Waymo si prepara a lasciare gli autisti a casa

La California ha dato l’ok alla divisione di Alphabet per effettuare test su strada con veicoli autonomi senza conducente “di scorta”. La società potrebbe lanciare così a breve il primo servizio di trasporti driverless della propria storia ictbusiness.it

La motorizzazione californiana dà il via libera a Waymo per testare su strada veicoli a guida autonoma senza la presenza di un autista umano come assistente. Si tratta di una decisione storica, che rende la filiale di Alphabet la prima azienda in assoluto a ricevere un’autorizzazione di questo genere. Waymo potrà così far circolare per le strade della contea di Santa Clara, nei dintorni della Silicon Valley, almeno “tre decine di veicoli”.

La società dovrà però obbligatoriamente monitorare in continuazione lo stato delle automobili, fornendo anche modalità di comunicazione a due vie con i passeggeri e avvisando le comunità locali sulle sperimentazioni. La controllata di Alphabet potrà così effettuare test diurni e notturni su strade cittadine, rurali e statali e le macchine potranno viaggiare a una velocità massima di 105 chilometri all’ora. Inoltre, i veicoli potranno circolare anche con nebbia e in caso di piogge leggere.

Come detto, la decisione della motorizzazione californiana conferisce all’azienda di Mountain View un sensibile vantaggio competitivo sui concorrenti. Come riporta Reuters, infatti, sono circa sessanta le realtà che hanno ricevuto l’ok per effettuare test su strada con macchine a guida autonoma, fra cui anche Apple, Uber e tutti i principali player del settore. Ma per tutti vale lo stesso obbligo e, cioè, la presenza di un “assistente di bordo” che possa prendere il controllo del mezzo in caso di problemi o malfunzionamenti dei sistemi.

La società potrebbe anche iniziare a pensare a degli schemi di prezzo per lanciare i primi servizi di trasporto autonomi nella regione, allineando così il programma di sperimentazioni in corso in Arizona: uno Stato dove Waymo ha già effettuato diverse prove su strada senza l’autista aggiuntivo, con l’obiettivo di sviluppare il primo servizio di ride hailing senza conducente della propria storia.



Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dal Mondo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.