TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Uber, l’Authority: «È una realtà, il Parlamento deve adeguare le leggi»

altancomplessitailsecoloxix.it L’Autorità per i trasporti ha scritto al Governo e al Parlamento suggerendo un intervento legislativo che tenga conto dell’attività dei servizi di trasporto pubblico che vengono attuati grazie a sistemi tecnologici, come Uber.

La posizione dell’authority aumenta ancora la pressione sulla classe politica, che non è mai andata oltre alle dichiarazioni di supporto o di critica al servizio.

Lo scorso 26 maggio il Tribunale di Milano aveva disposto il blocco in tutta Italia di UberPop, il servizio di Uber per gli autisti fai da te, e aveva dato all’azienda 15 giorni, ovvero fino al 10 giugno, per mettere in atto lo stop. 

L’«atto di segnalazione» dell’authority al potere esecutivo e a quello legislativo è in realtà stato approvato dall’Autorità il 21 maggio, prima della decisione del Tribunale. Secondo l’Autorità dei Trasporti, la diffusione dei «servizi tecnologici per la mobilità impone di riconsiderare l’adeguatezza degli istituti e delle categorie giuridiche sulle quali si è fondata sinora la regolazione della materia».

L’Autorità riconosce così per la prima volta le nuove forme di mobilità che si svolgono attraverso le piattaforme tecnologiche e ne ammette anche la natura commerciale. L’atto chiede anche degli obblighi specifici per i conducenti, ma di fatto include Uber e servizi simili nel sistema dei trasporti. Ora la palla passa davvero al Parlamento.

9 thoughts on “Uber, l’Authority: «È una realtà, il Parlamento deve adeguare le leggi»

  1. L’avevo detto che la sentenza era solo un mattoncino, che non avremmo potuto rilassarci a lungo, ma niente paura, il governo dopo le regionali è più debole, Orfini e compagnia, di nuovo alle prese con Roma capitale devono pensare a salvare il loro di culo (e poltrona), non quello grosso della L. e non credo abbiano voglia di accollarsi casini con i tassisti quindi il peggio (autorità dei trasporti), è arrivato nel momento migliore per noi. Almeno credo. ps. se sento ancora qualcuno che ha votato questo governo……

  2. … Cosa è la realtà? Deprimere un mercato già in crisi ? Ma cosa pensano di trovare il tesoro dei pirati??? Poveri illusi !!!

  3. Brutta storia … con Renzie e Delrio sarà difficile spuntarla , non penso ignorino l’ Authority … l’ euforia per la vittoria è durata proprio poco

  4. Caro Davide e inutile parlare si deve agire subito senza neanche avvisare o vivi o morti

  5. A questo punto legalizziamo anche le app per compiere dei reati ,come vendere droga o vendere cose rubate, tanto con la scusa che un app è qualche cosa di tecnologico e che deve essere usata in barba alla legge si potrà fare di tutto…..

  6. Ciro hai ragione … ma manca la grinta , la voglia , la convinzione … sembra una categoria zavorrata … nel 2006 forse eravamo più giovani , non lo so … qui ormai al massimo ci facciamo aiutare da un studio legale , ma ci fermiamo lì …. ADESSO PERO’ C’ E’ IL GOVERNO DA AFFRONTARE

  7. Davide sono convinto le tue impressioni sono fondate.I debiti sono riusciti a zittire il popolo.Alcuni non sanno da dove cominciare la protesta .Noi non perdiamoci d’animo altrimenti vincono loro.

Comments are closed.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Disabilita il blocco della pubblicità per sostenere Taxistory