L’Agenzia delle entrate pignora 300 mila euro al Codacons. E Rienzi si appella al governo: “Siamo una Onlus, così chiudiamo”

Al centro della questione il contributo unificato che l’associazione sostiene di non essere «tenuta a pagare sugli atti legali portati avanti a difesa della società e della collettività». lastampa.it

Il Codacons ha subito un pignoramento da 300 mila euro da parte dell’Agenzia delle entrate, con conseguente blocco delle risorse, e rischia di chiudere. Per questo l’associazione dei consumatori rivolge una lettera-appello al premier Conte, a Luigi Di Maio e Matteo Salvini e al ministro dell’Economia Giovanni Tria. 

Al centro della questione il contributo unificato che il Codacons, in qualità di Onlus, sostiene di non essere «tenuta a pagare sugli atti legali portati avanti a difesa della società e della collettività, ma che il fisco italiano continua a richiedere in modo ossessivo fino ad arrivare al recente pignoramento, deciso sulla base di interpretazioni della norma totalmente errate».

«I consumatori – spiega il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – rivolgono oggi un appello al ministro dell’Economia Tria, affinché intervenga personalmente sul caso salvando il Codacons dall’estinzione e chiarendo che le associazioni Onlus che portano avanti azioni legali a tutela dei diritti di utenti e consumatori, o in generale iniziative che rientrano nella categoria del sociale, non sono tenute al pagamento del contributo unificato».


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dall'Italia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a L’Agenzia delle entrate pignora 300 mila euro al Codacons. E Rienzi si appella al governo: “Siamo una Onlus, così chiudiamo”

  1. francesco scrive:

    nemmeno la dignità del silenzio…
    io (che di certo non sono una onlus) non mi sognerei mai di appellarmi al governo. mi appellerei alla magistratura e alla giustizia.
    se prendo una multa la pago o ricorro al prefetto o al giudice di pace, non vado a piagnucolare da mattarella & co.

  2. GZ scrive:

    Il nemico dei tassisti fatelo chiudere. Oppure chiede a suoi amici ncc di fuori comune.

  3. Emanuele taxi scrive:

    Deve pagare il nemico dei tassisti…e non rompere…oppure chiuda che di danni ne ha fatti già troppi.

  4. Khoolaas scrive:

    Ente inutile da abolire immediatamente x fare la riforma delle pensioni.

  5. Fl scrive:

    Quì a Roma se dice “Er più pulito c’ha a rogna”.

  6. Spartaco scrive:

    Bye bye codacons..nessun rimpianto.

  7. Valerio scrive:

    Come mi dispiace sono davvero dispiaciuto non so sé riuscirò a dormire

  8. JEVOLA scrive:

    Hai solo 7 risposte rienzi, TROPPO BUONI I TASSISTI

I commenti sono chiusi.