TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Baidu lancia il servizio di taxi senza conducente a Pechino


marketwatch.com Il gigante tecnologico cinese Baidu ha lanciato domenica il suo servizio di taxi senza conducente a pagamento, rendendola la prima azienda a commercializzare operazioni di guida autonoma in Cina. A differenza del precedente Baidu BIDU, -0,92% dimostrazioni di guida autonoma a Pechino, questa era la prima volta che non c’era nessun autista di sicurezza seduto al volante. Invece, un membro della sicurezza era seduto sul sedile del passeggero anteriore per far fronte a eventuali emergenze. Fino a 10 “robotaxi” Apollo stanno ora operando simultaneamente in un’area di circa 1.2 miglia quadrate, raccogliendo e lasciando i passeggeri a otto fermate nello Shougang Park nella parte occidentale di Pechino.

Ogni corsa costa 30 yuan ($ 4,60) ed è aperta ai passeggeri di età compresa tra 18 e 60 anni. Il parco è un ex sito di impianti siderurgici che è stato riqualificato in una destinazione turistica e una futura sede per le Olimpiadi invernali di Pechino 2022. Sebbene i flussi di traffico non siano pesanti, nel parco si è assistito a un afflusso di turisti il ​​secondo giorno della festa internazionale del lavoro in Cina. I robotaxi sono stati ripetutamente costretti a frenare quando incontravano jaywalker o turisti curiosi che si avvicinavano ai veicoli per le foto. Kelly Wang e suo marito, che lavorano entrambi nel settore dell’intelligenza artificiale, hanno affermato di aver avuto un’esperienza di guida fluida. “Consiglierei alle persone di provarlo. C’è un forte senso della tecnologia, perché nessuno è al posto di guida “, ha detto Wang. Suo marito stava anche pensando di acquistare un’auto del genere per la loro famiglia. I passeggeri possono ordinare un robotaxi su un’app chiamata Apollo Go.

Quando il taxi arriva, i passeggeri devono verificare la propria identità prima di salire a bordo. Il taxi inizierà a muoversi dopo aver rilevato che i passeggeri hanno allacciato le cinture di sicurezza. Un visitatore, Amy Li, aveva ancora dubbi sulla guida autonoma, perché il comportamento di guida su strada può essere complesso. “Abbiamo tutti avuto esperienze come altre auto che saltano la coda o fanno un cambio di corsia improvviso. Le persone provano emozioni mentre i robot no, almeno al momento “, ha detto” I robot potrebbero non essere in grado di affrontare tali cambiamenti “. Baidu, noto per i suoi motori di ricerca, ha testato la guida autonoma su strada dallo scorso anno. Il suo servizio di robotaxi Apollo Go ha trasportato oltre 210.000 passeggeri in tre città in tutta la Cina e mira ad espandersi a 30 città nei prossimi tre anni, ha affermato la società in un comunicato stampa.

“In futuro, Baidu Apollo lancerà robotaxi senza conducente in più città, consentendo al pubblico di accedere a servizi di viaggio più ecologici, a basse emissioni di carbonio e convenienti, continuando a migliorare il processo di servizio senza pilota e l’esperienza dell’utente”, ha affermato Wang, vicepresidente e generale responsabile della tecnologia di guida autonoma a Baidu in una dichiarazione.