TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Il Ministero dei Trasporti si esprime sulla validità del “29/1 quater”

efficacia art. 29 comma 1-quater DL n. 207 del 2008DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI LA NAVIGAZIONE GLI AFFARI GENERALI E IL PERSONALE (…omissis…) OGGETTO:

Legge 15/1/1992 n. 21 (legge quadro per il trasporto di persone mediante autoservizi pubblici non di linea) — efficacia dell’articolo 29, comma 1—quater, del DL n. 30/12/2008 n. 207, come modificato con legge di conversione 27/2/2009, n. 14.

In relazione alle problematiche sorte circa l’efficacia dell’articolo 29 comma 1—quater in oggetto (modificative e integrativo della legge 21/92), tenuto conto delle disposizioni recate dall’articolo 2, comma 3, del DL 25/3/2010, n. 40 (convertito con L 22/5/2010, n. 73), come successivamente modificato, si rappresenta quanto segue. 

Le disposizioni dell’articolo 2 comma 3 del DL 40/2010 deferiscono ad un Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, l’emanazione di “urgenti disposizioni attuative, tese ad impedire pratiche di esercizio abusivo del servizio di taxi e del servizio di noleggio con conducente o,
comunque, non rispondenti ai principi ordinamentali che regolano la materia”. Ciò, al fine di assicurare omogeneità di applicazione della disciplina normativa in materia.

Già con DL 31/5/2010, n. 78, fu disposto (art. 51 co. 7) uno slittamento del termine previsto per l’emanazione del Decreto interministeriale al 31/12/2010 (in luogo dei 60 giorni dall’entrata in vigore del DL 73/2010).

Tale termine è stato ulteriormente più volte prorogato, da ultimo al 31 dicembre 2016 con l’articolo 7, comma 5 del DL 30/12/2015, n. 21D.

Ciò posto, e in relazione alla questione se sia da ritenersi sospesa l’efficacia dell’articolo 29 comma 1—quater (i.e., se le proroghe al termine per l’emanazione del Decreto interministeriale possano considerarsi quale proroga, ancorché implicita, all’entrata in vigore di tale articolo), milita a favore di tale interpretazione il dato testuale del DL 40/2003 (art. 2 comma 3), in ragione del quale il Legislatore ha inteso subordinare l’attuazione della novella legislativa al Decreto interministeriale de quo.

Se ne desume che, almeno finché legittimamente (e cioè, fino allo scadere del termine del 31/12/2016) il Decreto non sarà emanato, dovrebbe essere inibita l’efficacia dell’articolo 29 comma 1—quater. Interpretazione peraltro coerente con il contenuto degli atti parlamentari e con le relazioni di accompagnamento alle proroghe del termine di emanazione del decreto succedutesi nel tempo.

Pertanto a parere di questa Direzione generale le disposizioni introdotte dall’articolo 29 comma 1—quater del DL n. 30/12/2008 n. 207 (come modificato con legge di conversione 27/2/2009, n. 14) sono da ritenersi, allo stato, non in vigore.

Peraltro, in considerazione della complessità della questione interpretativa, cui afferiscono interessi sensibili e delicati per l’ordinamento giuridico, tenuto anche conto delle già intervenute pronunce di merito e di legittimità da parte dell’Autorità giudiziaria, allo stato non può darsi un’interpretazione certa e definitiva.

Il Direttore generale
Dott. Enrico Finocchi

link al documento originale

45 thoughts on “Il Ministero dei Trasporti si esprime sulla validità del “29/1 quater”

  1. Dice semplicemente che i noli buri (e non) possono fare esattamente quello che vogliono e che la 21/92 dove impone di ritornare in rimessa non ha valore. Quindi direi, a naso, che un funzionario statale dice che la Legge non vale un ca##o.

  2. Dice tutto e non dice nulla… sicuramente dice che nel bene e nel male il governo si deve dare una mossa a decidere. Con una lettera così come fa un pubblico ufficiale a decidere quale legge applicare . In pratica lo stesso MIT ammette che non c’è chiarezza.

  3. …”in ragione del quale il Legislatore ha inteso subordinare l’attuazione della novella legislativa al Decreto interministeriale de quo…”
    Neanche con Google sono riuscito a tradurlo.
    …”allo stato non può darsi un’interpretazione certa e definitiva…”
    La famosa certezza della Legge… e scrive il direttore generale del ministero!!

