TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Uber in aula, «Se il giudice ci blocca, sarà l’Europa a darci ragione»

Tribunale-di-Milanoilsecoloxix.it «Se lunedì il tribunale di Milano ci blocca per concorrenza sleale, noi di Uber rispetteremo la legge e sospenderemo il servizio. È già successo in Spagna, per una causa legale quasi identica a questa. Ma non sarà la fine di Uber in Italia, così come in Spagna. Ci appelleremo contro un’eventuale sentenza sfavorevole, e combatteremo per cambiare la legge italiana e quella comunitaria europea. Abbiamo dalla nostra la Costituzione italiana e le regole dell’Ue sulla liberalizzazione dei servizi». Chi parla al telefono con La Stampa è Mark MacGann, responsabile a Bruxelles delle relazioni di Uber con le Autorità di controllo, con i governi, con i Parlamenti dei singoli Stati d’Europa e con l’Ue.

Ma lei che previsioni fa sul futuro di Uber in Italia?  

«Per quanto riguarda la decisione del tribunale di Milano non lo so. In Italia abbiamo avuto sentenze diverse in città diverse, dai tribunali, dai giudici di pace a Milano, a Torino, a Genova. Per adesso ci muoviamo in un vuoto legislativo. Ma sul futuro sono molto positivo. L’Autorità dei Trasporti sta preparando una relazione, non so come si stia indirizzando, ma so che il precedente ministro dei Trasporti, Lupi, non voleva neanche sentir parlare di Uber, mentre quello attuale, Delrio, si è espresso in modo positivo. Credo che il Parlamento italiano si esprimerà a favore e lo stesso farà l’Europa, perché nel mercato comune i servizi vanno verso una sempre più completa liberalizzazione».

Davvero credete di poter superare le resistenze dei tassisti, che sono politicamente forti e ben organizzati?

«Il caso del Regno Unito dimostra che non c’è contrasto di interessi economici fra gli autisti di Uber e i tassisti. A Londra e in altre nove città britanniche i tassisti continuano ad avere i loro vecchi diritti e privilegi, le licenze esclusive, i parcheggi riservati eccetera. Ma a loro si è affiancato il servizio di Uber, e i tassisti continuano a guadagnare quello che guadagnavano prima. Questo succede perché il cliente che prende le auto di Uber non prenderebbe comunque i taxi, troppo costosi. Il servizio delle auto pubbliche non si esaurisce nel segmento dei taxi. C’è spazio anche per Uber».

E in Europa nel suo complesso come vi vanno le cose?

«Qualcuno ci blocca ogni tanto, ma la mentalità si sta aprendo sempre più, e la questione non è più se avere Uber, ma come regolare la nostra presenza».

Voi desiderate le regole? Non approfittate della loro assenza?

«Noi vogliamo essere regolati».

Però si dice: i vostri autisti approfittano di quest’anarchia per lavorare otto ore e poi mettersi pure a guidare per Uber. Questo non è un pericolo?

«No, e infatti in Italia Uber non ha mai avuto incidenti, in Francia appena un paio. Noi controlliamo le auto, controlliamo i guidatori, controlliamo la copertura assicurativa e ne diamo una aggiuntiva».

Altra obiezione: non pagate le tasse.

«Ma se tutti i nostri pagamenti sono digitali e tracciati! Di sicuro siamo più trasparenti noi dei tassisti».

Di recente si è parlato di nuovi business per Uber: un servizio elicotteri a Shanghai, trasporto di pasti in auto a New York…

«A Shanghai il servizio è sperimentale, ma trattandosi di una città con un traffico tremendo, può avere successo un servizio di elicotteri per vip (manager, ambasciatori) da estendere in altre città del mondo. Quanto alle consegne per i ristoranti in tre città americane e a Barcellona, si tenga presente che Uber è un’app, integrabile con molte altre, da Amazon a eBay, per fare servizio cargo e trasportare qualunque cosa, oltre alle persone».

E nel futuro immediato di Uber in Italia che cosa vede?

«Prima dell’estate avvieremo il servizio in alcune città Sud di Roma. Per ora non dico quali. E per i prossimi mesi siamo partner di Expo 2015».

