TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Un’intesa da buttare alle ortiche!

ortica_foglie200Con un ritardo dovuto a problemi tecnici pubblichiamo la “Intesa tra Regione Lombardia, Enti locali del bacino aeroportuale Lombardo, Rappresentanti delle Associazioni di Categoria Taxi – Disciplina del Servizio Taxi nel Bacino Aeroportuale Lombardo” del 1 agosto 2013 con firma di accettazione della maggioranza degli Organismi Sindacali dei taxi lombardi. Da notare l’assoluta mancanza di un minimo di resistenza da parte delle Os.Ss sul NON adeguamento delle tariffe per l’anno in corso dopo la perdita di potere d’acquisto degli ultimi anni dovuta allo sciagurato accordo che ben conosciamo sui parametri di qualità, accordo che un sindacalista serio dovrebbe considerare assolutamente da ridiscutere SUBITO visto che negli ultimi anni ci ha fatto perdere ingiustamente almeno il 10% in termini di recupero sui costi di gestione e inflazione, al quasi cedimento sulla sbarra a Linate e conseguente futura rivalutazione dei costi per la sbarra di Malpensa e una specie di 007 che controllerà i percorsi dei taxi emettendo una valutazione, che sia soggettiva, oggettiva o professionale questo nessuno lo sa!

Per comodità riporto l’ottimo articolo di Leonardo sul suo taxistory.net e vi invito a scaricare l’accordo in formato pdf da questo link. A settembre chiederemo a chi ha firmato lumi su come potremo continuare a sbarcare il lunario stante la crisi e delle tariffe ormai superate da anni! Forse ci vogliono mettere in ginocchio? E perché? Staremo a vedere.

  • -Particolarmente emblematica sarà l’introduzione di un “grande fratello” che sotto le vesti di “cliente misterioso” si occuperà di valutare tramite un software apposito (navigatori azionati dal cliente misterioso) l’idoneità del percorso intrapreso dal tassista in relazione alla destinazione richiesta. I dati raccolti da questi clienti-spia (scusate ma mi sembra il termine più idoneo) entreranno a far  parte del quarto parametro di efficienza che concorrerà, sommato agli altri tre, al perfezionamento degli adeguamenti tariffari.   La valutazione sarà data sulla base dei percorsi più “efficienti”. Scostamenti superiori al 15 % sui percorsi  presunti efficienti, determineranno una valutazione negativa in termini di qualità. Sarà lecito interrogarsi se preferire una strada più lunga ma libera, oppure quella più breve ma bloccata per incidente, visto e considerato che non si conosce il livello di intelligenza del software/navigatore che sottoporrà ad esame l’ignaro  tassista. Il documento di intesa, per quanto concerne il congelamento e/o posticipo degli adeguamenti tariffari, specifica dettagliatamente tutti meccanismi di calcolo nell’ “ALLEGATO A”
  • -L’innalzamento della percentuale ISTAT riconosciuta in automatico sale dal 60 al 80% (i parametri di qualità varranno la metà rispetto ad oggi =0,5 ognuno)
  • -Sono modificati i parametri di raggiungimento obbiettivo per i prossimi anni
  • -Previsto adeguamento delle tariffe nel luglio 2014 e luglio 2016 (con recupero degli adeguamenti 2013 e 2015 non applicati)
  • -Tariffe per Malpensa rimarranno ferme fino a dicembre 2015
  • -Da settembre verrà emesso il bando per le auto ecologiche, comprese GPL e metano a copertura degli acquisti già effettuati dal primo gennaio 2012
  • -L’impegno di Regione Lombardia (più volte manifesto in passato) ad istituire e a rendere operativo il nuovo regolamento unico di bacino entro la fine dell’anno.
  • -Si aggiunge il progetto sicurezza per l’aeroporto di Linate con il sistema di ingresso controllato RFID (con trasponder, analogo al sistema di Malpensa) con l’addebito di 1 euro per ogni accesso.

Quasi tutte firmatarie le sigle sindacali milanesi, firme assenti invece per quelle bergamasche e varesine. Grandi assenti i rappresentanti dei comuni del bacino.


22 thoughts on “Un’intesa da buttare alle ortiche!

  1. RFID da pagare anche a Linate e tariffe che rimangono invariate…..ma stiamo scherzando……aumentano le uscite e diminuiscono le entrate…..quando suonerà la sveglia in questa categoria?

  2. Se non viene modificata questa pagliacciata stracciate le tessere di chi l’ha firmata. Ma non ditelo come succede da anni, fatelo!!!

  3. Il bello è che ora i Pagliacci sono al mare a godersi i soldi delle nostre tessere.

  4. C’è un problema enorme che mi riservo di illustrare in un post apposito a ferragosto o giù di lì quando avrete così caldo e sarete tanto annoiati da riuscire persino a leggere e provare a pensare, che potremmo definire così: l’auto percezione del colonizzato in un regime coloniale. Come si raffigura il tassista? Che immagine ha di se stesso? Come ha fatto a introiettare, ossia, a fare propria come vera l’immagine che il suo nemico giurato, il liberalizzatore, ha appositamente costruito su di lui? Come fa a fare pubblicità a Monti sei mesi dopo che quello lo voleva far fuori? Come fa a fregarsene dell’aumento delle tariffe? Come fa ad avere QUESTI RAPPRESENTANTI? Per intanto continuiamo a godere facendoci frustare.

  5. Protesta SPONTANEA e TOTALE dalla BASE…..se aspettiamo le OO.SS. siamo Spacciati…….

  6. Nel Medioevo il clero si autoflagellava per rinforzare lo spirito e per abituarsi al dolore in previsione di tempi peggiori e col fine ultimo di guadagnarsi il regno dei cieli, forse anche il tassista…

  7. La sbarra a Linate è inutile, è solo un’ulteriore tassa sulla groppa dei tassisti. A settembre cominceremo a pettinare qualcuno e i nodi salteranno fuori tutti.

  8. Io Linate lo frequento poco(visti i tempi d’attesa) da poco a per niente, il passo e’ breve…

  9. Ma da quando x lavorare bisogna pagare il pizzo,per di più in nero,penso che chi ha proposto e chi lo ha accettato questo accordo debba al più presto cambiare medico e spacciatore

  10. amici l’euro di linate è la pagliuzza, guardate la trave: ci hanno fottuto un altro anno di adeguamento tariffe e così pure il 2015, hanno ridotto ma non cancellato il variabile ( dal 40 al 20%) noi spendiamo sempre più e le tariffe restano ferme, e siccome lavorate già quanto umanamente possibile, non vi resta che piangere o arrabbiarvi, o godere per le frustrate come vi piace di più

  11. Khoolaas mi spieghi perché hanno firmato solo i sindacati milanesi?dai tanto l assicurazione non aumenta fino al 2015 ….VERGOGNOSO!!

  12. Prendo atto che tutti voi desiderate glòi aumenti “alla romana”, cioé cinque / sei anni dopo, a seguito di giorni di sciopero, e la metà del dovuto, dato che “la botta intera è troppo”. Era talmente troppo, che a seguito dell’aumento si è registrato un calo vertiginoso delle corse (effetto “botta del 20%”), che ha fatto chiedere a molti Romani di abbassare le tariffe…
    Se qualcuno si picca di fare i conti (li farò, quando ne avrò il tempo, come commenti su cosa va e cosa va meno), se non è occupato a far polemica, si accorge della differenza di incassi fatti col vecchio sistema o col nuovo.
    Quanto all’adeguamento / non adeguamento, ricordo le felici polemiche sulla coglioneria di chi aveva fatto andare tutti all’ufficio autopubbliche per un aumento da miseria. Oggi che l’aumento è -mi sembra- inferiore, ovviamente bisognava andare ad aggiornare.
    Per cui…

    PS: non so i Bergamaschi, ma i Varesotti non hanno firmato perché non hanno aumentato la tariffa fissa di Malpensa. Fondamentalmente l’unica cosa che interessa.

  13. Caro K,
    sarà pure una pagliuzza, ma a casa mia sono almeno 100€uri di costo in più all’anno.
    Inoltre se facciamo poco poco 100€/anno x 3000 (e sono molto conservativo) SEA si mette in tasca 300.000 €uri/anno.
    Che dici, basteranno per darci dei cessi decenti?
    Sono limitato e non riesco a capire la “strategia” della giunta e compagni di merende circa la riduzione dei costi per i fantomatici visitatori dei Expo.
    Vorrei capire qual’è la logica.
    SEA e ATM aumentano a gogò i loro introiti e gli unici coglioni che restano al palo causa Expo sono i taxisti?
    Al palo da 2 anni e poi un’altra volta nel 2015????
    Di solito quando si va a trattare si parte chiedendo TUTTO poi si cede su qualcosa in cambio di qualcos’altro.
    Ora mi chiedo ma cosa sono andati a trattare? Cosa abbiamo ottenuto in cambio del congelamento dell’adeguamento?
    Già chiamare trattativa questa farsa mi viene da piangere, ma soprattutto CHI, COSA e QUANTO ci ha guadagnato?
    Qualcuno dei partecipanti alla farsa (pardon trattativa), ce l’ha la faccia di spiegarci qui e adesso se erano sotto effetto di stupefacenti o era solo un colpo di sole o cos’altro?
    E U… che fine ha fatto? E gli abusivi? E le colonnine?
    E infine mi domando: è questa la “politica” del “compagno” Pisapia a sostegno ed incentivazione all’economia e ai lavoratori milanesi?
    Czz..rola, Congratulations?

  14. Questi ci stanno rovinando bisogna strappare le tessere…….è devono ritornare in strada ha lavorRe

  15. Caro Milano 32, io non ero alla riunione, ma prima di valutare tutta l’intesa per vedere che piace e cosa no (appena ne avrò il tempo, come ho detto) ti rispondo velocemente per quello che vedo:
    Cosa si è ottenuto “in cambio” del differimento (differimento, lo ricordo, chiesto da molti che reputano aumentare le tariffe oggi un bell’aiuto, specie psicologico, per restare al palo, oltre che oggetto, come detto, di grasse risate per chi, se va ad aggiornare, lamenta fi essere andato per cifre irrisorie)?
    1. Un aumento dell’adeguamento stesso, che avrebbe dovuto essere inferiore. Infatti, ad esempio, il parametro POS non era stato raggiunto.: parecchi colleghi molto furbi non hanno dichiarato il POS al Comune di Milano, paventanto paure di chissà quali controlli (già, perché in anagrafe bancaria non risulta…). Questo, da solo, ripaga in modo abbondante degli interessi sul differimento.
    2. Un dimezzamento dell’impatto dei parametri legati alla qualità.
    3. Soglie più facili da raggiungere per gli stessi parametri.
    4. 1,2 milioni di Euro di bando acquisto veicoli ecologici. Con promessa di aumento dello stesso se non bastassero. L’assegnazione non è affatto scontata, in quanto esistono problemini finanziari e di rigore di bilancio che a chi come te legge i giornali e si informa, dovrebbero essere noti. Le spese degli enti locali, vanno tagliate. Qui i contributi sono di fatto aumentati. Taglieranno ad altri.
    5. Con riferimento alla “sbarra della SEA”, cosa c’è scritto?
    C’è scritto che per il RIFID, l’importo rimane congelato per MXP, ove SEA deve ammortare il costo dell’impainto e che poi andrà revisionato (ma non certo al rialzo, secondo me; va tolto l’ammortamento e calcolato il costo di mantenimento; così c’era scritto nell’accordo di attivazione, mi pare).
    Per Linate c’è scritto che la Regione si siederà a valutare il progetto. Non c’è scritto che il progetto è avallato.
    Il progetto, secondo me, continua ad andare respinto, in quanto la sbarra a Linate era legata allo spostamento post tragedia del volo SAS. Ma SEA rispose dando documenti ENAC/ENAV per cui l’area del “polmone” era sicura. Quindi, il posteggio non andava spostato. Non è che ora che vuole spostarlo SEA per lucrare sull’area ove il “polmone” si trova, si ritira fuori il problema sicurezza. Esso non c’è più.
    A valutare questi aspetti, saranno non solo SEA e forse il Comune (che ad ogni buon conto ha già riso in faccia a SEA per l’amenità dei progetti presentati, mi risuta), ma anche Regione Lombardia. Regione Lombardia col MANIFESTO impegno a portare obiettivi di miglioramento a favore degli operatori.
    Questo ad una veloce scorsa del documento.
    Buon Ferragosto.

  16. L`unica cosa “manifesta”che vedo è l`assoluta incapacità delle OoSs nel gestire i rapporti con le istituzioni, l`accettazione passiva di ogni diktat non mostra le volontà e la forza necessarie per rappresentare una categoria di 5,000 + 1.000 lavoratori. Mio nonno li avrebbe mandati sulle ortiche ad espletare funzioni plebee.
    In autunno saremo costretti ad organizzare qualcosa di poco piacevole per lor signori, mi sembrava che la piazza si fosse già espressa più che chiaramente su quel pezzo di carta ormai straccia.

  17. BUON FERRAGOSTO AMICI E COLLEGHI CHI IN PIAZZA CHI AL MARE CHI IN MONTAGNA. NON SPENDETE TUTTI E SUBITO GLI INCREMENTI DELLE TARIFFE.
    Lucone devo confessarlo, mi è simpatico, perchè si è nominato avvocato difensore delle cause perse e la sua posizione, se non è anche lui un seguace di Masoch (leggi amico mio il mio post su venere in pelliccia) è scomoda su questo blog dove come noto urlano gli estremisti. Ma questa amico mio èla funzione della massa: volere tutto e subito mentre i mediatori, i cosiddetti rappresentanti, devono ottenere quel che si può, storia vecchia. Peccato che non ottengano nulla e le masse si incazzano perchè ricordano ad esempio che quando Monti voleva farle scomparire se la sono dovute cavare da sole e gli altri a correr dietro e dire state calmi. Ma veniamo alla sostanza.

    1) Bene dal 40% al 20% di variabile, qualche piccolo merito ce l’ho persino io come sprone se non altro, ma se io mi martello le fonti della mia virilità con un martello chiodato, non è che abbia riportato chissà quale vittoria se poi me li percuoto che so con un mestolo
    2) Simpatica l’affermazione: solo differito l’aumento etc. Ti prego di dirlo al benzinaio quando aumenta il gasolio: differisco solo di un anno la quota relativa all’aumento, e vediamo quanta benzina ti dà
    3) unica cosa buona: l’erogazione di fondi per l’acquisto di auto ecologiche. bene bravi, bis. Ma come può la Regione pretendere che cambi macchina se non mi aumenta le tariffe meno badate meno dell’inflazione e per di più vuole che tutte o quasi le auto siano ecologiche? Della serie siccome piove e c’è la siccità avete visto come sono stato bravo?
    Amici, colleghi, credetemi, come dice il buon Gregor stanco di farsi menare dall’amante, dall’amante dell’amante, e dalle tre nere: ” CHI ACCETTA DI ESSERE FRUSTATO MERITA DI ESSERE FRUSTATO”. O COME DICEVA PIRANDELLO: COSI’ E’ SE VI PARE.

  18. Marco, hai qualche interesse a dover dimostrare a priori che è niente? Accettazione passiva di ogni diktat? Bah…
    In autunno (su altre questioni) staimo già organizzando qualcosa di poco piacevole. Per chi non è capace di scrivere un’ordinanza (o non vuole essere capace).

    Khoolaas… Ricambio la simpatia.
    Non mi sono nominato difensore delle cause perse (non sono Rhett Butler) ma vorrei evitare che la nostra diventi una causa persa. E non lanciarmi alla cieca urlando BANZAI. Mi limito a dire, come tutti, quel che penso. Tento di argomentare, non avendo da scrivere “fan*ulo tutti” o giù di lì.

    Le Masse a Gennaio 1992 NON se la sono cavata da soli, tutto l’opposto. Stavano, anzi, per mandare in vacca tutto. Ben guidate e ben spronate dai soliti due tre noti, quelli che alla sera avevano detto (ai Funzionari Ministeriali) una certa cosa, poi, poche ore dopo, hanno fatto mandare sui frontalini delle loro radio il messaggio di fermarsi e fare casino (chi ha una certa radio, non la mia, a Milano / Roma se lo ricorderà bene). Cos’era successo? Niente, non dovevano essere altri ad ottenere risultati, non è per alcuni accettabile la ragione come metodo. Ci ha salvato il Prefetto Lombardi, che si è RIFIUTATO di prendere subito i provvedimenti che un Governo un po’ incazzato perché gli si dice una cosa e se ne fa un’altra, aveva richiesto (la stessa cosa è successa altrove). Io ero lì, in Prefettura, quando è successo, non in strada a sobillare colleghi in ottima fede per fini propri. Ma tant’è. Non ci entro più, perché si crede a quel che si vuole credere. E’ più comodo, più facile e, soprattutto, più gratificante.
    La piazza, è utile. Senza la piazza non si ha forza. Ma ci si deve far ricorso con raziocinio, altrimenti diviene inefficace se non dannosa, è l’effetto Wanna Marchi: “perché urlano?” “chissene, tanto urlano sempre”.
    Meglio parlare dell’oggi e del domani.

    1) per ottenere di avere un aggiornamento annuale automatico (sancire un principio) e non fare la fine di Roma (che, guarda caso, ha adottato la stessa linea) qualcosa bisogna dare. L’impegno a migliorare il servizio, per esempio, è uno. Poi, alle revisoni degli accordi, si migliora e si porta a casa qualcos’altro.
    2) Ti prego di ricordare di quanto sarebbe dovuto essere l’aumento di quest’anno e di quanto è diventato. C’è una netta differenza (del 40% circa, da circa +0,6% a circa +1%). COSI’, sebbene posticipato si prende di più. Ripeto, copre e straborda il fatto di prendere posticipato un anno su due. Ripeto, per chi fosse duro di orecchi, però non troppo, che se lo sente il benzinaio aumenta subito il gasolio: SI PRENDE DI PIU’. Perché si è riusciti a rimediare alla genialità di quelli che non rispondono se li si chiama a dimostrare che sanno l’Inglese (e lo sanno, o hanno il titolo, ma non si degnano di rispondere al Comune) e a quei premi Nobel che NON dicono al Comune di avere il POS perché se no il fisco chissà cosa fa (fisco che lo sa benissimo, dato che c’è l’anagrafe bancaria, cosa che peraltro sanno).
    3) Qualcuno qui sa cosa è il patto di stabilità, cosa è il Bilancio Regionale e cosa è il bilancio della Sanità Regionale e cosa succede alla Lombardia (che ha il Governo di colore opposto a Roma) se sta sotto? Qualcuno sa che ci devono essere dei tagli? E cosa si dovrebbe tagliare, ciò che è essenziale o ciò che è complementare e integrativo (regole di base della politica)? Non è che con la siccità piove e grazie a Manitù. C’è la siccità, non piove e non può piovere e il rischio era che ci deviassero anche il fiume in via permanente, lasciandoci in secca.