  4. Questo finisce come il ministro, dimissionario dopo che platealmente sta cercando di spianare a californiani e non… attendere

  5. Questo Finocchi si mette di traverso pure lui, chi c’e’ in coda?? Da questo si capisce che i versamenti di dollari sono gia’ stati “calati”, vedremo tante capriole e salti mortali, manco alle olimpiadi!! E il governo, tace e probabilmente ci ha preso per il didietro!

  6. Scusate se mi intrometto sono un Ncc. Nove anni prima con i Tassisti non ci sono stati
    problemi la 21/92 andava bene così com’era. Il problema e nato con una modifica mai entrata in vigore, facciamo ragionamento. Ti pare una cosa normale che se porto Mia Sorella a mxp non potrei caricare mio Fratello? Perché dovrei tornare in rimessa
    Saluti a tutti.

  7. Buongiorno,
    tocca di ricordare un paio di cose:
    1)Lo sciopero taxi è stato ritirato in base ad un accordo che prevede una legge delega che superi lo stallo. Cos’è? Una Legge fatta dal Governo su delega del Parlamento che sostituirà o comunque modificherà la 21. In pratica, le norme che il Dirigente indica per sospese sono già morte con l’avallo dei Tassisti. Discutere su cosa inserire nella Legge delega piuttosto di cosa c’è in quella prossima alla pensione sarebbe più utile.
    2)La parte di legge che si intende sospesa è quella che prevede:
    – Che se un Ncc scarica a Malpensa non possa caricare a Malpensa un altro cliente mezz’ora dopo nemmeno se questi ha prenotato il servizio un mese prima. L’Ncc deve comunque tornare in rimessa o mandare un suo collega.
    -Che un Ncc di Sesto San Giovanni non possa avere la rimessa a Cormano
    -Che un Sindaco possa vietare l’accesso al centro agli NCC o farli entrare a pagamento. Se L’NCC è un servizio pubblico va dove va il taxi, se diventa privato al 100% allora deve essere libero di fare quel che vuole, senza contingentamento, senza requisiti ecc ecc. A quel punto come gli altri privati potrà subire vincoli alla circolazione.
    Tutto questo con la California non c’entra nulla, anzi, sono proprio delle stupidaggini come queste che, rendendo impossibile lavorare in regola, danno potere a chi delle regole se ne fotte, sia esso un californiano, un hotel, una finta onlus.
    Fare una legge delega di solito è un processo veloce (5/6 mesi). Invito perciò le categorie a fare uno sforzo per immaginare il futuro piuttosto che concentrarsi su un passato peraltro utopistico.

  8. Tu annoiati, ma se vuoi esprimerti al Ministero non hai che fondare la tua Associazione e presentarti al tavolo.
    Fino ad allora il sistema democratico (più o meno) in vigore si poggia sulla rappresentatività.
    Per cui, le Associazioni di Categoria hanno fatto un accordo col Governo. Non ho nemmeno visto nessuno in piazza a protestare. Per cui dobbiamo pensare che chi ha sottoscritto quell’accordo lo ha fatto in nome e per conto della Categoria.
    Ci mancherebbe che tu o i tuoi lettori non abbiano il diritto di protestare fino alla morte. Questo non cambierà gli eventi che accadranno nei prossimi mesi. Se preferisci subirli piuttosto che partecipare è solo un problema tuo.
    Anche la 21 non si tocca è uno slogan stantio. Decine di forme di abusivismo a quei tempi non c’erano e la 21 non li vieta. Perfino la Bibbia ad un certo punto ha accolto il nuovo testamento, ma si vede che tu preferisci il Corano che è immodificabile e di cui gli ottimi risultati sono sotto gli occhi di tutti.

  9. Il dirigente. …non è un giudice….non ha titolo per dichiarare ” intese sospese ” leggi in vigore e non è neppure un legislatore. Trattasi di ennesimo burocrate di cui nessuno conosceva l’esistenza e di cui ancora meno si sentiva la mancanza.E denuncia pure incompetenza confondendo un parere giuridicamente contestabile con una sentenza immediatamente applicabile pur non avendo nessun titolo per emetterla. Sarà un amico degli amici….?Povera Italia…

  10. Lei signor Orazio deve tornare nella rimessa ubicata nel territorio che le ha concesso l’autorizzazione come un taxi proveniente da altra città. La sua autorizzazione dovrebbe servire a soddisfare la mobilità di quel territorio . PEr legge.. Suo fratello si può servire di un NCC con titolo autorizzativi abilitato a lavorare su Malpensa…oppure prendere un Taxi….

