TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Aggiornamento causa Uber

TAMtaxitam.it Rendiamo noto che lo scorso 26 novembre ci siamo costituiti (insieme agli altri citati) in giudizio dinanzi al Tribunale Civile di Torino – con l’assistenza degli avvocati Giustiniani, Moravia e Gigliotti dello Studio Legale Pavia e Ansaldo e dell’avvocato Fabbi – per difendere il settore taxi dal nuovo attacco del Gruppo UBER che sta tentando di far revocare la sospensione del servizio UBER-POP disposta dal Tribunale di Milano nello scorso mese di maggio. 

Il Presidente del Collegio Giudicante ha subito accolto una delle nostre difese in cui si evidenziava l’erroneo omesso coinvolgimento del singolo driver (uber-poppista) che era stato oggetto dell’ordine di sospensione emesso dal Tribunale di Milano, e ha disposto il rinvio della prima udienza dal 16 dicembre 2015 al 23 marzo 2016, allo scopo di citare in giudizio anche il driver. Nel frattempo il Gruppo UBER non potrà in ogni caso riattivare il servizio UBER-POP in nessuna parte del territorio italiano. Vi terremo aggiornati su ogni ed eventuale sviluppo.

22 thoughts on “Aggiornamento causa Uber

  1. Esatto , perché i tassisti coinvolti nelle città ove vi era la presenza di rU… plop e nero non citano in giudizio per le perdite di guadagno ??? grazie

  2. AFirenze , chiamate gli ncc come chiamare il taxi ( da parte dei portieri d’ albergo ) é diventata quasi la normalitá e il tutto con il tacito consenso da parte dell’ amministrazione , anzi a Firenze l ‘ amministrazione é molto disponibile e servile nei loro confronti in quanto impedisce a i vigili di fargli le multe anche se sostano in aree vietate compreso le atee pedonali esclusive .

  3. Non mollano ovviamente , il guadagno lo avevano e non era roba da poco . Staremo a vedere .

  4. forse non ci siamo capiti. siamo noi ad essere stati citati da U….
    ho personalmente ricevuto a casa gli atti giudiziari con i quali mi citavano in giudizio, come firmatario del ricorso che ha bloccato la loro attività.
    oltre a dover pagare le spese legali, che sono molto più alte rispetto al ricorso, visto che questa è una causa vera e propria, c’è anche il caso di perdere e dover pagare.
    la sede di torino è stata scelta da loro perché così consente la legge. a milano, dopo le sberle prese, non si sarebbero certo ripresentati.

  5. Non sapevo di questa porcheria Giovanni,sono d’accordo e solidale con l iniziativa di Marco riguardo la colletta.

  6. Piena solidarietà con Maggiolo che nel suo tempo libero ho visto a Linate fare dei rilevamenti in termini di tempo e di traffico per quel che concerne quella “porcheria” di lavori che stà eseguendo la Sea presso il posteggio di Linate.
    Penso che dobbiamo riattivarci per fare una colletta e darle una mano d’aiuto per sostenere le spese legali in questa assurda vicenda.

  7. Caro Giovanni veramente grazie per tutto quello che stai facendo ben volentieri pronti ai contributi!!!

  8. In questo momento bisogna essere uniti e dare un contributo a chi ci difende e tutela perché è così che si combatte contro questi poteri forti.

  9. Presumo che la causa si svolga a Torino perchè è sede del’Autorità per i trasporti…

  10. Si svolge a Torino perché U ha preso la batosta a Milano e sta cercando miglior fortuna in un altro porto. Affonderà anche qui. Se si organizza una raccolta fondi sono pronto a spendere tempo e buona volontà. Spero che si superino le solite gelosie/invidie/inimicizie interne alla categoria e si proceda quanto prima in quella direzione.

  11. stavolta 50 euro a testa basta diamogli quello che si meritano e devono contribuire tutti i taxi conurbati anche quelli non di milano ma che mangiano da noi stop.

  12. Marco organizza se puoi una colletta per il collega Giovanni!!!!
    Daje Maggio’ !!!!!!

  13. La sentenza di Milano mi è sembra oro colato e non perché sono un taxista , io mi vergognerei al posto loro , avidi e spregiudicati … se devo essere sincero mi fanno davvero schifo .

  14. Non chiedere troppo Davide, chi è avido e spregiudicato non può provare vergogna, visto che è una sensazione che non conosce. Il denaro rende forti, il sostegno dei potenti rende arroganti, il controllo sui deboli rende onnipotenti. Una forte e determinata opposizione li rende vulnerabili.

  15. Si , la guerra , ma con le pistole ad acqua … mentre U… Pop imperversava : Milano, 21 aprile 2015 – Expo esente dalle conseguenze delle proteste dei tassisti milanesi aderenti al Tam: non ci saranno scioperi contro U… nel periodo dell’Esposizione. Lo ha assicurato il presidente dell’associazione di categoria, Claudio Severgnini .

Comments are closed.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Disabilita il blocco della pubblicità per sostenere Taxistory

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock