TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Berruti: Dicembre 2017, epilogo

5 thoughts on “Berruti: Dicembre 2017, epilogo

  1. Sbaglio o l’emendamento è stato presentato ma non ancora approvato, così come quelli inerenti alla manovra finanziaria? Certo verrà posta la fiducia come sempre ha fatto questo governo, ma se non ora, QUANDO CI FAREMO SENTIRE? Certo siamo tutti presi a lavorare come matti ora, ma poi perderemo lacrime di coccodrillo. Un blocco ora ci costerebbe un caro sacrificio ma li metterebbe sotto i riflettori e per come la vedo io all’angolo. Se invece è già tutto finito, che non mi vengano mai più a parlare di scioperi programmati e di parlamentini vari.

  2. Intanto cominciamo coi nomi e cognomi di chi non ha fatto il suo dovere sindacale. Secondo hanno differito lo sciopero senza sentire i lavoratori ,e in cambio di cosa ? Quali sarebbero i passi in avanti ? Forse e ora che cominciamo a “chiedergli conto ” Se passa o e passato la cosa per loro si mette male perche dovranno dare parecchie spiegazioni .

  3. Dello sciopero programmato dalle 8 alle 20 non ce ne facevamo niente comunque, credo che proprio ora che c’è un picco di lavoro dobbiamo farci sentire e bloccare un’altra porcata come quella dello scorso anno. Il momento è ora, o ci troveremo un’altra anno invasi dagli abusivi parcheggiati sui nostri posteggi. I colleghi della notte che hanno 2 giorni in più di lavoro in cascina potrebbero aprire le danze.

Comments are closed.