TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Incontro in Prefettura: il comunicato ufficiale della base

redman-speakingA seguito dell’incontro odierno della base dei tassisti milanesi svoltosi in Prefettura, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato ufficiale:

“Rendiamo noto che a seguito dell’incontro, svoltosi in prefettura con il Sig Prefetto dott. Marangoni, l’assessore alla Sicurezza dott. Granelli, l’assessore alla Mobilità dott. Maran, il responsabile dell’ufficio autopubbliche dott. Biolzi, e il dott. Cuzzoni della Polizia Locale, pur non ritenendoci pienamente soddisfatti, consideriamo un punto di partenza la disponibilità dimostrataci all’apertura di una collaborazione tra l’amministrazione comunale e la base dei tassisti milanesi.

Ci è stato assicurato che gli organi preposti ai controlli avranno a disposizione un numero maggiore di ore da dedicare al controllo del rispetto delle normative vigenti riguardanti il TPL non di linea. Ci prefiggiamo fin da ora di tenere monitorata questa situazione e torneremo a chiedere conto fra 30 giorni del numero di controlli che saranno effettuati in questo lasso di tempo.

Con l’insediamento, che avverrà a breve, del nuovo sindaco e dei nuovi componenti della giunta comunale, torneremo inoltre a rinnovare le nostre richieste di aumento dei controlli, con un potenziamento delle forze dell’ordine preposte, adeguato alla situazione.

Il crearsi delle assemblee spontanee, ha permesso alla base dei tassisti milanesi, di ottenere un risultato, seppur parziale rispetto alle iniziali richieste avanzate, ma comunque superiore ai risultati ottenuti sull’argomento controlli, dalle sigle sindacali di Milano che dovrebbero rappresentarci e tutelarci.

Per quanto ci riguarda le assemblee spontanee sono da considerarsi sciolte, fermo restando lo stato di agitazione dei tassisti milanesi.

LA BASE DEI TASSISTI MILANESI”

22 thoughts on “Incontro in Prefettura: il comunicato ufficiale della base

  1. Che vuol dire film già visto?certo si sa che bisogna stargli col fiato sul collo ma tra 30 giorni si vedrà il da farsi….

  2. U### ha gia’ prodotto dei problemi gravissimi, nessuno ne parla, ma qui a roma fioccano accertamenti come se piovesse, speriamo in bene

  3. Onore ai presenti che hanno fatto la loro parte ,vergogna a chi ha voluto disertare e chi ha addirittura lavorato ma un grazie di cuore a coloro hanno messo la faccia e non solo per salvaguardare il nostro lavoro insieme si vince

  4. se gli abbiamo dato un mese di prova, questo mese faranno tantissimi cintrolli, il problema saranno quelli dopo la presa per il c…o. Comunque abbiamo fatto piccoli danni solo ai clienti, per fanne danni consistevoli bisogna congestionare il traffico di Milano, e creare un danno molto maggiore nella città più ricca d’ Italia nonostante la crisi solo a quel punto ci chiamerà pure il Papa in persona

  5. parole parole parole parole parole parole parole parole….

    guarda!!! …c’è un asino che vola!!

  6. Cari colleghi sono Ciro da Napoli da noi rU… non c’è ancora ma siamo stati sempre pronti a fare la rivoluzione il mio parere l’occasione si è persa con expo era il momento di stabilire le regole e poi non dimenticate il passo indietro che abbiamo fatto il 16 sciopero nazionale annullato qualcosa non va penso sia arrivato il momento di agire da soli senza sindacati vi ricordo Napoli e pronta

  7. Roma ,napoli ,Torino,Bologna,Firenze
    Solo noi fermi e per cosa?per una circolare?e adesso cosa abbiamo ottenuto?chi ne sa di più me lo spieghi per favore perche a me sembra che come altre volte la.tca
    egoria sia stata presa in ostaggio da 400 colleghi che hanno deciso arbitrariamente di fermarsi
    Aiutatemi a capire
    Grazie

  8. Quanti zuccherini vi hanno dato fino ad ora…..TANTISSIMI!!!! servono buoni avvocati x ottenere controlli seri e blocchi degli ABUSIVI SICURI. con denuncia c richiesta DANNI…..le solite promesse non servono a nulla…un in bocca al lupo a tutta la categoria di TAXI REGOLARI…

