TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Milano. L’uomo ubriaco che tampona un taxi, travolge 3 auto e aggredisce gli agenti (in ospedale)

milanotoday.it Ha centrato un taxi ed è scappato. Nella fuga ha colpito altre tre auto per poi schiantarsi. Quindi, una volta in trappola, si è letteralmente barricato in macchina e quando gli agenti sono riusciti a tirarlo fuori ha pensato bene di scagliarsi anche contro di loro, per due volte.  Protagonista della notte di follia è stato un ragazzo di 19 anni, un cittadino albanese regolare in Italia e con precedenti, che alla fine è stato arrestato con le accuse di resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Il suo “spettacolo” è iniziato poco dopo la mezzanotte, quando alla guida di una Volvo ha tamponato un taxi in via Cittadini. Dopo l’incidente, il 19enne ha innestato la marcia e si è allontanato, con il conducente dell’auto bianca che si è subito messo sulle sue tracce. Nella fuga, il 19enne ha travolto altre tre vetture che erano parcheggiate e ha poi finito la sua corsa contro un marciapiede, tanto che ha distrutto uno pneumatico e la parte anteriore del suo veicolo.

Una volta costretto a fermarsi, il 19enne è stato raggiunto dal tassista, che ha iniziato a colpire il finestrino chiedendogli di aprire e scendere dalla macchina. Proprio in quel momento è passata una Volante che, vedendo la scena, si è immediatamente avvicinata. Dopo aver ricostruito l’accaduto, gli agenti hanno chiesto al 19enne di uscire dal veicolo, ma lui per tutta risposta ha continuato ad accelerare – inutilmente – e a suonare il clacson.

Alla terza Volante arrivata in rinforzo, i poliziotti hanno deciso di rompere il vetro e di tirare fuori dall’abitacolo il giovane, che si è subito scagliato contro di loro, cercando di colpirli con calci e pugni. Bloccato, il ragazzo – che era visibilmente fuori di sé, anche per aver bevuto troppo – è stato portato in ospedale per essere visitato. Anche lì, la sua furia non si è placata e in pronto soccorso ha provato nuovamente ad aggredire gli agenti, che lo hanno poi dichiarato in arresto.