Milano, una città abbandonata a sè stessa

milano_stazione_4novembreStazione centrale di Milano, Lunedì 10 dicembre 2012 ore 18. La sensazione di abbandono si prova subito entrando nel posteggio del lato IV Novembre i lavori sulla destra sembrano abbandonati da mesi, lì dove in un paese civile sarebbe in vigore il divieto di fermata, invece c’è una fila di macchine e furgoni parcheggiati in qualche modo che impediscono il regolare passaggio di veicoli e pedoni. Sul lato sinistro i taxi arrancano faticosamente in un posteggio creato da un architetto pazzo, un vero e proprio senza cervello che ha deciso che i taxi debbano (come sempre) essere puniti riservandogli pochi posti in mezzo a privati in divieto di sosta, abusivi (sì ci sono gli abusivi, è una novità?) furgoni, autobus turistici nel posteggio taxi (!!!) e ncc in attesa di clienti. Signor sindaco, signor assessore alla mobilità, signor “che ne so io a chi tocca” abbiate la compiacenza di fare qualcosa considerando anche che l’altra notte i tassisti milanesi hanno contribuito all’arresto di un criminale rapinatore!!!

E non mandateci il solito vigile che ci fa la multa perché siamo costretti a stare in divieto di sosta per dare un servizio pubblico!!!

Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Diciamo la nostra e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.