TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Tassista picchiato da due ragazzine: non volevano pagare la corsa

Prima si sono fatte portare da Sesto San Giovanni a Liscate, poi hanno picchiato il tassista nel tentativo di non pagare la corsa. Protagoniste dell’aggressione due ragazzine, una addirittura minorenne. primalamartesana.it

Tassista picchiato da due ragazzine
Protagoniste dell’aggressione due ragazzine di 19 e 16 anni che domenica all’alba hanno preso un taxi per giungere a Liscate. Una volta arrivate il conducente ha presentato loro il conto: 70 euro come riportato sul tassametro di fianco al cruscotto. Inizialmente le due ragazze hanno mostrato l’intenzione di pagare, ma in tasca avevano solo 40 euro. Così hanno chiesto se potevano raggiungere il vicino bar per chiedere a un amico di prestare loro il denaro mancante. Il tassista non è caduto nel tranello e le ha seguite. Quando hanno iniziato a scappare lui le ha inseguite finendo però per essere aggredito proprio sotto le abitazioni di piazza San Francesco.

Un episodio simile 7 giorni prima
Peggio era andata il sabato della settimana precedente a un altro collega che aveva accompagnato quattro ragazzi da Milano a Melzo. Anche in quell’occasione i giovani non avevano voluto pagare e si erano dati alla fuga, ma uno di loro ha pensato bene persino di rapinare il tassista che lo stava inseguendo. Infatti lo ha colpito al volto con un pugno e poi gli ha rubato il telefono. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Pioltello e un’ambulanza della Croce Bianca di Melzo. I militari hanno avviato le indagini con l’obiettivo di risalire ai quattro autori della rapina.

A Vimodrone era stato preso
Altro episodio recente quanto accaduto lunedì a Vimodrone dove un tassista era stato persino rapinato del suo taxi dopo una corsa partita da Milano.  Il tassista è stato fatto scendere dal veicolo mentre il criminale cercava di fuggire imboccando la Tangenziale. Non aveva fatto i conti con il sistema di rilevamento satellitare che ha permesso alla Polizia di Stato di fermarlo e arrestarlo.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina