Napoli, la rivolta dei tassisti: corteo, fumogeni e corse sospese

ilmattino.it Circa 250 tassisti napoletani hanno sfilando a piedi in corteo nel centro di Napoli per raggiungere la sede del Municipio.

L’agitazione, partita ieri con il blocco del servizio in alcuni punti nevralgici come il porto e l’aeroporto di Capodichino per alcune ore, è continuata oggi in tutta la città con lo stop alle corse e la manifestazione che si sta svolgendo fino a Palazzo San Giacomo.

I tassisti chiedono un intervento dell’amministrazione comunale sul fenomeno dell’abusivismo e il rispetto delle regole per quanto riguarda il noleggio con conducente che, lamentano i tassisti, avviene non rispettando le regole in materia.


Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Notizie dall'Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Napoli, la rivolta dei tassisti: corteo, fumogeni e corse sospese

  1. MASSIMO 35 scrive:

    I colleghi di Napoli, come spesso accade, in prima linea per difendere i propri diritti. Bene! Ma qui a Milano intanto tutto tace. Ognuno nella propria auto con il telefono in mano. E non si parla più tra di noi dei problemi e delle soluzioni. Si scende solo per discutere se mi è passato davanti uno; prima io o te…mavaffanculo. Ma son questi i problemi? Basterebbe intanto solo quello: parlare, discutere, confrontarsi. Torniamo a far funzionare i cervelli ragazzi. Come è cambiato in fretta tutto in pochissimo tempo. Con sto cazzo di smartphone c’è l’hanno messa in c…. Forza colleghi non restiamo chiusi in macchina!

  2. Zaffiro scrive:

    E vero ,Napoli sempre in prima linea,il resto chiacchiere ( un saluto a Ciro che mi pare non commenta più ,e ha ragione ) .Massimo anche Roma e la stessa cosa ,invasione di abusivi ( cinesi e mo pure coreani ),e parlando con colleghi rimango stupefatto ( sembra che provengono da un altro paese ),non sanno niente di niente pero si lamentano magari ,sindacati incapaci ,il political correct ,il dialogo,il tutto sottovoce guarda dove ci ha portato ! SE NON VOLANO GLI STRÀCCI NON SUCCEDE NULLA .LE CHIÀCCHIERE STàNNO A ZERO. Bisogna riportare la protesta a livello nazionale (e magari a livello Europeo ,visto che il male e comune ,quindi un fronte comune , visto che si stanno ora accorgendosi del male che producono queste multinazionali del web). Un saluto ai colleghi di Napoli sempre attivi .

  3. Daniele scrive:

    ok telefono in mano e che faccio? a chi mando le segnalazioni, le foto, i filmati?
    ditemi per favore cosa devo fare?
    io piu che inseguire un abusivo, o digliene 4 non posso, un mese fa avevo finito il turno e dovevo aspettare 2 ore mia moglie che arrivava da malpensa, ho chiamato i vigili dicendo che in piazza IV nov, cera la massiccia presenza di abusivi, loro mi hanno detto che avrebbero segnalat alle frecce, risultato non sono arrivati mai, certo l’ho fatto come sfizio, sapevo che non sarebbero arrivati mai!
    IO MI SENTO IMPOTENTE, QUI NON CE NESSUNO CHE CI TUTELA.
    Ieri sera, due ragazze all’uscita della discoteca Holliwod, prendo chiamata radio, mi parevano loro, chiedo e come risposta mi chiedono se sono la macchina che hanno chiamato di H..hech. al che cerco di spegare che non possono farlo, come risposta ho ricevuto un sorriso di sfida. quasi a dirmi non me ne frega niente, io voglio usare h.cech
    Cossa ci possiamo fare?
    I ragazzi stanno favorendo questi servizi abusivi. e non possiamo fare niente oltre che a reagire e passare dalla parte del torto.
    QUII CI VUOLE METTERE LA CITTA A FERRO E FUOCO.
    E NON RIPRENDERE A LAVORARE SE NON SI VEDONO I VIGILI (LA SERA SPECIALMENTE), COMBATTERLI.
    Io voglio segnalare, ma a chi?
    Non è meglio se la finanza e i carabinieri vanno nella sede di queste aziende, a le chiudono?
    La organizzazione sgominata a brescia, non e diversa da h..ech, la differenza e che hanno un App? ma stiamo scherzando?
    Sono sempre abusivi!!!
    Abbiamo fermato u..pop, per trovarcelo di nuovo con un’altro nome?
    Cosa dobbiamo fare?
    Sempre che passiamo fare qualcosa!!!!

  4. Roberto.uno. scrive:

    Colleghi ,sappiamo tutti che noi non possiamo prendere l’iniziativa di bloccare la citta’, questo è COMPITO E DOVERE DEI NOSTRI RAPPRESENTANTI….QUALCUNO SA CHE FINE. HANNO FATTO? DOVE SONO FINITI? CONTINUARE A LAMENTARCI NON SERVE A NULLA ..FORSE DOVREMMO ANDARE DA QUESTI SIG. A CHIEDERGLI IL MOTIVO DI QUESTO SILENZIO….ABUSIVIMO È EVASIONE FISCALE…CHI LO PERMETTE NE È. COMPLICE.se non bloccano le APP gli abusivi continueranno a lavorare tranquillamente.i giovani sono convinti di risparmiare e non pensano a quello che rischiano.devono multare anche il cliente non solo il conducente .TUTTI DEVO RISPETTARE LE REGOLE.

I commenti sono chiusi.