  11. Artusa, non è uno slogan è semplicemente una legge e le leggi da che mondo è mondo vanno rispettate e vanno fatte rispettare. A proposito, chi non le rispetta va sanzionato, chi non le fa rispettare idem per omissione di atti di ufficio e chi in qualità di funzionario di quello stesso Stato dice che una legge non va rispettata va dimissionato. Ruspa, pls.

  12. Sempre per puntualizzare: la Bibbia non ha accolto un bel niente essendo antecedente al Nuovo Testamento (che infatti si chiama Nuovo).E lasci perdere impropri paragoni …..anche irrispettosi dei sentimenti religiosi e restiamo nel seminato .

  13. Ero volutamente ironico con quel suo “fratello”……forse non ha colto. …oppure non ha voluto. ..Lei sa benissimo che la sua precisazione è superflua e fa un torto alla sua intelligenza e non alla mia nel proporla….Ha invece glissato sull’argomento semplicemente perché sa di avere torto e di non poter pretendere di fare ciò che comunque magari fa lo stesso ma che oggi non è consentito. Comunque non si preoccupi per il fratello , l’amico,il cliente, possono rivolgersi ai vettori che lavorano nelle regole e il loro diritto alla mobilità è garantito.

  14. La sua precisazione signor Orazio volendo fare un torto alla mia intelligenza lo fa alla sua…perché lei non ha colto. ..o non ha voluto cogliere la risposta alla sua “provocazione”in merito alla mancata possibilità di trasportare suo “fratello “….Non si preoccupi per suo”fratello ,per un suo amico, o meglio e qui siamo al punto, per un cliente, che io mi guardo dal chiamare “suo”. Lei pretende di fare, e magari fa lo stesso,quello che oggi la legge non le con sentirebbe. Quel “fratello “, quell’amico, quel cliente si possono rivolgere ai quei vettori siano essi NCC siano essi Taxi che lavorano nelle regole per vedere soddisfatto e garantito il loro diritto alla mobilità. Ma arriviamo al dunque : lei pretende di fare suo un cliente che stando alle regole non lo sarebbe . Interviene su questo Blog in maniera impertinente. Un po’ di decenza e se non ha argomenti si astenga dal replicare.

  15. La sua precisazione signor Orazio volendo fare un torto alla mia intelligenza lo fa alla sua…perché lei non ha colto. ..o non ha voluto cogliere la risposta alla sua
    “provocazione”in merito alla mancata possibilità di trasportare suo “fratello “….Non si preoccupi per suo”fratello ,per un suo amico, o meglio e qui siamo al punto, per un cliente, che io mi guardo dal chiamare “suo”. Lei pretende di fare, e magari fa lo stesso,quello che oggi la legge non le con sentirebbe. Quel “fratello “, quell’amico, quel cliente si possono rivolgere ai quei vettori siano essi NCC siano essi Taxi che lavorano nelle regole per vedere soddisfatto e garantito il loro diritto alla mobilità. Ma arriviamo al dunque : lei pretende di fare suo un cliente che stando alle regole non lo sarebbe . Interviene su questo Blog in maniera impertinente. Un po’ di decenza e se non ha argomenti si astenga dal replicare.

  16. Secondo Artusa le nostre associazioni di categoria avrebbero stipulato un accordo in base al quale ci saremmo scavati la fossa da soli…..voglio sperare che queste siano solo le sue speranze e non rappresentino la realtà….la 21/92 è una legge giusta e l’uno quarter sacrosanto……e la sua applicazione serve solo ad evitare che furbetti con autorizzazioni rilasciate da comuni posti a 60 km da Milano lavorino stabilmente fuori dal territorio per le esigenze del quale quella autorizzazione è stata rilasciata…..sarebbe oltremodo auspicabile un’indagine della magistratura per verificare la modalità e i criteri con cui molte ed oserei dire la maggior parte delle autorizzazioni Ncc sono state rilasciate e magari provvedere a ritirarle….so che le nostre associazioni agendo per vie legali sono riuscite ad ottenere il ritiro di alcune autorizzazioni….spero che si vada avanti su questa strada perché sinceramente la solfa degli “imprenditori” imbrigliati da questa legge ingiusta fa un po’ ridere ……

  17. Lei è troppo polemico. Lei pensa di fare il Suo lavoro sempre nella legalità non mi faccia ridere.

  18. Non è secondo Artusa, ma secondo il comunicato stampa pubblicato dal Ministero a cui non sono seguite smentite. Informarsi non guasta nell’esercizio del proprio lavoro. Sarà anche sacrosanto il quater, peccato che le modalità di gestione del TPL, l’organizzazione e il contingentamento siano competenze regionali. Rileggiamo la Costituzione al Titolo V.
    Sarà pure sacrosanto, ma se incostituzionale non ha futuro in uno Stato laico.
    Saluti.