Questo vuol dire che rischiate di essere picchiati sia dai tassisti sia dai black-bloc?

«Purtroppo non è una battuta…».

16 thoughts on “Uber in aula, «Se il giudice ci blocca, sarà l’Europa a darci ragione»

  1. …N O N C’ E’ N E S S U N V U O T O L E G I S L A T I V O. . . PEZZO D’ASINO CHE VUOI RELAZIONARTI CON LE AUTORITA’ DI CONTROLLO, COI GOVERNI ,COI PARLAMENTI DEI SINGOLI STATI D’EUROPA !!!!!!! …..MA A CHE TITOLO ??????? …mi viene da vomitare…..

  2. Certo che *ber vuol essere regolato (=legalizzato), sono i suoi “partner” a dover sperare che non lo sia, ché dopo finisce la pacchia soprattutto per loro…

  3. Se li blocca l’italia sarà l Europa a dargli ragione , se li blocca l Europa sarà il mondo a dargli ragione e se li blocca il mondo sarà dio !!! Un no come risposta non è messo nemmeno in preventivo

  4. A sud di Roma a sud di roma , fammi pensare Napoli ce l’ho.si le tasse le fanno pagare a conducenti ncc.Loro dove c…o le pagano?

  5. il portalettere della povera multinazionale rischia di essere picchiato sia dai tassisti sia dai black bloc dice. aiutatelo x carita’

  6. Lui parla di varie sentenze dei giudici di Pace ma come al solito nessuno gli fa notare che sono sentenze relative a piccolissime cose e poi proprio i dispositivi di quelle sentenze che pur restituiscono patente ed auto a dei poveri sprovveduti, attestano l’ambiguità/truffaldineria di …r. La famosa istigazione a delinquere a cui aveva fatto cenno il Ministro Lupi, Cominciamo a vincere la battaglia di domani che ha tutto un altro peso poi vediamo. C’è un presidio dalle 10 davanti al Tribunale a favore dei tassisti che vogliono attendere la sentenza in prima fila.

  7. la solita spocchia dei prepotenti, poi dire che dalla loro hanno la Costituzione!! EEEEEH???, casomai la Carta è dalla nostra, ma cmq domani è una giornata importante, per la sentenza e anche per la legge regionale del Piemonte, farà scuola e spero tanto venga estesa ad altre regioni, anche in Toscana se ne parla…..questa dovrebbe passare comoda, incrociamo le dita

  8. Pezzo d’ asino mi piace …. infatti ha detto un sacco di cazzate 1) non si è ricordato che oltre alla Spagna anche il Portogallo li ha bloccati 2) non è vero che il cliente che prende le auto di U… non prenderebbe comunque i taxi in quanto troppo costosi , facile cavarsela così , ma non siamo fessi e sappiamo che rubano tanto lavoro a noi regolari 3) all’ obiezione che non pagano le tasse risponde : i nostri pagamenti sono digitali e tracciati , che risposta è ? … 4) Quando Delrio ha parlato positivamente di RU… ?

  9. Sto fenomeno ha anche affermato «Noi vogliamo essere regolati» ….bè ci vuole poco , basta andare in un parcheggio taxi !!! … tranquilli ragazzi , posso già consigliare a Marco il titolo per festeggiare domani tutti assieme su Taxistory ” GAME OVER “

  10. … Senza pubblicità *ber non esiste… chi si associa al nulla vive di illusioni!!!

  11. in piazza gira voce che la sentenza è stata rinviata dal giudice 11 maggio avete conferma?

  12. Questa e la volta buona come dice renzi se rU… arriva a Napoli autostrada Napoli Roma si paralizza perché siamo pieni di problemi e debiti siamo preparati per la lotta

  13. Caro Marco state pronti che il giorno si avvicina spero che nessuno si tira indietro

  14. Lasciate stare la sentenza dell’ 11 maggio , non ci interessa più , c’ è molto di peggio per la società di ladroni californiana , stavolta hanno fatto male i loro conti , Napoli sarà il loro capolinea … GAME OVER .

Comments are closed.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Disabilita il blocco della pubblicità per sostenere Taxistory