TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Governo tenta la mediazione per scongiurare lo sciopero indetto per domani

rainews.it  Governo tenta la mediazione e convoca per oggi pomeriggio le venti sigle sindacali dei taxi. C’è uno sciopero, indetto per domani, da scongiurare. La carta del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sta nel decreto di riordino del settore. Tra le novità in arrivo un registro per le app che collegano il cliente con l’autista e l’obbligo di rimessa per gli Ncc, ma nell’ambito di confini territoriali da definire insieme alle Regioni. Una situazione quindi ancora tutta ‘in movimento’ che preoccupa la sindaca di Roma, Virginia Raggi: “Comprendiamo la difficoltà della situazione e le loro ragioni – scrive dal suo profilo Fb rivolgendosi agli autisti – ma la Capitale, in particolar modo in questi giorni in vista della celebrazione dei 60 anni dei Trattati di Roma, è sotto i riflettori del mondo e i tassisti sono i primi ‘ambasciatori’ della Capitale. Sono il nostro biglietto da visita e sono sicura che hanno a cuore la vita della nostra amata città”.

Il ministero intanto fa sapere che tutto il pacchetto di riforma è pronto per il confronto. Dialogo che la prossima settimana si aprirà anche al noleggio con conducente e poi agli altri attori coinvolti. E’ quindi alle battute finali il “decreto interministeriale Mit-Mise”, spiega il dicastero guidato da Graziano Delrio. Provvedimento che contiene misure, come prevede la legge ‘madre’, “tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio taxi e del servizio noleggio con conducente o, comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia”.

E c’è anche “una prima stesura dei principi per attuare la delega di riordino del settore inserita nella legge” sulla Concorrenza che dovrebbe approdare nell’Aula del Senato tra circa due settimane. Tempo in più per aggiustare il tiro. Le sigle dei taxi aspettano di vedere i testi per prendere una decisione. E intanto lamentano “la scarsa attenzione che il governo ha più volte manifestato nei confronti degli impegni assunti verso la nostra categoria”, scrivono insieme Unica Cgil, Fit Cisl taxi, Uil Trasporti taxi, Ugl taxi, Federtaxi Cisal, Usb taxi, Fast tpln Confasal e Uti. Radiotaxi, che non ha aderito allo stop, con Loreno Bittarelli, esprime “soddisfazione” per la convocazione, insistendo per rendere “più stringente e più idonea a contrastare il fenomeno dell’abusivismo” tutta la normativa.

Ieri è stata la volta di Uber al Mit, rappresentato dal viceministro, Riccardo Nencini, che guiderà anche il tavolo con i tassisti. Un registro per le app che collegano il cliente con il servizio auto “è una condizione necessaria, di trasparenza su cui siamo tutti d’accordo”, ma non può che “essere un primo passo”, dice il general manager di Uber, Carlo Tursi, commentando una delle ipotesi in circolazione. L’elenco permetterebbe di certificare le piattaforme, rendendo tutto tracciabile, anche a fini fiscali. Quanto alla messa a punto di ambiti territoriali, fatto salvo l’obbligo di rimessa che scatterebbe con il riordino, per Uber “non fa la differenza: quello che conta è non fissare un tetto alle autorizzazioni”. E qui sembrerebbe che il cumulo sia consentito.

L’incontro di oggi servirà a capire se le proposte del Governo saranno in grado di scongiurare la protesta già annunciata dei taxi. Sciopero con concentramento nei pressi di piazza Venezia. –

37 thoughts on “Governo tenta la mediazione per scongiurare lo sciopero indetto per domani

  1. Qui si dice tutto e il contrario di tutto, come sempre.
    Facciamo una scommessa: le rappresentanze sindacali accetteranno le proposte del governo a testa bassa e diranno alla categoria di aver portato a casa il miglior accordo possibile, ben oltre ogni previsione.
    Non ci credete?
    Aspettate.

  2. ragazzi cmq io vedo tutto contorto con questo rU… che parla e fa lui le proposte
    non vuole cumuli di licenze cosi a poco alla volta ci fa’ fuori
    se avete capito qualcosa in più per favore spiegatemelo

  3. ragazzi io nn capisco in che paese viviamo rU… che fa’ lui le proposte al governo
    nn vuole cumuli di licenze perché vuole comprarsi piano piano tutto il nostro lavoro
    e ci fanno fuori tipo i cinesi con i commercianti
    cmq io nn ci capisco piu’ niente se per cortesia mi fate un bel riassunto
    grazie Marcotaxistory

  4. nessun limite alle autorizzazioni.. questi se le cumulano loro poi mettono 400 peruviani a €800 al mese 24 ore su 24 come i corrieri e fanno i prezzi che vogliono loro in schiavitù.

  5. Non capiscono che è guerra u… non doveva essere convocato l’Italia in fia… tutti in piazza

  6. Registro delle app di autisti non professionisti?????Aree protette territoriali per ncc??????in piu senza limiti di immissioni licenze…??Direi assurdo..se poi sappiamo bene che esiste un controllo ogni tanto…direi..follia.!!Poi il cosidetto terzo settore mi fa piu’paura di U…..nn so come la pensate ma a me sembra tutto volto ad aprire le “gabbie”

  7. Scusate,ma cosa vuol dire creazione di un registro per le app? Saranno per caso quelle app che mettono in contatto gli autisti non professionisti con i NOSTRI CLIENTI?

  8. Nn so voi,ma ritengo che la figura dell’autista non professionista sia INACCETTABILE a meno che si inventino sempre con app anche il dentista non professionista..il notaio…l’avvocato…ed in fine anche il politico non professionista..!!Ritengo,inoltre,che sia abbastanza odioso sapere che ti buttan li le proposte per scongiurare le sciopero che ovviamemte ,visto il 60 anniversario europeo a Roma, sarebbe imbarazzante!!Direi un buon momento per noi!!aaaaaah

  9. I napoletani siamo pronti per la guerra Torino Milano e Roma tutti insieme si vince domani mattina sentirete Napoli bloccata dai taxi non molliamo

  10. Il problema del ritorno in rimessa degli Ncc e delle licenze del sud Italia passa in secondo piano. Non so se avete capito bene ma qui a breve daranno la possibilità a tutti di fare l’autista non professionista e si riverseranno in strada centinaia di auto…. considerando anche la disoccupazione altissima anche al nord e che tutti possiedono una macchina…. il gioco è fatto!! Non capisco ancora chi si batte per il ritorno in rimessa degli Ncc…. questo è l’ultimo dei problemi. queste hanno già deciso…. parte il terzo settore a breve!!!

  11. Boh, per come la vedo io, lo sciopero inizia a preoccuparli, anche in vista delle celebrazioni del giorno dopo…se vogliono scongiurare sanno cosa fare e credo che qualcosa di buono lo otterremo

  12. Non ci può essere nessuna mediazione con un governo che ascolta prima le proposte della Multinazionale…e poi non ci prendano in giro con il discorso delle tasse: spiegatemi voi come fa ad operare in Italia pagando tasse e autisti. Se vogliono la concorrenza via tassametro turni visita annuale..anche noi dobbiamo avere il diritto di fare le tariffe a nostro piacimento in base alla giornata..facile fare delle tariffe più basse quando i taxi hanno un tariffa fissa..che concorrenza è?

  13. Io penso invece che u… sta cercando di fare come a Parigi l ncc senza numero limitato di autorizzazioni, infatti preme su questo il terzo settore se non lo avete ancora capito sarà l ncc stesso che diventerà lo cost come divenendo da l oro con l applicazione, non capite che se togli il numero chiuso vai al comune è ti danno una licenza ncc è ti fai U… con prezzi stracciati siccome c’è ne saranno tantissimi che faranno così l abusivo non diventerà altro che ncc con macchina in lesing capite la gravità del problema lo stato si vanterà di avere regolarizzato il settore è per di più il valore di licenze scenderà del 50% nel giro di due anni vedi a Parigi da 250.000 a 130.000-150.000€ nel arco di 3 anni capisci l impatto che ci darà

  14. Questo Governo non ha niente da perdere…lo sanno benissimo che le prox elezioni prenderanno bastonate…quindi cercheranno di prendere più soldi possibili…

  15. Per come la vedo, la convocazione del Mit non è un tentativo di scongiurare lo sciopero, ma il proseguo della tabella di marcia, tant’è che ieri hanno sentito il demente di U…..e gli Ncc saranno ricevuti il 29 cm.
    Tra il 4 e il 6 aprile, il governo chiuderà il conto.
    Ancora una volta, il destino dei tassisti sarà in mano ai sindacati di settore, ci conto che facciano tesoro del precedente tavolo, che siano uniti con lo stesso OBIETTIVO, SINCERI (almeno questa volta) nel comunicare ai tassisti: IL RISULTATO DELL’INCONTRO TEMPESTIVAMENTE!!!!
    La decennale esperienza dei sindacalisti ed i legali sapranno carpire già da stasera,. senza filtri dei media, le vere intenzioni del governo
    In bocca al lupo!!!!!!

  16. RISPONDO A MAURIZIO DI TORINO…:PROPIO COSI….TERZO SETTORE=AUTISTA NON PROFESSIONISTA !!!!LORO SONO UN VERO PERICOLO…E CI STANNO DICENDO CHE CREANO UN REGISTRO DI CONTROLLO PER QUESTE FIGURE.FOLLIA….NON UN PASSO INDIETRO!!!!!

  17. Ma è possibile che le decisioni debbano essere prese da una multinazionale entrata illegalmente in Italia e che ha la presunzione di dettar legge?
    Ma con quale coraggio, il governo li sta anche ad ascoltare???
    Ma che politici invertebrati!!!