  19. Peccato che il giudice di Milano abbia smentito il “funzionario” in questione nella causa contro il pop. Guarda che guadagnate anche voi il salvacondotto per la non estinzione se il mercato non si devasta.

  20. Io il mio lavoro sono certo di svolgerlo nel pieno della legalità IO……..Lei che scrive da anonimo e lo stesso Artusa dite un pò di dove sono le vostre licenze……

  21. Ah dimenticavo…..visto che ci siamo potreste anche spiegarci come avete ottenuto le vostre autorizzazioni……vi prego illuminateci!!!!!!!!

  22. Marco, Artusa ha l’arroganza di venire a predicare il suo verbo distorto proprio qui…..è inevitabile la polemica e comunque io la risposta ai miei quesiti da queste persone così limpide ..da questi imprenditori ….la vorrei…..io sono disposto a pubblicare il mio contratto di compravendita della licenza se questi signori pubblicano i loro…..se dicono con che bando hanno avuto le autorizzazioni….e magari poi si potrebbe vedere in base a quali dati il bando è stato indetto….e magari poi si potrebbero contattare le iene…..tanto se siamo tra persone limpide che non hanno nulla da nascondere…..

  23. Caro Alebrì, dimmi tu cosa devo fare. Non ti piace il confronto? Ti piace vincere facile? Per non essere “arrogante” devo essere accondiscendente?
    Anche no. Autorizzazioni di Arese, una vinta a bando e una acquistata sul mercato. Le rimesse sono nello stesso Comune in più ho una rete di clientela sul territorio per cui se non sono in servizio sono a Casa. Altro da chiedere? Questo è un vizio tutto italiano, se protesto contro una norma IDIOTA e scritta COI PIEDI tanto che al Ministero (lo sanno anche le vostre OOSS) i decreti attuativi sono stati definiti “impossibili da fare”, vuol dire che sono irregolare e rifiuto di mettermi in regola. E’ questo il punto, il quater non ha avuto il fine di risolvere una stortura che c’è, è innegabile che ci sia, ma aveva il fine di punirci tutti (manco stessi al cospetto di S. Pietro) e deviare la nostra clientela. A proposito di trasparenza, prima del contratto di compravendita, magari nome e cognome. Che dici? Anche a Radio 24 Simone Spetia mi chiese di dove avessi l’autorizzazione visto che mi ero scagliato contro la fu GM Di RU…. Come dire, visto che contesti la legalità della “mia ospite” vediamo come sei messo tu. Un vizio diffuso insomma. Per concludere, arrogante o meno, il Titolo V della Costituzione resta quello. Lo ha scritto anche Nordio di Confartigianato Taxi, sarebbe bene che lo leggeste e magari, se ne ha voglia, che Marco lo pubblicasse giusto per vedere se scrivo cose campate per aria oppure no. Saluti.

  24. Caro Marco, credo che un orologio e un calendario ce l’hai anche tu nel tuo telefono cinese.
    Come fa una sentenza dell’estate 2015 a smentire una circolare della primavera 2016?
    La Giudice non ha considerata valida la circolare di allora, ma su questa diamole il tempo di esprimersi no?

  25. Caro Francesco, tu mi insegni che le circolari non fanno sentenza e le sentenze sotterrano le circolari. E non pensare che il tuo BlackBerry da ncc “evoluto” sia meglio del mio cinese.

  26. Corretto, quindi aspetta la sentenza che sotterri anche questa circolare senza dare poteri mistici ad una sentenza uscita 9 mesi prima della circolare.

  27. Alebri sta per Alessandro Brioschi……licenza 1963 di Milano… se mi vedi in giro ti offro il caffè Artusa…..Per quanto riguarda i bandi con i quali vengono assegnate le autorizzazioni Ncc la magistratura ha già fatto luce su diversi inciuci e ritirate diverse autorizzazioni rilasciate con criteri e modalità non proprio trasparenti (per usare un eufemismo)….Campodimele docet……..

  28. Artusa se vuoi fare il tassista, acquista una licenza al prezzo di mercato e non le autorizzazioni a 2 soldi se non gratis!!! Avete rotto le scatole con le vostre richieste inutili e con le vostre pretese!!! Tira fuori i soldi se vuoi avere la stessa fetta di mercato del taxi ed impara a fare dei sacrifici!!!

  29. Francesco questa circolare è nata già sotto terra come le rape. Come fa una circolare di un funzionario ministeriale ad avere più valore di una sentenza giudice civile? E’ scritta su richiesta non si sa neanche bene chi (dicono voci che “sono stati gli ncc”) e cade come un colpo di cannone sparato a salve. Credo che, tra l’altro, sia un clamoroso autogol per chi si ritroverà le polizie municipali incarognite alle costole. Contenti voi…

  30. Artusa se vuoi caricare a MPX dopo aver subito lasciato un cliente togli il vestito da becchino e prendi una licenza taxi, mettiti in coda per 4/5 ore e se sei fortunato fai una bella corsa e magari sei nelle vicinanze del comune che ti ha rilasciato la licenza o se va male e avanza tempo riprovi che sarai più fortunato, se no torni a casa come tanti e vai al posteggio del musocco! Te capi!

  31. Regione che vai usanze che trovi … sono un NCC della Toscana e vi posso assicurare che il 99 % dei NCC della Toscana lavora solo su prenotazione e a U…. BLACK a Firenze dice hanno aderito solo 20 sfigati NCC . Qui la situazione è totalmente diversa dalla Lombardia e dal Lazio , NON dovrebbe esistere questa lotta fra taxi e NCC (è arrivata anche qui) il lavoro per fortuna c’è per tutti, tutti sanno il costo delle licenze e aut. NCC , vedo solo un aumento esponenziale degli ABUSIVI ( CIN…. compresi) quelli per intendersi senza partita iva, qui le nostre forze si dovrebbero unire per contrastare tale fenomeno , lo scontro che sta avvenendo fra taxi e NCC non porterà a nulla di buono (vedi 70 nuove licenze taxi a Firenze ) e presto …dicono rilasceranno molte aut. NCC del Comune di Firenze … quindi mi complimento con tutti noi per gli ottimi risultati di categoria che stiamo raggiungendo …

  32. Caro Massimo,
    al musocco non saprei che fare. A fine servizio me ne torno a casa. Per mettersi in coda a Malpensa dovrei andare al desk ncc (di un tassista ma sorvoliamo, anzi, sorvolate) o fare il tassista e non ho voglia di fare nè l’uno, nè l’altro.
    4/5 ore mi sembrano anche poche quando lasci l’intera area A in mano agli abusivi e tu te ne stai 5/600 metri più avanti ad aspettare che uno risalga il monte con le valigie.
    In ogni caso, se vuoi i miei clienti comprati una bella macchina, impara 3 lingue straniere, renditi disponibile 7 giorni su 7 e 18 ore circa su 24 e se sei bravo magari me la soffi qualche PRENOTAZIONE. Se aspetti che una legge costringa i miei clienti ad andare sul taxi temo che attenderai ancora a lungo. Ti saluto.

  33. Alessandro Grazie per il caffè. Ho una serie 7 nera e la riconosci dal logo U… no thanks sul parabrezza. Angelo, io la licenza taxi ce l’avevo e pure gratis. Non l’ho voluta perché non voglio fare il tassista. Rifiutare il verbo tassista non significa voler fare il tassista, significa voler fare il proprio lavoro in regola. In Lombardia (e più in generale al Nord) non risultano casi tipo Campo di Mele. Per il resto noi (parlo per la mia associazione) NON chiediamo l’abrogazione della rimessa e siamo a FAVORE perché resti il divieto di stazionamento. Il taxi faccia il taxi e magari eviti di usare le APP per fare l’NCC. L’NCC faccia l’NCC e per quello che ce ne frega si può vietare per legge all’utenza di utilizzare la geolocalizzazione con gli NCC, tanto se devi prenotare è inutile. Il 29/1 quater è una vaccata. Prima lo capite, meglio è. Se non ci pensa il Governo ci penserà la magistratura perché, nonostante le balle che vi raccontano alcuni sindacalisti, sfido a trovare una sola sentenza che sia entrata nel merito di quelle stupidaggini. Non esiste perché ancora nessuno di noi ha risalito la trafila giudiziaria. Poi però ricordate che eravate stati avvisati così come vi avvisammo un anno prima dei sindacati di U. E’ stato un piacere. 😉

Comments are closed.