TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Il Comitato Tassisti Milanesi convoca una assemblea

ASSEMBLEA DI CATEGORIA

SABATO 24 MAGGIO ORE 10

Presso il Piazzale dello stadio di S. Siro (via Tesio)

Colleghi, la portata dell’attacco messo in moto da UBER, nel disegno teso
a stravolgere il nostro settore, necessita della massima unità della
categoria.

L’inerzia di istituzioni e sindacati nell’affrontare il problema ci hanno
portati, in special modo in questi ultimi giorni carichi di tensione, ad essere
completamente soli.


La gravità della situazione avrebbe voluto una chiamata a raccolta di tutta
la categoria per informarla e, DA ESSA, ricevere mandato su richieste e
iniziative. Nessuno si è sognato di convocarci ed ascoltarci.

Il Comitato Tassisti Milanesi si assumerà quindi il compito di organizzare
un’assemblea aperta a tutti, dove discutere e decidere TUTTI INSIEME
quale strada intraprendere per opporci all’illegalità e all’abusivismo.

SABATO 24 MAGGIO ORE 10

Presso il Piazzale dello stadio di S. Siro (via Tesio)

Sarà importante partecipare tutti per stabilire un percorso il più possibile
condiviso.

UNITI NELLE SCELTE E NELLA LOTTA SI VINCE

pdf originale

ASSEMBLEA_comitato_tassisti_milanesi_24-MAGGIO

29 thoughts on “Il Comitato Tassisti Milanesi convoca una assemblea

  1. x motivi di salute non potrò esserci. Contro U… dobbiamo mettere in campo Numero unico e APP x tutti i tassisti.

  2. E’ vero, nelle metropoli , numero unico o APP che riunisce tutti i numeri di radiotaxi , dando all’utente il nome del tassista , (non necessariamente il cognome), ed la propria sigla di identificazione radiotaxi.
    Ed il cliente sceglie con chi andare……

  3. ….giusto per numero unico ( i termini per la gara d’appalto del comune scadono il 9 giugno)…bene per un APP di di facile utilizzo per utenti e operatori…..ma prevedo un tantino di CONFLITTO DI INTERESSI DA PARTE DELLE CENTRALI RADIO….smantelliamo i modem da aziende e alberghi !!??…qualcuno piu’ edotto di me mi illumini….quasi quasi U… non e’ il male assoluto…..prendetela come una provocazione ma riflettete……

  4. Colleghi di Milano. Qui a Roma abbiamo sia il numero unico con colonnine che funzionano bene, inoltre nel remoto caso che il parcheggio taxi sia sprovvisto di auto, la chiamata dei cittadini viene dirottata nel telefono android del tassista. Per quanto riguarda APP pura stile U… c’è l’abbiamo da tempo, compreso pagamento con sms. Purtroppo sia per il numero unico sia per le APP delle varie radio i cittadini non le usano in quanto NON sono pubblicizzate. Mi duole dire che le varie radio si limitano solamente a incassare le 180 Euro/mese dai propri soci tassisti. Quindi le chicchere stanno a zero, per battere U servono le stesse armi ossia pubblicità

  5. Stasera pubblico il capitolato di questo fantomatico servizio di chiamata del comune, o come si chiama che non ricordo. Siete pronti ad un belal di testa?

  6. numero unico e app (bella l’idea di taxi pop) alla pubblicità ci pensiamo noi stessi, adesivi e quant’altro di dimensioni importanti sulle nostre vetture. A domani ragazzi!

    date un’occhiata

  7. Verona1 ha ragione, loro sono U…, la categoria deve essere una sola entità unita. Purtroppo però temo che ciò non basti….U… ha anche tariffe inapplicabili per i tassisti. Vorrebbe dire incassare la metà. Una rovina totale per chi ha debiti….

  8. Abbiamo solo una carta in mano: numero unico ed una App seria. Maroni oggi ha detto che U… va benissimo il problema è solo U… Pop. Per Renzi U… è fantastica. Insomma non hanno intenzione di capire e le leggi non contano, dobbiamo batterli sul mercato ed è piuttosto semplice. Basta volerlo. Mi rendo conto che ci sarebbe un problema con i radio taxi e soprattutto va considerato che chi ci lavora in qualche modo andrebbe tutelato ma la nostra strada porta altrove.

  9. Ma perche’ un cliente vorrebbe U…? Vuole avre una macchina piu bella o pagare con carta o usare le app o vuole la fattura a fine mese? Tutto questo gia esiste nei vari rtx, certo ti devi abbonare, ma con U… fai lo stesso.
    Quindi sono daccordo manca la pubblicita’ ci vorrebbe uno sforzo da parte dei rtx per fare conoscere oltre le vie tradizionali il modo di operare non solo il numero ma tutte le possibilita’ di pagamento fatturazione etc.
    L’articolo di Forbes dice che U… lavora bene dove il servizio taxi e’ pessimo e il nostro non lo e’ di sicuro.
    Pubblicita’ a nastro un po’ piu di confidenza con la carta di credito e ne riparliamo.

  10. App o non app il problema non è solo quello, oggi radio 24 parlava delle differenze. Purtroppo una buona parte della categoria vuole essere pagata in contanti piuttosto che con carta di credito. U… solo carta. Purtroppo ci sono dei colleghi che quando arriva la bella stagione vestono come dei bagnini se non peggio. U… veste in modo decoroso. Purtroppo ci sono dei colleghi che il taxi si lava quando piove, e lo puliscono all’interno quando devono fare la visita annuale all’ufficio autopubbliche. X non dire altro.
    Insomma quello che voglio dire è questo: riusciamo a dare all’utenza un’immagine migliore della nostra categoria!? La migliore pubblicità la si fa dando una immagine migliore di tutta la categoria e non in televisione o sui giornali. Ovviamente i colleghi sopra citati sono una minoranza, ma fanno una GROSSA differenza.

  11. U… allo stato attuale non è un nostro competitor, comunque non ha adesioni da parte degli NCC sufficienti a coprire la città. Avrà si e no 60 vetture anche datate metà furgoni Merced Vito. Intendo dire che va bene sino a quando rispetta i paletti posti per gli NCC ovvero niente tassametro rientro in rimessa o comunque non servizi a chiamata tipo radio taxi. Il punto è verificare se proseguiranno nel non rispettare le regole oppure se si adegueranno a fare promozione per gli NCC. Dico promozione perché giustamente gli NCC tendono a legarsi direttamente la clientela delle corse più redditizie e quindi pagata la ******** del 20 % a U… per il nuovo cliente poi tagliano fuori l’intermediario.

  12. intanto sono 160 gli ncc che aderiscono a U….sono d accordo sul fattore carta di credito e pulizia dell auto,idem no canottiera e sandali,per l auto fisserei dei limiti di età anche se mi rendo conto che io stesso possiedo un mercedes del 2007 e non ho la possibilità economica di cambiarla….

  13. Appoggio Danilo in toto dobbiamo adeguardi ed essere
    Più flessibili soprattutto con l’accettare la carta di credito
    Io ho viaggiato per più di 25 anni con il mio precedente
    Lavoro e vi assicuro che benedivo La carta di credito aziendale
    Provate a fare 2 conti della serva,2 viaggi al mese come media
    Alcuni viaggiano molto di più, quindi a questo punto se
    mettiamo insieme i costi Albergo taxi,pranzi, cene(incluso quella del
    Cliente che stai visitando x essere cortese,ecc)non includo la spesa
    Del viaggio quella si spera che l’azienda l’abbia anticipata,quindi
    Moltiplichiamo x minimo 2 viaggi al mese, già potete capire
    Da soli che la somma diventa importante sulle tasche del
    Lavoratore.
    Purtroppo visto i tempi le aziende non intendono
    Anticipare denaro contante ai loro dipendenti x svariati
    Motivi primo con l’utilizzo della Carta di credito tengono
    Sotto controllo i costi evitando ricevute gonfiate ecc penso
    Che tutti voi sappiate di cosa parlo quindi non voglio
    Dilungarmi troppo.
    Vi saluto
    Dario

  14. ma dove vogliamo andare? domani: assemblea del comitato + assemblea dell’85.
    gente incazzata che si fa il suo sito, gente che vuole farsi il suo sindacato. e il tassista ci crede. il tassista si dice che finalmente c’è dell’aria nuova in giro. e sciopera. e chiede domani cosa facciamo, andiamo avanti? e gli incazzati gli rispondono che non lo sanno, che deve decidere lui. allora: i sindacati non esistono più. e il nuovo che avanza è quello che getta il sasso e poi ritira la mano? tristezza.

  15. bisogna piantarla di farci prendere in giro!
    la contabilità dei tassisti è definita CONTABILITA’ SEMPLIFICATA. quindi non ci vuole un genio per farla bene ed evitare che ci arrivino cartelle esattoriali da decine di migliaia di euro, come quelle che ci hanno fatto avere le nostre associazioni. un commercialista qualsiasi può tenere EGREGIAMENTE la nostra contabilità.
    le associazioni si fanno pagare per tenerci la contabilità e, intanto, ci fanno iscrivere anche ai loro sindacati. così poi vanno ai tavoli e si fanno grandi a nome nostro.
    basta portare la contabilità da professionisti esterni. poi il sindacato lo scegli se ti piace quello che fa.
    troppi interessi in categoria. tutti a dire che si preoccupano del tassista e intanto, da dietro…

  16. la tecnologia riempe i vuoti dei processi dei tempi dell evoluzione. di chiamata
    noi stiamo fermi,e la tecnologia va avanti, il cliente ha ragione se a piacere a chiamare con un smartfon e noi ci lamentiamo alla fine di questo pke ci pensano gli altri.
    lo so che ncc non lo puo fare…e chiaro!!! anno acceso una scintilla, in una polveriera
    chiedetevi se a. MICROTEC piace sta cosa!!!!!!!!! e perche non l’anno sviluppato prima loro
    le potenzialita le avrebbe
    perche vogliono che rimangano le radio e semplice
    la risposta chi ce la deve dare le istituzioni o le radio???

  17. Scusa Ivan, ma non lo sai che sono uscite prima le applicazioni dei radiotaxi milanesi che quella porcata? Solo che noi non diciamo che siamo cool e non abbiamo giornalisti e bassisti falliti che inneggiano al miracolo perché non abbiamo da rubare niente a nessuno e non facciamo i buffoni nel circo mediatico.

  18. Commoventi. Proviamo a fare ordine.

    1) Nessuna organizzazione cambia piuttosto muore, a meno che non sia guidata da una persona intelligente disposta a farsi da parte o perlomeno a circondarsi di persone intelligenti
    2) Per capire che cosa vi sta succedendo dovete almeno provare a mettervi dalla parte di chi il taxi lo prende, oggi in tempo di crisi. Quando sono andato da uno di questi geni che dirigono le associazioni a proporgli un’indagine sugli utenti, mi ha risposto: sappiamo già tutto. Ma se non sai chi ti paga e perchè, difficilmente ad esempio rimodulerai le tariffe operazione essenziale.
    3) Qualità del servizio: inglese, pos, decoro, estetica, gentilezza. Urge un codice di autoregolamentazione con sanzioni immediatamente esigibili.
    4) COMUNICAZIONE. Sono anni che predico invano e mi sono ovviamente stufato: o rovesciamo lo stigma, l’immagine o prima o poi riusciranno a farci fuori
    5) L’UNICA LOTTA CHE SI PERDE E’ QUELLA CHE SI ABBANDONA

  19. .

    Maroni, Lupi, Pisapia : U…Pop è fuori legge…….accidenti che scoperta !!!!
    IL problema è U… classico
    U… è fuori legge perchè usa gli NCC praticamente a fare un lavoro di piazza, è la cosa è talmente palese che U… è dichiarato fuori legge in paesi come Germania e Belgio. Negli USA , all’interno degli Stati dove è stato accettato hanno messo tremila paletti a livello operativo.
    La cosa che fà girare i coglioni è che per adesso U… è fuori legge ed quindi per adesso il SITO U… VA’ OSCURATO !!!!!
    Per quel che riguarda i controlli non sono una cosa difficile da attuare…..basta che le forze dell’ordine preposte per i controlli si registrino come utenti sul sito ed chiamano gli NCC per fare una corsa, alla fine della corsa le dicono: documenti prego……. patente, cap, carta di circolazione, ecc..ecc…
    In questa maniera ne sospendono di NCC che lavorano per U….
    Ed ripeto nella situazione attuale il SITO U… VA’ OSCURATO !!

  20. Potremo fare tutti gli sforzi che vogliamo e li faremo, ma app, pos, pubblicità’, gentilezza ,decoro, puntualità’,caramelline a bordo e tutto quello che ci inventeremo, non eliminerà’ mai il “gap” che c’ è tra i taxi e gli NCC.
    Dalla loro hanno ” l’omogeneità ” che noi mai saremo in grado di offrire perchè le nostre peculiarità sono altre.
    I mistery client ci hanno dato una buona votazione media di cui andiamo fieri e il problema sta proprio in quella valutazione media.
    La raggiungi appunto tra un minimo accettabile e un ottimo servizio. E sarà sempre così . E’ così in tutto il mondo. Il taxista sceglie da solo come si veste al mattino , che auto compra, come si comporta con i clienti.
    Ci sono colleghi che neanche caricano le valigie. Aprono da dentro il bagagliaio. Si fermano al lato opposto del civico e fanno attraversare i cliente alla faccia del door to door.
    La clientela, se ha un minimo di tempo in più e magari non gli stiamo simpatici, se è disposta a spendere di più e ci vuole magari fare un dispetto , se ha uno smartphone, se se se e per ora è una nicchia, li chiama e saprà con certezza che tipo di servizio gli verrà offerto.
    Mentre noi ci masturbiamo il cervello i nostri “cugini impuri” continuano a lavorare e lavoreranno sempre.
    La caccia all’ NCC durerà poco. Noi invece vivremo sempre sotto il ricatto psicologico del perdere ancor più terreno , chiederemo sempre meno alla nostra controparte (enti locali) per non irritarli.
    Turni liberi non appena l ATM si fermerà per dimostrare che siamo in numero sufficiente e non fare che l’Autority suggerisca qualche emissione di licenze.
    La tariffa sempre compressa ancorata ad un algoritmo demenziale creato ad arte e da noi digerito che praticamente ha bloccato ogni miglioramento economico. Galleggiamo.
    E naturalmente monitorati, navigatore alla mano,da qualcuno che salirà a bordo fingendosi cliente per vedere se siamo bravi. Sennò ciccia.
    A meno che non rialziamo la schiena e senza paure ci allontaniamo dall’ angolo dove ci hanno cacciato e con dignità rivendichiamo ciò che ci spetta. Tutto. Dalla viabilità ai posteggi decenti a un ufficio autopubbliche non pulcioso con orari in linea con il nostro.
    Non ci regala niente nessuno e come abbiamo visto anzi ci tolgono.
    Vogliamo essere buoni e ragionevoli con tutti ma non tutti vogliono esserlo con noi. Iniziamo a distinguere.

  21. Vittorio il tuo discorso non fà una grinza……ma iniziamo per vie legali a fare un Esposto al Prrocuratore della Repubblica per far oscurare immediatamente il sito per pubblicità ingannevole dato che li si parla ancora di U…pop.
    E poi bisogna fare un decreto legge in cui si dichiarano illegali le applicazioni che non comportano un uso corretto degli NCC .
    Perchè il bandolo della matassa in cui U… ed in futuro qualcun ‘altro sguazza è quello …….cioè l’uso non corretto delle applicazioni nel gestire l’attività degli NCC.
    Sappiamo tutti che U… è illegale in mezzo mondo, ma è anche vero che la dovè è legale le hanno imposto tanti paletti operativi dovuti proprio dalla distanza e dal tempo che copre NCC dalla sua rimessa al punto di prelievo del cliente.
    Dopo che i tassisti hanno bloccato Parigi per tre giorni hanno fatto cosi in Francia ,e sembra tutto sommato una soluzione equilibrata che mette al riparo da eventuali arroganze di Multinazionali ed società locali in futuro.
    E penso che qualunque tipo di governo nazionale ed regionale ci sia ,debba fare solo questo, un decreto legge o ordinanza Regionale in cui si pongono Ilegali L’uso di applicazioni del genere ed legali l’uso di applicazioni di questo tipo ma se sono presenti vincoli operativi chiari e ben determinati.

Comments are closed.

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Ads Blocker Detected!!!

Disabilita il blocco della pubblicità per sostenere Taxistory

Powered By
Best Wordpress Adblock Detecting Plugin | CHP Adblock