TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Malpensa, i tassisti chiedono il daspo per gli abusivi. De Corato: «Più divise in giro»

malpensa24.it Tassisti abusivi, l’assessore regionale alla sicurezza Riccardo De Corato in visita all’aeroporto di Malpensa per lanciare la controffensiva nei confronti di un fenomeno che, con la ripresa dei voli, sta tornando ad assumere contorni allarmanti. «Sono qui per dare un segnale – annuncia l’esponente di Fratelli d’Italia della giunta Fontana – anche SEA si è messa a disposizione». De Corato, accompagnato dal consigliere provinciale (e tassista di professione) Giuseppe De Bernardi Martignoni, ha incontrato una delegazione delle organizzazioni sindacali di categoria, il sindaco di Ferno Filippo Gesualdi, il comandante della Polizia locale dell’Unione di Ferno-Lonate Emanuele Mattei e il direttore operazioni di Sea Davide Pisoni.

I tassisti chiedono il “daspo”
I tassisti chiedono a De Corato «un daspo per diffidare gli abusivi» che vengono “pizzicati”. Anche se non è semplice: vanno colti in flagranza di reato e sanzionati. «Poi però bisogna anche controllarli – spiegano i rappresentanti di categoria – invece spesso succede che sequestrano i mezzi e poi il giorno dopo li vediamo con un’altra auto». Un altro tema scottante sono gli NCC: «Quelli autorizzati non possono adescare i clienti, è vietato – tuona un tassista – con questo sistema mentre noi facciamo una corsa in dieci ore loro arrivano a farne tre».

Cosa è stato fatto
Anche a Malpensa la società di gestione aeroportuale ha fatti partire la campagna di sensibilizzazione di Regione Lombardia nei confronti dei passeggeri contro l’utilizzo dei taxi abusivi. Manifesti e volantini che stanno circolando in aeroporto e che, l’appello di De Bernardi Martignoni, dovrebbero «comparire anche sui totem di Sea». Inoltre, con la regia di Enac (che è competente sulle attività di polizia dello scalo), sono stati fatti degli «incontri – ha spiegato Pisoni di Sea – per coordinare le forze per una presenza costante, contro gli abusivi e la sosta selvaggia». In questa direzione va anche «l’ottimizzazione dei flussi di ingresso e uscita allo scalo», concentrati solo in alcune porte. Anche perché, ammette il sindaco Gesualdi, «fortunatamente Malpensa si sta riprendendo più in fretta del previsto, ma questo ha contributo ad alimentare gli appetiti degli abusivi che creano disagi ai tassisti autorizzati».

Il sopralluogo
«Il problema c’è e non è di poco conto – ribadisce l’assessore De Corato – non è solo un abusivismo “random” ma è organizzato. E va colpito in modo preventivo, presidiando il territorio: anche a Malpensa occorre mettere in moto tutto quello che è possibile fare per tenere lontani questi elementi ed evitare che possano “adescare” i passeggeri». La soluzione, per l’assessore, è innanzitutto «far percepire la presenza continuativa delle forze dell’ordine. Divise e pattuglie. Se si vuole, si può fare». Come qualche giorno fa a Milano, quando «è venuta la Meloni in Stazione Centrale e sono spariti tutti».

«Presidiare è necessario»
Ma De Corato ricorda soprattutto la sua esperienza a Milano da vicesindaco e delegato alla sicurezza a Milano, ai tempi delle giunte Albertini e Moratti: «Da questo punto di vista la Stazione Centrale è messa anche peggio di Malpensa e Linate. Quando ero vicesindaco avevamo istituito il nucleo “Freccia 5” dislocato quasi permanentemente in stazione per controllare che gli abusivi rimanessero lontani, con due macchine h24 per “disturbare i disturbatori”». Un modello di presidio che De Corato vorrebbe esportare anche a Malpensa: «Chiederò un incontro anche con il prefetto e con il questore di Varese – annuncia l’assessore – ci vuole chi controlla, se no il manifesto non serve a niente». L’obiettivo è una sorta di accordo di programma che preveda «la presenza costante delle forze dell’ordine, anche delle polizie locali». E per fare questo De Corato scriverà ai sindaci del territorio, per coordinare una collaborazione trasversale che consenta di avere a disposizione uomini e mezzi in presidio.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina