TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Bologna, tassista pestato in via Ugo Bassi. “Ho difeso un netturbino”

ilrestodelcarlino.it Ha visto quattro persone che stavano aggredendo un netturbino in via Ugo Bassi. Con il suo taxi si è fermato per correre ad aiutarlo. E lo hanno pestato. Vittima dell’aggressione, avvenuta intorno all’1.30 del mattino, il tassista Hendrick Atti. 

“Erano tre magrebini e una donna, stavano picchiando ferocemente il netturbino – racconta Atti dal letto dell’ospedale Maggiore dove si trova ricoverato -. Io sono andato verso di loro e lei mi si è parata davanti, iniziando a spintonarmi. Io le donne non le tocco, quindi sono rimasto fermo. Da dietro di lei, uno degli altri tre mi ha sferrato un pugno in bocca. Poi è arrivato un altro. Mi hanno buttato a terra. Avevano pure una spranga. Mi hanno colpito in testa e alle costole. Ho 22 giorni di prognosi”.

Prima di scendere dal taxi, però, Atti aveva azionato l’allarme anti rapina e la polizia è arrivata nel giro di pochissimi minuti, riuscendo a denunciare la donna e arrestare due dei nordafricani. Un terzo è fuggito. Anche per il netturbino è stato necessario l’intervento del 118: per lui i giorni di prognosi sono dieci. L’addetto, che stava pulendo la strada, aveva chiesto ai quattro di spostarsi e loro hanno reagito aggredendolo. Ora dovranno rispondere di lesioni aggravate.


2 thoughts on “Bologna, tassista pestato in via Ugo Bassi. “Ho difeso un netturbino”

  1. Bravo collega, coraggioso e altruista come dovremmo essere tutti. Guarisci presto. I criminali in galera speriamo x un tempo sufficiente a meditare su come hanno fatto a divrntare quello che sono: vigliacchi e infami

Comments are closed.