TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

La contestazione corre sulle chat: dall’idea corteo al blitz al convegno

LA CONTESTAZIONE dei tassisti corre sul web. Senza capi riconosciuti e con l’assenza (giustificata) dei sindacalisti di categoria, la protesta si improvvisa minuto per minuto. Sulle chat interne. Al presidio in Centrale ci si alterna, gli assenti vengono aggiornati in tempo reale sugli sviluppi della vicenda e sulle possibili iniziative da mettere in campo. Ieri pomeriggio, ad esempio, è nata l’idea di organizzare un corteo per le vie del centro: appuntamento alle 16.30 di oggi, recita il messaggio. Difficile capire se alla fine l’idea si concretizzerà, anche perché già giovedì sera un centinaio di conducenti si era messo in marcia lungo via Vittor Pisani, salvo poi fare dietrofront prima di arrivare in piazza Repubblica; è possibile che si provi a replicare nelle prossime ore, non è chiaro se a piedi o in macchina. 

Sempre su Whatsapp ieri pomeriggio è comparsa la brochure di un convegno in programma alle 21 di stasera in un albergo di viale Bianca Maria, a due passi da piazza Cinque Giornate. TITOLO dell’incontro organizzato dall’Associazione Péguy: «Ripartire dal basso e bene comune. Politica dove sei?». I partecipanti: Mariastella Gelmini di Forza Italia, Maurizio Lupi di Area Popolare e Roberto Cociancich del Partito democratico; modererà l’ex assessore comunale Aldo Brandirali. Bene, penserete voi: cosa c’entrano le auto bianche? C’entrano, perché tra i relatori c’è il senatore Roberto Cociancich, co-firmatario con la collega di partito Linda Lanzillotta dell’emendamento del Milleproroghe – ribattezzato subito «norma pro-Uber» – che ha fatto slittare al 31 dicembre 2017 il termine per il varo dei decreti attuativi della legge sul trasporto pubblico non di linea, favorendo così, nell’interpretazione dei tassisti, la multinazionale californiana.

E ALLORA ecco palesarsi l’ipotesi del blitz in viale Bianca Maria per la contestazione all’esponente del Pd, sulla falsariga di quelle andate in scena tempo fa all’ormai ex regional manager di Uber Italia Benedetta Arese Lucini (nel mirino dei padroncini sia al Wired Fest 2014 ai Giardini Montanelli che alla Festa del Pd lo stesso anno).

N.P

22 thoughts on “La contestazione corre sulle chat: dall’idea corteo al blitz al convegno

  1. Tirando le somme,tutto questo caos e’solo colpa della politica che aveva promesso e scritto che ci avrebbe ricevuto e dialogato sulla legge delega.invece…..?? A scelto di creare tutto questo.Complimenti siete da livenziare tutti..

  2. E ‘chiaro ……alla fine la colpa di questa situazione è solo della politica Italiana.

  3. Meglio il corteo del blitz, perchè Cociancich non avrà il coraggio di presentarsi. E Lupi, non ve lo ricordate in Prefettura, anche lui con le sue promesse da marinaio ? Sono tutti senza vergogna, fanno i politici perchè nessuna azienda assumerebbe mai simili incapaci e disonesti.

  4. Le opposizioni in questo momento sono con noi, è normale, sono all’opposizione… e allora che ci fa la Gelmini con esponenti della maggioranza? Per rispetto verso di noi non dovrebbe neanche incontrarli.

  5. Ho letto in questi giorni tutte le notizie possibili: ne ho sentite di svariate tendenze e non sempre corrette. Si parla di concorrenza, e’ giusto che ci sia..ma il taxi ha molte regole da rispettare e un tassametro piombato con una tariffa IMPOSTA.Mentre Loro LDecidono al momento: e le loro regole le ingnorano…

  6. Avete letto cos’ha detto il codacons 2ore fa’?
    Ha chiesto ai comuni di bloccare o revocare le licencenze a coloro che manifestano non di mettere al fresco abusivi(evasori fiscali) o chiedere agli NCC perche malpensa /mi. Predono cifre da capogiro

  7. Ciao alla fine siamo stati a casa 4 giorni domani parla ministro ci dà benidizone mercoledì tutti a lavorare perché ‘c’è la moda e non abbiamo risolto niente in tanto Milleproproghe ormai hanno deciso e vanno avanti

  8. A coloro che ci danneggia profondamente mettendoci contro molta gente e facendoci perdere gionate di lavoro sarebbe ora di chiedere i danni morali…fra questi ci sono CODACOCOS…GIORNALISTI E POLITICI

  9. Del Rio oggi ha parlato di regolamentazione del servizio e TUTELA per chi ha INVESTITO nell’ attività nell’incontro di domani. Speriamo bene…sapete di più al riguardo??? Grazie da un collega di Roma…ci vediamo TUTTI domani!!!!

  10. Siamo a Roma. Io e mia moglie. Siamo andati daperttutto. Senato. Camera. Quirinale. E niente. Non c è ne anche un presidio dei tassisti. Alla fine siamo finito in Termuni dove c’erano due tassisti e poliziotti in borghese. Chiedendo dov’era i colegi di Roma e perché non si vedeva a nessuno in presidio o manifestazione me risponde che i vigili fanno caricare. Dico. E si vieni senza taxi o se fuori turno ?? Non siamo organizzati come voi a Milano la risposta. Roba da mati. Lavorare non lavora nessuno. 0 machine. Mah farsi vedere e protestare ne anche uno. Se qualcuno mi sa dire dove siete Romani. Vi ringrazio! Venite numerosi!!!

  11. Evidentemente un presidio permanente non era fattibile, ma domani sarà sicuramente diverso….

  12. Del Rio oggi ha detto che bisogna mettersi a tavolino per risolvere la regolamentazione del settore. Ma questo tavolo non esiste già da un anno e mezzo? Adesso si sveglia?

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina