TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Arriva il taxi a due ruote modello Uber. Con un’app passaggi in moto a due euro

scooterinoilsecoloxix.it Genova – Se i tassisti pensavano di avere vinto la guerra, un anno fa, affossando con una battaglia legale l’esperienza di Uber, dovranno prepararsi a riaffilare le armi. Perché le creature della sharing economy sono come i mostri dei film di fantascienza: ne distruggi una, ne rinascono altre dieci. A Genova, in queste settimane, senza fare rumore, stanno sbarcando due nuovi sistemi di trasporto basati sulle ultime tecnologie: si chiamano Ugo e Scooterino. Ugo mette in contatto una rete di “guidatori” o “accompagnatori” con persone che dispongano di un’auto ma che preferiscono non guidarla (magari al termine di una serata troppo alcolica). 

Il servizio, ideato un anno fa da cinque ex studenti del Politecnico di Milano, è già attivo nel capoluogo lombardo e si sta provando a farsi conoscere anche a Genova e nel Tigullio. La applicazione Scooterinoinvece è stata ribattezzata il Blablacar a due ruote. Con qualche differenza, prima fra tutte quella che a essere messi a disposizione sono passaggi in moto. «Non solo – spiega Francesco Rellini, 30 anni, un trascorso nella produzione cinematografica in Thailandia e negli Stati Uniti ed esperto di marketing – Scooterino viene utilizzato soprattutto su percorsi intraurbani, semplicemente cerca di ottimizzare i viaggi sulle direttrici più battute».

In una città come Genova, dove migliaia di persone si spostano quotidianamente in moto o in scooter per evitare di restare imbottigliati nel traffico, la novità in arrivo potrebbe essere definita un “uovo di Colombo”. I tempi per lo sbarco di Scooterino a Genova non sono lunghi, si parla di gennaio. Ma come funzionerà? La applicazione metterà in contatto scooteristi e utenti, funzionando su un piano di real time e uno di pianificazione. I passaggi costeranno 2, 3, 4 euro o più, a seconda della durata e dei chilometri percorsi. Soldi che finiranno, attraverso un pagamento elettronico, nelle tasche dello scooterista. Per diventarlo è necessario superare una verifica da parte della app, avere la patente da almeno 3 anni ed essere titolari di una regolare assicurazione passeggeri.

12 thoughts on “Arriva il taxi a due ruote modello Uber. Con un’app passaggi in moto a due euro

  1. – LA APP X IL GUIDATORE:
    ( un autista “Sobrio” che ti faccia da Guidatore di Notte,magari dopo una serata in discoteca, ti viene a prendere gratis o quantomeno ti chiede quanto un Tassista se non di piu?
    Inoltre, chi garantisce la “qualita”dell’accompagnatore inteso come persona priva di ogni problematica giudiziaria,di salute e soprattutto di ESPERIENZA ALLA GUIDA DI NOTTE O IN GIORNATE PIOVOSE?
    Un conto e’un PROFESSIONISTA…un altro conto e’risparmiare tre euro per affidarsi nelle mani di un NON PROFESSIONISTA…ne vale la pena rispetto ad una corsa in Taxi?

    – APP X SCOOTER
    (Legge 21/92 del 2012-
    INTANTO NON PREVEDE TALE SERVIZIO.
    TANTO E’VERO CHE I TAXI DEVONO RISPETTARE STANDARD MINIMI…
    PER INTENDERCI…NON POSSIAMO FARE I TASSISTI CON UNA VETTURA COUPE’ o CABRIOLET….
    PERCHE’ALLORA ALTRI POTREBBERO FARE CIO’CHE LA LEGGE NON PREVEDE???
    E comunque…siamo sempre li’….Ne vale la pena x il Cliente?
    E se hai un Incidente in Scooter?
    E se piove?
    E se e’inverno?
    Per risparmiare cosa, 10 euro???

    A sto punto comprarsi un Cavallo e’la cosa migliore!
    Non si ubriaca, Non inquina, e ti accompagna quando vuoi senza pretendere denaro! ( sic!)

  2. Tra l’altro Lele aggiungerei, se il cavallo caga puoi concimare il prato e ti mangi una buona lattuga

  3. Giusto Fra….
    Magari rivendiamo sempre tramite App…. la vera lattuga biologica dell Eco-stallone Tassinaro ad impatto ambientale zero! (Sic!)

    Ma x favoreee….non sanno piu’cosa inventarsi con ste caxxo di App…
    Una App anche x i passeggini delle mamme No?

    Sarebbe molto utile x le mamme stanche di spingere il proprio passeggino all uscita dell asilo!

    …mini passaggi low cost…due bambini al prezzo di uno! (Sic)

    Della serie…metti tuo figlio sul mio passeggino e dividiamo i costi tra i rispettivi neonati!….

    Ma il passeggino deve essere in carbonio e con le ruote grandi….senno’ Non e’mica “Cool”….non fa’tendenza capisci?

  4. macché seggiolini… rubber suv ci vuole… il nuovo scuolabus per dare passaggi a bambini urlanti pieni di patatine, succhi di frutta e varie salsine per hamburger.

    scooterino… magari fatto con enijoy…
    ugo… ti riporta a casa con la tua macchina… almeno vomiti nella tua macchina, col compare che lo segue con la smart del car to go…
    evvai con la sceringeconomi.
    mavacagher

  5. E le vecchiette, disabili, manager giacca e cravatta impomatati, gente con le stampelle? Ci provarono anche a Roma ma…… come diciamo noi…. TE SALUTO ahahahah

  6. Mediamente vedo almeno uno scooter al giorno sdraiato…..ultimo domenica in diretta ho visto lo scooterista schiantarsi contro una macchina che stava facendo inversione in corso di porta romana.Mettersi nelle mani di uno sconosciuto alla guida di un veicolo di cui non si conosce nulla sullo stato di manutenzione ecc è semplicemente da incoscienti …..

  7. Ultimamente tutti cercano di inventare l’app dalle uova d’oro, ma finiscono inesorabilmente per fare cagate. Roba da matti.
    Punto primo non salirei nemmeno se fosse gratis a bordo di uno scooter guidato da uno sconosciuto, sopratutto nel traffico cittadino. Oltretutto, il casco? Me lo da lo “scooterista professionista” dopo che se lo sono messo in testa 200 altre persone? No grazie.
    Per non parlare dell’altra app con cui trovare uno che ti porta a casa con la tua auto. Al primo che passa gli dovrei dare in mano la mia auto, con tutti i rischi (enormi) che ne conseguono? Appena capita un incidente vedete come quello scende e gira i tacchi, e voi rimanete li con la macchina sfasciata, eventuali feriti, e magari il 100% di torto. Tutto sto casino per cosa? Per risparmiare 20 euro di taxi. ahahahah!

  8. Ragazzi, forse vi è sfuggita una cosa… a voi di Milano la premiata ditta nella vostra città ha aperto finalmente alla consegna di pranzi/cene a domicilio, quindi adesso non più solamente autisti abusivi, ma anche cuochi e fattorini abusivi…

  9. Ma non esistono norme per il trasporto di alimenti? Se uno si intossica col pranzo consegnato da foodora di chi è la colpa? Si fa a scaricabarile?

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina