TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Stop auto diesel e benzina: l’appello di 27 aziende a Ue


investireoggi.it Ci sono anche Coca-Cola, Sky e Uber tra le 27 aziende che hanno chiesto all’Unione europea lo stop alle auto diesel e benzina entro il 2035. Nell’appello figurano anche i veicoli ibridi. La richiesta delle imprese è semplice: l’inizio di una nuova era senza CO2, con la circolazione sull’intera rete stradale del Vecchio Continente consentita solo ai mezzi elettrici. La lettera è stata recapitata alla Commissione europea, al Parlamento europeo e agli Stati membri Ue. Insieme alle 27 società firmatarie ci sono anche sei associazioni legate ai settori di finanza, sanità, energia e automotive.

Le aziende chiedono all’Unione europea di valutare lo stop delle auto diesel e benzina
Quanto riportato nell’appello scritto spiega le ragioni che hanno mosso le aziende ad appoggiare l’iniziativa di Transport & environment, un’organizzazione no-profit che riunisce sotto la sua guida 63 organizzazioni in oltre 26 Paesi. Tra i passaggi più importanti, citiamo quello relativo alle emissioni di CO2 in Europa: i veicoli commerciali e le automobili di privati cittadini rappresentano da soli il 15 per cento delle emissioni di anidride carbonica; in più, costituiscono la maggiore fonte di ossido di azoto, responsabili di malattie croniche e morte prematura per oltre 54 mila cittadini europei ogni anno.

L’organizzazione Transport & environment chiede all’Unione europea di dare un segnale forte alle case automobilistiche e, più in generale, all’industria del settore energetico, con lo stop alla vendita di auto diesel e benzina. Tutto questo agevolerebbe il processo di transizione in atto, già iniziato e ritenuto dalla maggior parte degli addetti ai lavori irreversibile.

Cresce il mercato delle auto elettriche
Intanto, nel 2020 il mercato delle auto elettriche è cresciuto ancora in tutta l’Unione europea, raggiungendo un traguardo superiore al 10 per cento, mentre sono in calo gli acquisti delle auto spinte da motore a benzina e gasolio.

Nei prossimi anni, inoltre, si stima che le auto elettriche avranno una crescita ancora maggiore, considerando che molte case automobilistiche stanno pensando di stoppare entro il 2030 le auto diesel e di concentrarsi solo su quelle elettriche.

Senza contare – e qui chiudiamo – che l’Ue spende qualcosa come 200 miliardi di euro per la sola importazione del petrolio.