TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Ddl concorrenza, gli emendamenti della discordia

Tratto da politx.it di Gaia Catalani

politx(…) Il secondo nodo da sciogliere: le auto Ncc e il servizio Uber che recentemente hanno scaldato animi e piazze (anche d’Europa). In particolare, tra gli emendamenti presentati, l’iniziativa Lanzillotta (Pd) potrebbe favorire la legalizzazione del servizio Uber attraverso l’estensione delle discipline vigenti e liberalizzare il servizio Ncc attraverso la cancellazione dell’art. 11 della legge 21/1992 con buona pace dei tassisti. In pratica si concede più libertà agli autisti di questa categoria. Finisce l’obbligo per le auto di tornare in rimessa al termine di ogni corsa e potranno avere la rimessa nello stesso comune che ha rilasciato l’autorizzazione. 

Per quanto riguarda Uber, il Partito Democratico spingeva da tempo per una normativa che regolarizzasse il servizio. Ora questo progetto potrebbe realizzarsi con l’emendamento presentato: il governo infatti sarebbe tenuto a varare un decreto per estendere l’obbligo di registrazione delle piattaforme, tra cui anche Uber.

6 thoughts on “Ddl concorrenza, gli emendamenti della discordia

  1. Veramente no komment…….tutta questa storia è una vergogna frutto di corruzione e di mazzette…….counque sapiiamo tutti dove stà Montecitorio e il Senato, ci si può andare con la propria auto e bivaccare li vita natural durante……con tutte le conseguenze del caso……

  2. 22 maggio 2014 , ecco cosa dice Renzi Matteo : “Io ho utilizzato U… a New York con un amico. L’ho trovato un servizio straordinario ” ….. cosa possiamo aspettarci da uno che ragiona così ?

Comments are closed.