TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Taxi: Gasparri, governo continua a fare forte con i piccoli e debole con i grandi

“Anche con i taxi, come per altre categorie, il governo e il ministro Calenda continuano a fare la voce forte mortificando i lavoratori. Dopo ambulanti e balneari, il governo ignora le richieste della categoria per aprire il mercato ai grandi colossi e penalizzare ulteriormente i piccoli lavoratori. Lo sciopero di oggi, che sta creando problemi alla circolazione in molte città, è solo la legittima protesta di una categoria che da anni chiede regole chiare e condivise e che invece vede il governo aprire a dinamiche che rischiano di deregolamentare il servizio pubblico non di linea penalizzando esclusivamente i tassisti.

Anche oggi, come sempre, sostengo le ragioni della categoria ritenendo che le innovazioni tecnologiche sono necessarie per permettere un servizio di mobilità moderno e adeguato ai tempi e alle esigenze degli utenti, ma questo non deve necessariamente aprire il mercato a favore delle grandi multinazionali. Il governo torni indietro e riapra un tavolo di confronto con i tassisti per trovare una soluzione a vantaggio di operatori e utenti”. Lo dichiara il sen. Maurizio Gasparri (FI).
Roma, 21 novembre 2017


20 thoughts on “Taxi: Gasparri, governo continua a fare forte con i piccoli e debole con i grandi

  1. Grazie per queste parole .In primavera ci ricorderemo di chi ci vuole rovinare e di chi ha speso almeno due parole per noi

  2. dobbiamo fare di tutto affinché primavera tornino loro al governo e cancellino un eventuale porcheria che stanno per compiere al governo

  3. Purtroppo Toni se passa “l’eventuale porcheria” non ci sarà più modo di tornare indietro. Una volta che è stato creato il caos è impossibile tornare alla normalità. Immagina una esplosione, è impossibile riportare le cose come erano in origine.

  4. Grazie Maurizio, ci conoscemmo negli anni tristi ma ricchi di lotta al prenestino. Conosco la tua sincerità, ma devo dirti CHE NON SEI A CASA TUA. Torna indietro, la tua….la nostra storia non hanno nulla a che spartire con il partito che rappresenti. Ti voglio sempre bene! W L ITALIA

  5. Un GRAZIE a Gasparri un GRAZIE anche a De Corato che questa mattina era in piazza Duca D’Aosta , unici politici che hanno ascoltato I Taxisti

  6. GIUSTO PER FARE CHIAREZZA : IN TUTTO STO CASINO ABBIAMO DUE CERTEZZE,LA PRIMA E CHE NENCINI HA DETTO CHE VA AVANTI. LA SECONDA E CHE NON SAPPIAMO FARE ALTRO CHE STARE FERMI A GUARDARE…

  7. Vorrei ricordare anche le problematiche degli altri taxi che operano in cittadine minori dove purtroppo la clientela non c’è più. Con la Legge quadro del 1992, viene modificato il regolamento Italiano del trasporto non di linea e tra le tante modifiche c’è quella dell’obbligo del colore bianco a tutte le auto taxi. Con la modifica del colore bianco obbligato, secondo me ha creato un forte danno per la categoria e un aumento di quote di mercato per i Noleggi con Conducente. Ne spiego il motivo. La forte crescita degli n.c.c. in tutti i comuni italiani, (oltre che al decoro personale degli autisti n.c.c. che in alcuni driver di taxi è penosa) in parte è dovuta anche al colore delle loro auto, guarda caso tutte di colore nero o blu. Nei piccoli centri (dove non c’è il classico lavoro da tassista a causa delle piccole distanze e dalla non presenza di Z.T.L. o anche perché un passaggio da un amico, parente si trova sempre) il tassista riesce a campare per l’80 % con prenotazione fatte da aziende per i loro clienti o dipendenti. Sempre più vengono richieste auto di rappresentanza rappresentanza, e qui il tassista avendo un’auto uguale a quella degli n.c.c. o U… a causa del bianco e della tabella taxi sul tetto è fortemente penalizzato. Spesso le ditte per affidare il servizio richiedono di togliere la scritta taxi (purtroppo è contro il C.D.C.) ma nel frattempo sempre più spesso il transfer viene affidato un N.C.C. (che facendo lo stesso lavoro si presenta libero da questi vincoli). Per non parlare degli hotel che per i loro clienti stranieri oramai ai taxi da qualche tempo preferiscono gli n.c.c. . C’è anche il problema che se la ditta ti richiede di andare a prendere un loro cliente a Fiumicino, siamo impossibilitati dal poter svolgere la richiesta del nostro cliente a causa del divieto (dell’aeroporto di Fiumicino) di prelevare clienti da parte di taxi di altri comuni cosa invece permessa ai n.c.c, sanzionato con un un verbale di € 2000,00. In altre situazioni tipo: accompagnamento a un funerale, un matrimonio ed eventi aziendali, il tassista che ha investito soldi su una bella auto viene automaticamente escluso dall’incarico a causa del colore BIANCO creandogli perdite di soldi e clientela.
    Diamo la libertà a un tassista di acquistare il suo taxi di un qualsiasi colore e a secondo della sua clientela, e vedrete come la concorrenza dei n.c.c. o di U… sarà automaticamente ridimensionata. Poi magari tassisti con auto nere potranno iscriversi anche a U… invece di fargli la guerra.
    P.S. Un’altra assurdità è quella di non poter riconsegnare una licenza taxi a favore di una n.c.c. o viceversa. Se questo non si può fare almeno unifichiamo le due categorie ..e ..fine delle problematiche.
    Saluti Andrea

  8. Per Marco
    Tornare indietro si può basta la volontà vera del nuovo prossimo governo(speriamo) come è accaduto in Olanda se non erro dopo il caos che era stato creato, certo qui siamo in Italia e tutto diventa difficile. Speriamo di non arrivarci a far passare quella PORCHERIA SCELLERATA…

  9. se siamo a questo punto la colpa purtroppo è di forza italia. Il famoso 1 quater andava applicato, ora il buon gasparri viene a difendere la catergoria… cosi è facile. bene la tecnologia, ma utilizziamo per esempio a Roma solo l’app 060609 gestita comune e facciamo la stessa cosa con gli Ncc gestita sempre dal comune. cosi ci togliamo di mezzo in un sol colpo tutte le multinazionali. Il ministro Delrio accetta? se è cosi favorevole alle novità….

  10. ma quale deliranti?! le app devono essere gestite dai comuni. le multinazionali private con il servizio pubblico non c’entrano nulla. poi se vogliono far entrare per forza U… e compagnia bella non lamentiamoci

  11. l’incubo lo avremo noi genio!! fai legalizzare U… con gli ncc che ti entrano da tutta italia poi vedrai come ti diverti

Comments are closed.