  18. Scusate ma se QUELLO di Roma non ha aderito allo sciopero che ci va a fare? Ed esprime anche soddisfazione…
    Se lo sciopero di domani preoccupa allora figuriamoci nei giorni a seguire…È il momento di farsi sentire non molliamo!!! Il terzo settore NEANCHE A PARLARNE.,

  19. Quindi hanno deciso di introdurre la figura dell’autista non professionista?

  20. Lasciano scannare le Regioni per …. l’obbligo di rimessa per gli Ncc, ma nell’ambito di confini territoriali da definire insieme alle Regioni . OK CAMBIA POCO
    MA LE APP …PER CHI ? TERZO SETTORE , OCCHIO ALL’EMENDAMENTO .. E SEMPRE LI …E CHI LE CONTROLLA QUESTI

  21. CI VUOLE CHIAREZZA:
    BASTA SENTIR PARLARE DI PIATTAFORME PER “AUTISTI OCCASIONALI”
    CI SONO I TASSISTI,
    CI SONO GLI NCC,
    E CI SONO GLI AUTOBUS,
    IL GOVERNO DOVREBBE ESSERE CHIARO UNA VOLTA X TUTTE
    VERSO I SUOI LAVORATORI.
    CHE OLTRETUTTO OFFRONO UN SERVIZIO A ZERO COSTI PER LO STATO.

  22. Il governo ha nei suoi progetti il LAVORO DI CITTADINANZA NON RIUSCENDO A DARE IL REDDITO DI CITTADINANZA OVVERO SUSSIDIO DI DISOCCUPAZIONE LA CUI EROPA IMPONE ALL’ITALIA PER ECCESSIVA DISOCCUPAZIONE.come lo fa???CREANDO LAVORETTI CON GUADAGNI DA FAME O SU PER GIU’ COME AD ESEMPIO LA CONSEGNA DI CIBO(deliveroo..foodora..U… eat..ecc).ECCO CHE CON L’AUTISTA NON PROFESSIONISTA CERCA DI SDOGANARNE UN ALTRO A SPESE NOSTRE!!!!

  23. Nel sito facebook di UNICA TAXI dice che oggi il tribunale di Torino ha confermato il blocco a tempo INDETERMINATO per l applicazione rU…-pop per concorrenza sleale verso i taxi…. E questi li vogliono legalizzare… Siamo alla follia….

  24. esatto Simo, proprio oggi il Tribunale di torino ha rigettato il ricorso di rU… e ha una volta di più dichiarato rU… pop fuori legge, non faranno nessun terzo settore, abbiamo dalla nostra uno sciopero devastante per non parlare del giorno dopo…ed è qui che i sindacati morbidosi non devono calare le braghe, le braghe le deve calare il governo, che sia chiaro!

  25. Non possono legalizzare rU… pop…devono cambiare la Costituzione..e mi pare che il referendum fatto a dicembre abbia parlato chiaro..quindi…che non ci rompessero le palle o facciamo cadere sto governo di corrotti..

  26. A torino hanno confermato la chiusura di u p con una sentenza a nostro favore x concorrenza sleale. Uno per noi.

  27. Potrebbe essere una giusta osservazione quella di @Daniele. Visto che rU… ha capito che con i pop non hanno probabilmente campo, potrebbero puntare ad avere autorizzazioni illimitate di ncc, e poi schiavetti in giacca e cravatta andranno a guidare ncc per 1000€ al mese, poi avendo macchine in quantità abbassano le tariffe e a noi ci seppelliscono

  28. Daniele ha detto giusto. Vogliono fare come in Francia. Difatti non vogliono il tetto alle autorizzazioni di noleggio così da creare in breve tempo una flotta di ncc a basso costo. Uno con i requisiti, va in comune, si fa dare un’autorizzazione, si iscrive al registro delle app ed il gioco è fatto. Non deve rientrare in rimessa ma può atendere il servizio sul territorio di appartenenza, quindi, un taxi. Solo che non carica su strada. (Per adesso). E via, tutti felici. Non ci sono abusivi. Comune e regione dovrebbero poi effettuare controlli su un numero infinito di vetture, cosa impossibile!

  29. Bisognerebbe creare un app di “FRECCE” non professionisti magari condotta da tassisti, ma non deve essere considerato un lavoro, quindi non tassato, solo un passatempo da fare nel tempo libero!!

  30. È uscito un documento che praticamente lascia le cose come stavano delegando le regioni al rilascio delle licenze taxi e ncc. Ma a quanto pare lo sciopero è confermato perché nn hanno
    ricevuto le garanzie politiche che venga votato.

  31. Non so voi ma io non mi fido.tra l’altro hanno appena trasmesso un servizio infamante contro di noi

Comments are closed.