  9. Mettiamola così: è indubbio che si è ottenuto veramente poco, anche perchè i presupposti erano un po’ fragili (a Milano sia la Polizia Locale, sia il Comune hanno sempre applicato le sentenze del Tribunale [vedasi i dati forniti] mentre in altre città non lo so) piuttosto sono molte le associazioni di categoria che non hanno fatto il loro dovere, il mio sindacato lo fa e anche puntualmente e coralmente si trovano le soluzioni. Non informano i colleghi associati su quello che sta succedendo, hanno molti conflitti d’interesse in casa, costano molto, ecc. Ora la mia domanda ai colleghi fatta in piazza era ma perchè non andate nelle vostre associazioni e fate pressione per cambiare, oppure trovatevene un’altra che sia più congeniale alle vostre esigenze? Le risposte sono state un po’ qualunquiste: sono tutte uguali, nessuna ci ascolta, ecc. Resta però un fatto importante, che questo campanello d’allarme tiene viva l’attenzione su un problema molto reale: che la categoria è in stand by su un problema molto grosso che non dobbiamo dimenticare e cioè gli emendamenti al Senato sul DDL della concorrenza, dove lì si gioca la vera partita sul nostro futuro. Detto ciò un GRAZIE ai colleghi che ieri ci hanno messo la faccia.

  10. Quanti anni sono che esiste il problema dell’abusivismo? Quanti scioperi dono stati fatti’?e’forse migliorato qualcosa?NO …c’e’ stato un peggioramento continuo e il modo di tenere calma la categoria e’ sempre lo stesso peccato che le tasse aumentano e il lavoro diminuisce come pure il valore delle licenze….e’ora di chiedere il risarcimento dei danni subiti e non di continuare a credere alle loro promesse. Dopo le elezioni cosa accadra’

  11. Che piaccia o no ci si è esposti in prima persona. In particolare quelli che per primi hanno organizzato e si sono spesi per cercare di dare delle risposte.
    Se a qualcuno non è piaciuto capisco, ma se proprio voleva lavorare l’avrebbe potuto fare. Non so di pressioni particolari o violente nei confronti di chi ha disertato la protesta. Poi se questi ultimi vogliono gli applausi perché hanno lavorato si sbagliano di grosso. Tutti abbiamo i nostri problemi di debiti e tasse da pagare e di scuse se vogliono la volta prossima gliene do io qualcuna in prestito!
    Comunque ancora un grazie a tutti quelli che si sono spesi in prima persona.
    PS Se posso, solo due suggerimenti per la prossima. Magari le assemblee sarebbe meglio organizzarle in giornata con subito pronta una chiara piattaforma di richieste da condividere e qualche volantino da distribuire agli utenti così da spiegare subito noi quali sono le nostre ragioni!

  12. Caro Giorgiokk anzi professor Giorgio kk è ovvio che il mio”aiutatemi a capire”fosse ironico perché in realtà si è capito tutto benissimo:non si è ottenuto niente se non promesse,e quando non c’è niente di scritto in Sede di trattativa è già una sconfitta.quindi se tu sei uno dei promotori dello sciopero prima di mostrare i muscoli alla categoria alle ass al prefetto a Maran e compagnia cantante magari la prox volta studiate un strategia,i bluff bisogna saperli fare e ieri il.bluff lo hanno letto tutti categoria in primis

  13. Due giorni di fermo violando comunque la legge per interruzione di pubblico servizio, abusivi che hanno lavorato alla grande incassando cifre da capogiro, a Malpensa colleghi che caricavano che era un piacere, in cambio di qualche promessa da parte di persone che tra un mese probabilmente non ci saranno più. Ho l’impressione che ci abbiamo più rimesso che guadagnato. Siccome la guerra sarà ancora molto lunga purtroppo, pur ringraziando chi si è adoperato a tutelare anche i miei diritti e pur avendo rispettato integralmente il fermo, rinnovo l’invito a studiare nuove forme di protesta, più adeguate ai tempi attuali, che penalizzino il meno possibile l’utenza, ma soprattutto che colpiscano i nostri veri nemici e cioè gli abusivi, compresi gli ncc che fanno i radiotaxi con le apps ed i politici che li stanno tutelando.

  14. @Fra, dunque eri ironico quindi sai in che stato si trova il nostro lavoro, soprattutto se si guarda un po’ più in là dell’ incasso giornaliero. Io penso ( magari qualche vero professore di storia lo conferma) che senza proteste vere, dove ci si gioca molto, non si ottiene niente. Gli esempi sono infiniti e li conosci anche tu. Si può anche perdere tutto e uscire sconfitti e annientati ma penso che farsi cuocere a fuoco lento, farci sbriciolare dalla ruggine dell’inerzia o della pavidità o della dose giornaliera di incasso sia PEGGIO.

  15. Io sono dell’avviso che sia necessaria una maggiore visibilità mediatica (Cruciali di Radio 24 o striscia la notizia) anche allo scopo di informare meglio gli utenti sulla legittimità e le ragioni della sospensione del servizio.

  16. Eux meglio di no , non so se conoscendo ragioni e legittimità l’ opinioni pubblico sarebbe dalla tua, ti deve frecare poco dell opinione, ti deve interessare tuoi interessi tuo giardino. Poi cruviani gli freca una ca..o di te

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina