; i dati di 50 milioni di profili violati e utilizzati per influenzare le elezioni americane. Un errore imperdonabile; uno scandalo colossale. E una battuta d’arresto che pare a questo punto inevitabile, secondo Andreas Herrmann, docente dell’università di San Gallo. Ma che non è una fine, sono pronti a giurare gli esperti davanti alla coincidenza che, in poche ore, pone sul banco degli imputati la Silicon Valley tutta.

Una ritorsione contro il potere – «Assistiamo a una ritorsione mediatica e politica contro il potere che si concentra in poche mani e l’influenza delle principali società tecnologiche statunitensi: sta emergendo e sta prendendo slancio», osserva Joe Quinlan, direttore e chief market strategist di U. S. Trust. Si tratta, però, di qualcosa di estemporaneo, destinato a esaurirsi assieme al clamore: non c’è alternativa, la tecnologia è e resta l’unico futuro possibile.

Ma alla gente non interessa – «Ci troviamo in una fase intermedia, esito di un processo naturale, in cui alcune tecnologie sono messe in discussione», riflette Marc Bernegger, imprenditore e investitore svizzero della Fintech. Il progresso non è qualcosa che si possa fermare, dice; ed è chiaro che, a dispetto di tutto, aziende come Facebook o Google continueranno a esistere e crescere: «I fattori decisivi sono i consumatori finali. E loro, per lo più, non sono affatto interessati alla questione dell’utilizzo dei propri dati».

https://www.tio.ch/finanza/borse-e-mercati/1248294/uber–facebook–ma-che-succede-alla-silicon-valley-


 

1 thought on “Uber, Facebook: ma che succede alla Silicon Valley?

  1. E’ solo una grossa sbornia momentanea. La smaltiscono con dei beveroni al caffè e poi tornano pimpanti come se niente fosse.

Comments are closed.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Disabilita il blocco della pubblicità per sostenere Taxistory

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock