Blitz alla stazione di Napoli: taxi abusivi, merce contraffatta e pregiudicati nel mirino della Polizia

internapoli.it Nel pomeriggio di ieri la Stazione di Napoli Centrale e le zone limitrofe sono state presidiate dagli uomini della Questura di Napoli, del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania e della Polizia Municipale di Napoli che in piena sinergia hanno effettuato controlli all’interno ed all’esterno dello scalo ferroviario. Gli uomini della Polizia Ferroviaria, muniti di metal detector e palmari, hanno presidiato i varchi di ingresso realizzati attraverso il posizionamento di nastri tendiflex e desk, unitamente ad Unità Cinofile Antidroga e Antiesplosivo, ad Unità Operativa Pronto Intervento (Uopi), a Protezione Aziendale e ai Militari dell’Operazione Strade Sicure. 

Gli equipaggi della Polizia Municipale, con personale della Squadra Informativa/Amministrativa del Compartimento Polfer, hanno svolto un’operazione congiunta mirata al contrasto dell’ampio fenomeno dell’abusivismo, nell’ambito della quale sono state sequestrate amministrativamente due autovetture utilizzate da tassisti abusivi già più volte contravvenzionati nel tempo in quanto abituali esercenti dell’attività illecita. In particolare gli operatori della Polizia Municipale, al Corso Arnaldo Lucci, fingendosi turisti, hanno ricevuto da un tassista abusivo, l’offerta di accompagnamento a Piazza Municipio, per venti euro. L’uomo che, oltretutto guidava con la patente sospesa, è stato contravvenzionato ai sensi del Codice della Strada; il veicolo è stato sequestrato per mancanza della copertura assicurativa e per il noleggio abusivo; il conducente è stato anche denunciato per violazione al foglio di via obbligatorio.

Altro veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo perché il proprietario lo stava utilizzando per un servizio di noleggio abusivo. Le auto sono state prelevate dal carro attrezzi e custodite in un deposito comunale, in attesa del provvedimento di confisca. In questo modo si è inibita agli abusivi la possibilità di continuare imperterriti, nonostante i reiterati controlli, ad alimentare l’odioso fenomeno dell’abusivismo.

Un tassista munito di regolare autorizzazione è stato verbalizzato perché sostava a scopo di nolo al di fuori degli stalli autorizzati. Complessivamente sono stati controllati 17 veicoli e sono state irrogate 7 contravvenzioni al codice della strada, con il ritiro di 3 carte di circolazione e di 3 patenti; il controllo è stato esteso al fenomeno della vendita abusiva nel cui ambito sono stati effettuati 3 sequestri amministrativi.

Nei controlli ai senza fissa dimora la Polizia Municipale e personale e mezzi ASIA, hanno provveduto allo smaltimento di materiale utilizzato come giaciglio di fortuna, restituendo al perimetro esterno della stazione e alle strade adiacenti il necessario decoro. I clochard sono stati indirizzati verso percorsi di aiuto e reintegro messi a loro disposizione dagli Uffici Comunali preposti. Il dispositivo ha prodotto seguenti risultati operativi: 377 persone identificate dalla Polfer all’interno dello scalo ferroviario, 191 bagagli a seguito di viaggiatori controllati, una persona denunciata all’A.G. Inoltre, 2 veicoli sequestrati amministrativamente in attesa del provvedimento di confisca, 3 sequestri amministrativi di merce venduta abusivamente, 11 sanzioni amministrative e 3 tassisti abusivi sanzionati.


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dall'Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.