Uber come il fordismo: un modello fallimentare

radio24.ilsole24ore.com Avete mai riflettuto sul fatto che il concetto di ‘catalogo’ è contro natura? Non ci appartiene, non siamo nati con la necessità di ordinare e catalogare qualsiasi cosa incontriamo. O che i modelli produttivi su cui si basano le industrie sono destinati, come le supernovae, a collassare in buchi neri e creare profondi solchi nella società? 

Perché non è pensabile continuare a sviluppare la produzione sulla base di linee rigide che richiedono costose riconfigurazioni per modificare la produzione quando la stampa 3D, o meglio l’additive manufactoring è in grado di produrre oggetti customizzati, just in time e nel luogo in cui servono? E che dire di Uber, un modello falsamente innovativo che sta generando maggior traffico e non migliora la piattaforma urbana? O ancora: perché le costruzioni sono tutte ancora su base parallelepipeidale? Non basta rispondere che lo sono per un ergonomia della mobilia: questa al contrario potrebbe seguire l’andamento del perimetro. Costruire attorno alle esigenze del cliente e differenziarsi grazie ad un’esperienza unica. Queste ed altre visioni, provocatorie ma sempre basate su modelli scientifici, dati e soprattutto dall’applicazione reale, sono alla base della puntata di #RadioNext sull’impresa 4.0

Un’ intervista nata da un incontro fortuito. Quello con Massimiliano Moruzzi, a capo del laboratorio di scienze computazionali e robot del futuro a San Francisco durante l’evento Redshift di Autodesk. Aveva tutta l’aria del classico futurologo fricchettone. Poi ha iniziato a parlare. Siamo rimasti a bocca aperta. Un fiume in piena. Una ‘testa’ davvero notevole, in grado di aprire mille fronti di discussione ed approfondimento ad ogni domanda posta, collegando scienza e mercato, filosofia ed economia, comportamenti e produzione. sono rimasto affascinato, Peccato che, come tanti, sia dall’altra parte dell’oceano per le solite ragioni: qui da noi nulla si muove per soli meriti e capacità professionali. 18 minuti di podcast meglio di un TED, tutti d’un fiato come una discesa dalla Gran Risa.


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Curiosità e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 Responses to Uber come il fordismo: un modello fallimentare

  1. ERREMOSCIA scrive:

    Se mi permetti Marco vorrei far presente che a Milano vige un regime di parte, regime che personalmente ritengo pericoloso. Faccio presente al ministro dell interno e al prefetto con deferenza che ieri in città si è svolta una manifestazione molto pericolosa per L ordine pubblico da parte di elementi che inequivocabilmente sostengono la giunta e la maggioranza politica. Ai nostri rappresentanti sindacali, L ultima volta che sono stati ricevuti è stato un miracolo se non sono stati presi a sputi in faccia dalla maggioranza in consiglio. Chiedo loro con deferenza se tutto ciò possa continuare senza un intervento almeno colloquiale con queste persone. Ringrazio.

  2. Marco Taxistory scrive:

    Erremoscia ma dove hai preso questa informazione sul consiglio e i rappresentanti delle ooss taxi? A me non risulta proprio.

I commenti sono chiusi.