Le Polizie locali di Bergamo e Milano intensificano la formazione degli agenti impegnati nei controlli a taxi e ncc

I ‘Ghisa’ milanesi collaboreranno alla formazione degli agenti di Polizia Locale di Bergamo in materia di controllo del trasporto pubblico non di linea, in particolare Taxi e veicoli a noleggio con conducente (NCC). Il nucleo Freccia 1, istituito a Milano dalla Polizia Locale, da anni si occupa di questi temi e grazie alla grande esperienza maturata ha acquisito competenze e professionalità riconosciute a livello nazionale. 

“Nell’ambito della collaborazione istituzionale tra enti – ha spiegato la vicesindaco Anna Scavuzzo – volentieri siamo a disposizione per promuovere sempre maggiore attenzione al contrasto all’abusivismo nel trasporto pubblico non di linea. Per questo motivo abbiamo concordato con il Comune di Bergamo un supporto alla formazione di alcune loro unità attive su strada”.

I termini dell’accordo prevedono quattro unità della Polizia Locale di Bergamo in affiancamento per cinque giorni al nucleo Freccia 1 di Milano.

La formazione prevede una giornata di studio teorico e quattro giornate di attività in strada a Milano, in cui il personale del Comune di Bergamo si affiancherà in osservazione agli agenti milanesi nella loro attività quotidiana.


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Grande Milano e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Le Polizie locali di Bergamo e Milano intensificano la formazione degli agenti impegnati nei controlli a taxi e ncc

  1. JEVOLA scrive:

    Fosse la volta buona!!! Speriamo. I controlli vanno fatti anche sui binari alle stazioni e negli aeroporti. All interno della centrale sembra di essere al mercato del pesce.

  2. Andrea72 scrive:

    Non mi è chiaro se le nuove unità, una volta formate, opereranno sul territorio di Bergamo e Orio o su Milano? Visto la distanza credo più la prima e mi fa strano sapere che un comune 10 volte più piccolo e con un TPL ancora inferiore si decida a mettere in campo ben 4 unità. Da noi invece si lascia il nostro fiore all’occhiello (le frecce) sole a lottare contro un abusivismo ormai fuori controllo. Sono anni che chiediamo più controlli ma 1 o 2 unità non bastano per una città come Milano. Con 4 volanti diurne e 2 notturne in poco tempo tornerebbe un po’ di legalità. Basterebbero controlli fissi a Linate e centrale e 2 tra i vari hotel del centro e ‘voilà’ scarafaggi debellati.

I commenti sono chiusi.