    In altri termini, fornisco un quadro di quel che potrebbe essere un’alternativa facile facile, per un politico: basta obbligare tutto il TPL su gomma ad utilizzare elettrico o ibrido (ibrido elettrico o ibrido gas). Tutti obbligati, niente contributi, pagamenti ca**i tuoi, 1,2 milioni di Euro disponibili per taglio di bilancio. Modello California: se inquini non giri. Super complimenti ed osanna ambientali e mediche perché eliminerebbe anche quella frsa tumoral-puzzesca che è il “gasolio a basso impatto”, sostituendolo col metano (a Brescia vanno a metano da un bel po’ di anni). In questo contesto, se i tassisti protestano, il politco guadagna voti, perché sono brutti e cattivi. E puzzoni, perché -si direbbe- vogliono inquinare coi puzzolenti Diesel. Paladino dei polmoni con medaglia.

    A tutto questo, tra qualche giorno, sarei orientato a far seguire un due tre conti della serva sull’impatto sul nostro incasso dell’intesa che sarebbe “da buttare nel cesso”. Sempre che qualcuno sia interessato a due tre numeri. Altrimenti mi riesce più piacevole trovarmi in simpatia con Khoolaas e Marco, magari davanti a un gelatino, e parlarne. Perché, per l’appunto, ci si vuole bene e si ha feeling anche quando si hanno idee differenti. Un abbraccio a tutti.

  19. Lucone le parole sono belle, ma i fatti sono lì a dire che si è portato a casa nè più nè meno quello che ha proposto la Regione e cioè niente adeguamento e una vaga promessa di ridiscuterlo l`anno prossimo, a fronte di un aumento dei costi a due cifre. Così sono buoni tutti di sedersi ai tavoli delle trattative, così si va a chinare il capo senza porsi come delegati (pagati, non dimentichiamo) di una categoria che è già quasi allo stremo. L`ordinanza a cui alludi è l`ultima delle dimostrazioni (se mai ce ne fosse stat o bisogno) che siamo rappresentati da uomini in parte stanchi, in parte incapaci, in parte impossibilitati a proporre idee costruttive per colpa dei primi. Sono deluso e amareggiato, da parte mia la fiducia in loro è crollata sotto i tacchi.

  20. Bene, a parte il fatto che non so se le cosiddette organizzazioni sindacali abbiano o meno difeso i tassisti nel 1992, ma sicuramente No nel 2012, episodi a parte: RINCORSO SI, STATE CALME SI, RICEVUTE DAL SOTTO SOTTO SCOPINO A ROMA SI, SI PUO’ CAMBIARE TUTTO TANTO NESSUNO SI RICORDA NIENTE, MA SE CI RIPROVANO SI RICORDANO TUTTI TUTTO IMMEDIATAMENTE, PERCHE’ IO NON MI FACCIO RAPPRESENTARE DA CHI HA TUTTO DA GUADAGNARE SE MI EMETTONO ALTRE MILLE LICENZE O SE PUò FARE IL SUO BEL CONSORZIETTO MENTRE IO MUOIO DI FAME A CASA MIA SI CHIAMA CONFLITTO DI INTERESSI PERMANENTE . Tutto ciò premesso, le argomentazioni di merito dell’amico Lucone meritano un post a parte di analisi dell’intesa che farò forse abreve per la gioia dei soliti 4 gatti che hanno la bontà di interessarsi al loro destino, ma anche questa ahimè è storia vecchia: gli esseri umani si sa sono mossi dal principio del piacere e fosse per loro non farebbero niente tuttto il giorno tranne starsene a letto a fare le solite cose.

Comments are closed.

×

Powered by WhatsApp Chat

× Contatto Whatsapp con Taxistory
Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro
Ads Blocker Detected!!!

Il sistema ha rilevato un AdBlocker.

Consulta questa pagina per disattivarlo.

Ricarica la pagina