Maurizio Berruti risponde all’on. Bordoni

Caro Davide , ho letto il tuo comunicato che hai fatto a sostegno della manifestazione degli NCC del 29/11, di comuni diversi da quello di Roma. Credo che tu abbia preso una grossa cantonata. La legge che tu cerchi di citare, è realmente la legge n. 21 del 15 gennaio 1992. Le modifiche apportate nel tempo con la così detta 1 quater che definiva meglio gli ambiti dell’operatività degli ncc , sono diventate realmente attive e vigenti dal primo di aprile del 2010. Quelli che sono stati prorogati negli anni, sono i decreti attuativi che come sai, non inficiano la legge che è entrata perfettamente in vigore

Ti invio copia della mia sentenza penale del 2015, che mi ha assolto proprio in una questione riguardante il problema degli ncc. Vedrai, che in questa è evidenziato molto compiutamente, che la legge era in vigore e perfettamente funzionante. Ti aiuto a comprendere dopo cosa è accaduto.

La Senatrice Lanzillotta con una mossa illegittima ed inammissibile, ha presentato un emendamento due anni or sono, collocato nella legge detta “delle mille proroghe” che ha di fatto sospeso la parte della legge 21/92 che era stata modificata dall’1 quater del 2008. Come ben sai, in quella normativa che si fa ogni fine di anno, possono essere prorogate leggi e provvedimenti che non sono mai entrati in azione, ma non si può assolutamente sospendere una legge o parte di essa che già era funzionante ed attiva da diverso tempo. Ora, alla fine del 2018, decade la sospensione della parte della legge 21/92 e si ritorna alla legalità in parte violata dalla Sen. Lanzillotta. Ti invio questa mia, per aiutarti a non fare in futuro più errori così grossolani. Sono sicuro che sei stato male consigliato considerando anche il fatto che un politico non può essere tuttologo e chi pensa di esserlo non è un politico ma un presuntuoso.

Mi sono permesso di farti questo mio chiarimento per l’aver militato insieme a te nell’amministrazione Alemanno ed insieme abbiamo varato unitamente all’On. Cassone, un provvedimento riguardante l’abusivismo e la contraffazione nel commercio. Un saluto Maurizio Berruti.


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Diciamo la nostra e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Maurizio Berruti risponde all’on. Bordoni

  1. Claudio scrive:

    Da ncc dico.se questa norma come lei dice fosse stata in vigore non si capirebbe perche ad oggi pur essendo stato fermato piu volte io non sia mai stato sanzionato.se gli agenti non avessero provveduto a sanzionarmi disattendendo la legge si sarebbe delineato il reato di omissioni d atti d ufficio.le posso garantire che dopo ogni controllo le parole degli agenti sono state ARRIVEDERCI E BUON SERVIZIO.sulla legalita posso dire che le leggi non sono immutabili nel tempo.esiste il parlamento che legifera.puo modificare leggi precedenti abrogarle e farne di nuove.premesso che i miei rappresentanti si permettono di sostenere colloqui presso sedi sindacali chiedendo ad aspiranti autisti dipendenti la capacita di usare uber non credo ci sia molto da dire.cavalcare l onda della 21/92 lo dico in toni sereni senza provocarvi non mi sembra serio per il tassista che e in macchina tutti giorni e si suda la pagnotta.ho sentito molte volte auspicare un dialogo tra la vostra base.a me piacerebbe parlare con qualcuno di voi che e per strada non con sindacalisti.non so se gradito ma continuero a seguirvi con rispetto.

  2. Mirko scrive:

    Da tassista dico…dal 1 gennaio si torna in rimessa BOMBER…c è poco da PARLARE…c è da rispettare la LEGGE…

  3. Stefano scrive:

    Io da tassista rimango dell opinione che se gli NCC partissero dalla rimessa potrebbero usare qualunque applicazione ,
    Il problema gentile Claudio è che molti suoi colleghi pretendono di fare i tassisti usando il proprio Ncc e prendendo le corse da Uber e quant ‘altri NON dalla rimessa, ma da in MEZZO ALLA STRADA come noi tassisti.
    Facendo anche corse di bassi importi come noi tassisti.
    Ma se voi volevate fare i tassisti dovevate rilevare una licenza taxi e non di NCC !!!
    E questo lo sapevate sin da principio quando avete preso la vostra licenza di Ncc .
    Per cui state difendendo l’indifendibile caro sig. Claudio…….
    Stefano-Milano

I commenti sono chiusi.