TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Caro ministro Nencini, di Maurizio Berruti

10 thoughts on “Caro ministro Nencini, di Maurizio Berruti

  1. Con grande soddisfazione ricordo che durante la manifestazione alcuni ambulanti spinti anch’essi dalla disperazione da questo pseudo governo hanno strillato verso la celere (unico interlocutore che questo regime ci ha fornito il giorno 21..) il loro sdegno nei riguardi del governo e inoltre anche un cliente anziano di questo mercatino ormai fatiscente perché reso tale dalle tasse e dalla liberalizzazione, e che non per ultimo tra poco la bulkestein chiuderà in nome della regolamentazione…un cliente anziano dicevo che mentre portavamo a spasso la celere per roma..in segno di protesta perché rinchiusi a manifestare ammassati in un recinto a dispetto degli immigrati che rendono soldi…e che hanno manifestato per le strade della Capitale, ci ha difesi strillando il suo malcontento! Adesso punto di domanda: Caro ministro, se pensionati, ambulanti e tassisti sono scontenti, sei sicuro che sto governo termini a fine mandato? THE LAST VERSION!!! Thank You Mr. marco

  2. Ha ragione da vendere egregio Berruti ma il problema VERO è sempre uno solo, ci sono INTERESSI DI PARTE a cui non vogliono rinunciare…ecco perché non bisogna mollare di un centimetro!!!

  3. Gent. Mo sig. Ministro nencini, mi pare che siate rimasti al 1789. La gente lo ha capito. Dove volete arrivare con il vostro liberismo? L uomo non è un robot, L uomo grazie DIO SOGNA. Non riuscirete ad annientare L uomo, non riuscirete a STERMINARE I LAVORATORI. Qualunque cosa facciate o ideerete A DESTRA O A SINISTRA, L uomo vi fermerà. L uomo possiede L intelligenza NATURALE, voi ormai vi siete IMPRIGIONATI NELLE INTELLIGENZE ARTIFICIALI. Rileggetevi 1984 di GEORGE HORWELL O LA FATTORIA DEGLI ANIMALI. Vi auguriamo di vivere fino a OTTANTASETTE ANNI.

  4. Rispondo ai sig.del codancos. I TAXISTI SONO IGNORANTI. Se lavorare duramente,onestamente,senza fare pesare nulla alla colletivita’ posso dire di sentirmi orgogliosa di essere moglie di un taxista.la vendita delle licenze non e’regolare ..questo dimostra che non sanno nulla , o non sono informati oppure parlano perche’ e’interesse loro farsi una TRISTE PUBBLICITA’.,evidentemente non hanmo abbastanza clienti che li mantiene.OGNI LICENZA HA UN NUMERO ,UN INDIRIZZO QUINDI E ‘IMPOSSIBILE VENDERLA. ILLEGAMENTE.OGNI LICENZA VENDUTA RENDE ALLO STATO OLTRE 20.000.,€ .CI SONO TAXISTI DELINQUENTI?QUI.MERITANO UNA DENUCIA X DIFFAMAZIONE .ESSERE DELINQUENTI SINGNIFIFICA FARE DEL MALE, NON SI E,.’ MAI SENTITO DIRE CHE I TAXISTI UCCIDONO O VIOLENTANO.,AL CONTRARIO SONO LORO A SUBIRE ,A RISCHIARE LA PELLE. I TAXISTI CON LE LORO TARIFFE FISSE E CON I MEGA CONTROLLI DANNO SICUREZZA AI CITTADINI ..I SIG.DEL CODACONS PRIMA DI ROVINARE UNA CATTEGORIA CHE DA SICUREZZA E CHE NON CHIEDE NIENTE A NESUNO CONSIGLIO DI INFORMASI BENE. LE LIBERALIZAZIONI SONO SERVITE A FARE CHIUDERE MIGLIAIA DI NEGOZI .A METTERE NELLA DISPERAZIONE MIGLIAI DI FAMIGLIE PERCHE IN TUTTO ESISTE UN LIMITE .COME SI POSSONO AFFROTARE LE SPESE SE SI LAVORA GRATIS? CHIUDO DICENDO CHE LE LORO FRASI SONO SOLO FRUTTO DI ODIO PROFONDO E INTERESSE PERSONALE …CONSUMATORI SONO ANCHE COLORO CHE LAVORANO

  5. CONOSCIAMO BENE LA DIFFERENZA .DELINQUENTI SONO PURE QUELLI CHE METTONO A DISPOSIZIONE I PROPI SERVIZI A COLORO I QUALI UNA SENTENZA DI UN TRIBUNALE AVEVA VIETATO DI OPERARE IN UN CERTO MODO.E OFFRIVA I PROPI SERVIZI PROPIO PER SCAVALCARE,ELUDERE LA SENTENZA .E COME QUELLO A CUI METTONO SOTTO SEQUESTRO UNA ABITAZIONE PER ESERCIZIO DELLA “PROSTITUZIONE”E TU GLI DICI ! NON TI PREOCCUPARE ,HO IO UN ALTRO APPARTAMENTO DOVE PUOI CONTINUARE “L’ATTIVITA”,MANDA LE RAGAZZE AL NUOVO INDIRIZZO”.

  6. Carla questi sprizzano odio, li lasci pure parlare, anche se da fastidio sentirli, poi alla fine ci siamo noi in piazza, usano quel tipo di linguaggio perché è quello che piace sentire a certe persone, ma non son tutti come loro. Buonasera.

  7. consideravo che : le campagne elettorali costano parecchio , che le fondazioni non disdegnano donazioni , cosi ‘anche i partiti politici, le “ASSOCIAZIONI”

Comments are closed.