TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

16 thoughts on “Maurizio Berruti su “circolare ncc”

  1. allora facciamo conoscere queste porcherie a favore delle multinazionali e che questa si chiama corruzione per i interessi personali come dicono i politi veri salviamo il made in italy .prima gli ITALIANI chi si rimangia la parola e un uomo di m senza offendere la m .

  2. Di berruti mi fido e vedo che non nutre molte speranze, qui va data una sveglia alla categoria. Milano si deve fermare. Lo voglia o no il garante degli scioperi. Siamo di fronte all ABUSIVISMO DOMINANTE, stamattina a Milano erano più di noi con e senza targhette. Oltretutto sappiamo di chi è la manona( visto che non si può parlare di manina) siamo in 20.000, so che servirà a poco ma almeno togliamo il voto alla lega. Il TAR NON ANDRÀ MAI CONTRO UNA CIRCOLARE MINISTERIALE OLTRETUTTO PROVENIENTE DAL VIMINALE. Siamo soli e se vogliamo giustizia a Milano sappiamo a quali porte bussare(?per modo di dire!). SCAVALCHIAMO LE OOSS e muoviamoci per L ultima battaglia. Obiettivi:comune e sede lega.

  3. Aldo, quando scoppiò lo scandalo TANZANIA, fra coloro che ci dissero di stare lontano dal guardiacoste c era un mio amico che a causa sua fuggi’ in Svizzera. Ci disse occhio che quello pensa solo ai suoi interessi e sarebbe capace di danzare sui cadaveri, solo L ex presidente insubre lo tenne stretto, e se andiamo a guardare proprio L ex presidente di melchiorre Gioia ebbe parole di elogio per i siliconi. Fate un po’ voi i conti, io questa volta sarò coerente con me stesso e non mi recherò alle urne. La mia lotta politica d altro canto può solo essere extraparlamentare.

  4. Berruti avanza l’ipotesi che magari ai vertici più alti del Ministero degli Interno non sappiano nemmeno il livello di guardia (in termini di perdita voti), che ha provocato la circolare è ciò mi sembra plausibile altresì non mi è sembrato pessimista sul ricorso al TAR ne mi sembra scontata la risposta negativa dello stesso TAR, anzi. La sveglia comunque ci vuole, vedo troppa passività nei posteggi. Il 3 aprile hanno indetto il primo sciopero ufficiale, magari verso gli ultimi di marzo potremmo cominciare a fare qualcosa di meno ufficiale per accendere un po’ di luce su tutta questa vicenda molto scura.

  5. amici tanto tuonò che potrebbe piovere!!! Le divinità dell INNOVAZIONE hanno scelto IL GUARDIACOSTE quale profeta ed esecutore delle loro volontà. A lui hanno commissionato la costruzione di un ARCA in vista del DILUVIO NAZIONALE; arca nella quale egli dovrà portare con se’ L ex PRINCIPE DEL GRATTACIELO PIRELLI E I LARI DEL PRINCIPE EUGENIO, i quali dovranno provvedere alla riproduzione di migliaia di FAUNI CON E SENZA TARGHETTE che finalmente elimineranno dalla terra la L amalastirpe dei BIANCHIONESTI, fastidiosi insetti che da decenni impediscono all INNOVAZIONE di dominare. Tutto ciò sarà guidato in remoto dalla VALLE DEI SILICONI che provvederà alcambiamento ormai INELUTTABILE. Ci inchiniamo(a 90) al profeta GUARDIACOSTE pregando in ginocchio L ARCA SANTA affinché pure a noi conceda BENESSERE E LUNGA DECRESCITA FELICE.

  6. Scusate ma è proprio Berruti che suggerisce una possibile inconsapevolezza da pare degli alti vertici del Ministero nella distribuzione della circolare, che proprio per la fumosità con cui è stata redatta sembra fatta apposta per passare sotto il naso di qualcuno, quindi prima di lanciarci in una caccia alle streghe contro colui che a qualcuno è evidente non vada a genio approfondiamo bene il tutto. Ora ci sarà il ricorso al Tar, io risuggerisco qualche presidio spontaneo prima dello sciopero del 3 aprile, suggerirei di non approfittare di ogni virgola per fare campagne elettorali.

  7. Gli comprati una felpa della VAL DI GONZO fatti crescere la barba e vai in centro a recitare la FAVOLA DI BIANCANEVE

  8. Ho parlato di fare qualche presidio prima del 3 aprile, mi rispondete nel merito o ci limitiamo come al solito a maiuscolare le lettere o aggiungere esclamativi all’infinito. Questa “forza” la volete tirare fuori anche in piazza o sempre e solo dietro la tastiera.

