Dal 2020 taxi a guida autonoma in giro per la città

Bosch e Daimler hanno annunciato una partnership per lo sviluppo di un sistema avanzato di mobilità. Una tecnologia che contribuirà al miglioramento della fruibilità del car sharing

repubblica.it Non finisce di stupire il futuro dei veicoli a guida autonoma. Ormai non passa giorno che non venga svelata qualche nuova frontiera delle possibili applicazioni che le vetture con il “pilota automatico” possano affrontare. L’ultima, in ordine di tempo, arriva dalla partnership avviata tra i gruppi tedeschi Bosch e Daimler che hanno appena annunciato lo sviluppo un progetto di collaborazione finalizzato all’impiego di un sistema di guida completamente autonomo capace di consentire la circolazione di veicoli senza conducente entro l’inizio del prossimo decennio.


Oltre a questo ormai scontato argomento, risultano interessanti gli obiettivi del programma che comprendono lo sviluppo e il lancio di un avanzato sistema pronto per essere utilizzato sui taxi con pilota automatico capaci di addentrarsi nel traffico caotico delle città. La partnership tra le due società mira quindi a rendere possibile la realizzazione e l’applicazione di un sistema di guida totalmente autonomo (SAE-Level 4) con circolazione di veicoli anche senza conducente a bordo (SAE-Level 5) in ambito urbano dopo il 2020.

Per rispondere ai precisi requisiti richiesti, Bosch e Daimler svilupperanno in piena collaborazione i software e gli algoritmi necessari a raggiungere la guida completamente autonoma facendo ricorso al know-how della Daimler e alla conoscenza globale di hardware e sistemi di Bosch, fornitore leader mondiale nel settore automotive. Grazie a questo sistema interamente autonomo per veicoli senza conducente in ambito urbano, Bosch e Daimler prevedono di migliorare i flussi del traffico in città, implementare la sicurezza stradale e fornire un importante contributo per la mobilità del futuro.

Secondo gli analisti della Daimler, questa nuova tecnologia contribuirà inoltre a al miglioramento dell’attrattività e della fruibilità del car sharing consentendo l’ottimizzazione dell’impiego del tempo speso in auto, aprendo così nuove prospettive di mobilità individuale anche per tutti quelli che non hanno una patente di guida. Secondo le prime anticipazioni, all’interno di una specifica area urbana, si potrà usufruire del servizio attraverso lo smartphone con cui sarà possibile prenotare un’auto condivisa o un taxi urbano autonomo capace di arrivare nel punto desiderato e di trasportare i clienti alla destinazione desiderata. Insomma, anche se al momento a qualcuno tutto questo potrebbe sembrare fantascienza, gli specialisti delle due società assicurano che presto diventerà realtà. (m.r.) http://www.repubblica.it/motori/sezioni/attualita/2017/04/05/news/l_ultima_frontiera_della_guida_autonoma_e_il_taxi_per_la_citta_-162254982/


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dal Mondo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Dal 2020 taxi a guida autonoma in giro per la città

  1. Rocco scrive:

    Per noi tassinari sara’ la fine

  2. MASSIMO 35 scrive:

    Ovviamente anche gli autobus e i tram e i vari colleghi noleggiatori. Così dal 2021 possiamo andare tutti e spesso tre le auto e guida autonoma pagati da Daimler e Bosch. P.S. Dimenticavo di avvisare tutto i ciclisti, scuteristi e pedoni vari di evitare di attraversare i circolare nei pressi di tali vetture pena la multa o peggio di essere tirati sotto.
    Come diceva Totò: ma mi faccia il piacere!

  3. Aryuna scrive:

    È contro questo che bisogna battersi. Consiglio a tutti di leggere 2 libri di JULIUS EVOLA: GLI UOMINI E LE ROVINE E RIVOLTA CONTRO IL MONDO MODERNO. Bisogna pur cominciare a prendere atto dei GRAVI PERICOLI CHE STA CORRENDO L UMANITÀ INTERA.

  4. francesco scrive:

    vendo licenza taxi comune di milano…
    3.500.000 euro non trattabili plusvalenza inclusa. ovviamente senza auto.
    lo stato si becca 800.000 euro di tasse e siamo tutti contenti.

  5. daniele scrive:

    SE, ne voglio vedere una in giro per milano, jajajaaj….. saremmo tutti gia in pensione.
    e pensare che ci sono centinaia di colleghi che contribuiscono a finanziare questa cosa.
    avanti tutta, dateli soldi alla daimler (mercedez) tramite la famigerata app. per due corse in piu….
    riflettete gente…

  6. Zaffiro scrive:

    Facciano pure .e il progresso . Pero mi domando , ma la valigia chi la carica e chi la scarica. .? Ma se lo chiamo a Vi colo del cinque a Trastevere mi viene a prendere? Ma se veniamo per esempio tamponati io cliente che faccio ? Se buca una ruota sull’ autostrada di Fiumicino ma chi la cambia? Se devo cambiare strada a chi lo dico ? Se mi sento male ? Se ho bevuto troppo e mi addormento o peggio devo vomitare che si fa ? Facciano pure !!

I commenti sono chiusi.