TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Taxi a Milano, 02.7777 sarà numero unico obbligatorio


milanotoday.it I tassisti di Milano dovranno obbligatoriamente usare il numero unico 02.7777 e, quando sarà pronta, un’app dedicata per smartphone (“Milano in Taxi”), nonché un’app in cui siano integrati tutti gli operatori del trasporto: mezzi pubblici, taxi, bike sharing, car sharing e treni. Lo prevede una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle in consiglio comunale e approvata con venticinque voti favorevoli, tre contrari (Forza Italia) e astenuti (Lega e gruppo misto).

Patrizia Bedori, consigliera dei 5 Stelle, ha ricordato che l’applicazione integrata con tutte le offerte di trasporto disponibili è già realtà in città come Firenze o Berlino e «aiuta i cittadini a muoversi con più rapidità e facilità». Marco Granelli, assessore alla mobilità, si è detto favorevole alla mozione: «Le proposte indicate – ha commentato – si iscrivono pienamente nell’indirizzo che abbiamo nel Piano urbano per la mobilità sostenibiile e nell’azione che la giunta sta svolgendo con i taxi». E ha ricodato che l’app “unificata” con tutte le offerte di trasporto è già allo studio di Atm.

 Il numero unico è stato avviato a partire dal 2016, dopo che il Comune di Milano aveva indetto una gara (vinta da Fastweb) per sostituire le colonnine dei parcheggi taxi con un nuovo sistema centralizzato e informatizzato. La questione era finita al Tar e poi al Consiglio di Stato con la definitiva vittoria di Palazzo Marino. Non nuova anche l’idea dell’app “Milano in Taxi”, i cui primi tentativi di sperimentazione risalgono al 2015.


13 thoughts on “Taxi a Milano, 02.7777 sarà numero unico obbligatorio

  1. Però mi devono spiegare perché un app comunale richieda l’accesso ai dati di fotocamera, microfono, rubrica, cronologia di navigazione ecc… oltre che a posizione e ID telefono unico parametri utili per farla funzionare. Personalmente l’ho attivata 2 volte per modificare il turno e poi la disinstallo.

  2. Sempre obblighi, sempre doveri, sempre imposizioni, sempre burocrazia e mai rispetto della legalità (abusivi) e mai diritti. Poi magicamente e solo quando fa comodo a loro, noi dobbiamo subire la legge del mercato, liberalizza di là, sconta di qui, lavora 16 ore, tariffe agevolate, tariffe concordate, tariffe fisse…
    Attenti politici perché in questo periodo se scatta una scintilla poi non potrete più fermare l’incendio.

  3. Ecco cosa offre la politica alla categoria in questo momento col lavoro azzerato.
    Viva bene così? Perfetto, continuiamo.

  4. Egregio sig andrea72 I tempi son cambiati. Secondo il mio punto di vista e dei miei colleghi(la piazza) lo sviluppo del app 027777 porterà uno sviluppo ai tre aeroporti del bacino e ai paesi limitrofi con un progetto regionale fatto da chi crede in uno sviluppo innovativo della categoria taxi visto che a oggi siamo circondati da applicazioni che offrono servizi di trasporto pubblico senza chiedere requisiti fondamentali per gli operatori (licenza, cap, iscrizione al ruolo) esempio get transfer. Distinti saluti Vincenzo Ranieri

  5. Caro Vincenzo, il punto di vista è tutto tuo. Non parlare per i “tuoi” colleghi, limitati ad esprimere la tua opinione personale. O per caso hai deleghe sindacali?

  6. A parte che oggi nessuno chiama il 7777, perché dovrebbe farlo da domani?

  7. Sciopero a oltranza??.. geniale,siamo al terzo mese di fame e vuoi fare pure lo sciopero…ti candideranno al premio Nobel.

  8. Ma mi chiedo quale 7777????? Lo ripeto e lo ripeterò fino alla nausea! Lo ripeto(SENZA NESSUNA POLEMICA anzi) anche all assessore granelli e alle istituzioni!!! Se c è ancora qualcuno in giro che cerca NCC E TAXI più che il numero unico DATEGLI IL NUMERO DELLA CARITAS!!!!

Comments are closed.