  9. Bah io ogni volta che provo a raccogliere adesioni per fare qualcosa mi ritrovo in stazione in 4, se non addirittura da solo.

  10. Salve claudio ncc.una considerazione.ma non era piu semplice fare una riforma che contemplasse 1)al posto foglio elettronico esibizione mail da parte del noleggiatore attestante la prenotazione?con controlli effettuati random mentre sono in corsa e non solo fermo e scarico?2) se e dico se ci fosse la volontà di entrambe le categorie di salvare le app fargli pagare tasse in italia e PREVEDERE CHE CHI HA LICENZA DI VITERBO POICHE LA LICENZA IN ORIGINE NASCE PER SODDISFARE UTENZA DI VITERBO POSSA USARE U SOLO A VITERBO E SE SI TROVI A ROMA NON POSSA FARLO PERCHE VA AD ENTRARE IN CONFLITTO CON IL SERVIZIO PIAZZA?un saluto

  11. Infatti Claudio se un NCC vuole usare le app nessuno glielo impedisce. Se a Milano partirà dalla rimessa a Milano se a Viterbo dalla rimessa di Viterbo. Non negli angoli nascosti per esempio in Marina o a Linate nei posteggi delle partenze. Taxi è taxi noleggio è noleggio. Non mi pare complicato.

  12. Certo che io non vi capisco …… anche a Massimo 35 va bene che uno usa le app ( tipo taxi ) perché ha l’autorizzazione di Milano…. Massimo conta le autorizzazioni attuali di Milano ( e spera che non facciano un bando ) , moltiplica ogni macchina per 3 turni e poi vediamo se sei ancora di questa idea…
    Figurati che ti sta parlando è un Ncc , che a volte si ferma alle partenze per non occupare il posteggio ncc ( piccolo e a pagamento/tempo )… ma che ha regolare prenotazione… Ma continuate a guardare solo la provenienza dell’autorizzazione o la provincia che tra poco la multinazionale da il ben servito a Voi e a me… Questa legge , penalizza solo i regolari , ricordatelo…. Un saluto da un Ncc che dista 20 km da Milano ….

  13. Andrea. Non guardo la provenienza della macchina del noleggio e basta. Ho amici che fanno il tuo stesso servizio regolarmente e anch’essi sono preoccupati della situazione. Ma siccome lo so io come penso lo saprai anche tu chi sono i Uberini cosa proponi di fare?
    Io un’idea l’avrei: chiudere le applicazioni e fine del discorso. Ma siccome son più realista del re e non voglio passare per quello con la pelle dell’orso sulle spalle, resto fermo sul concetto che differenzia sostanzialmente i due servizi: rimessa e piazza. Se il cliente chiama un noleggio anche con i segnali di fumo e il conducente parte dalla propria rimessa regolare con il foglio di servizio regolare, fine del problema. Se ha altri servizi già registrati in precedenza, bene per lui, altrimenti gita il volante se ne torna a casa ed aspetta il successivo segnale di fumo. Così Viterbo; Busnago; Capriate; Grottaferrata eccetera, avranno il servizio per cui i Comuni hanno rilasciato l’autorizzazione.

  14. Massimo, regolamentare le app era il primo passo da fare…. Io ho i servizi registrati in precedenza , ma credimi che con la storia delle province e del foglio di viaggio elettronico, il regolare NON riesce a lavorare…
    Ex: Se arrivano due ospiti a Linate e l’azienda è situata a Meda , ti posso garantire che gli prenotano l’albergo a Milano perchè a Meda , la sera, si sparano nei ……
    Ecco, questo è un servizio che io , pur avendolo già in agenda , non posso piu’ fare ( se sono già uscito ) perchè ho l’autorizzazione che è finita sotto Monza Brianza.
    Se ti faccio vedere alcune mail dei clienti, vedrai che mi darai ragione per quanto riguarda il foglio di viaggio.
    La maggior parte dei clienti Ncc, non sanno manco dove vivono, chiedono a noi dove hanno l’appuntamento….
    Le segretarie , hanno paura della loro ombra , figuriamoci a chiedere cosa deve fare il mega Pres. ( tipo Fantozzi ).
    Questo per spiegarti, come lavorano gli Ncc regolari….
    Io rispetto i Taxi ma vorrei essere anche rispettato ….
    Non siamo tutti schiavi delle app…
    Ciao

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina