TAXISTORY

Il Blog dei Tassisti

Incontro Sea-Taxi su posteggio Linate

verbale_sea_taxi“SEA accoglie la richiesta di non spostare il polmone di attesa taxi da dove si trova e intende procedere col progetto di automazione al sistema  di carico di Linate, prevedendo un periodo di sperimentazione e rimandando ulteriori decisioni dopo il termine della sperimentazione,non escludendo il pagamento di un ticket a carico dei tassisti….”

Scarica il pdf  del verbale del 13/02/2013

4 thoughts on “Incontro Sea-Taxi su posteggio Linate

  1. senza un incontro sindacale la sea non può andare da nessuna parte.
    basta smettere di caricare a linate fino a quando non interrompono il progetto.
    secondo me un giorno di astensione dal carico, basta e avanza.
    e in questo caso non ci sarebbe nemmeno da preoccuparsi dell’utenza in quanto informata del progetto di far pagare un costo che alla fine ricadrebbe forzatamente su di loro.

  2. E noi applicheremo il supplemento sul costo della corsa (per qualunque destinazione). Basta gabelle sulle nostre spalle. La Sea non ingrassa con i nostri soldi. Se non capiscono si procede come dice Gianni

  3. quando in” categoria unita” manda una lettera fotocopia per la disdetta di un incontro con SEA,quando si và senza avvisare nessuno ad un incontro con la Commissione comunale trasporti e mobilità il 12/12/2012 e non viene comunicato nulla alla categoria,quando invece se c’è uno sciopero si convocano tutti i sindacati,quando non si denunciano queste cose si è complici,quando l’Enav affida alla Sea la gestione di un aereoporto ,Linate,e Malpensa è meglio avere buoni rapporti e non disertare un incontro senza valide motivazioni,ma presentarsi e dire la propria opininione tanto più che sul territorio aeroportuale in primis comanda Enav,in secondo comanda Sea condivisa dal Comune di Milano,azionista,e da ultimi i tassisti che non comandano un bel nulla se non condiviso e concordato coi soggetti precedenti.I tempi Faccioliani li abbiamo già ampiamente pagati,e sarebbe meglio cominciare a ragionare con democrazia condivisa con la base e non nelle salette riservate ,atte solo a fregare i propri rappresentati.

  4. Ma Enav non era quella dei finanziamenti illeciti all’Udc di Casini? Con che coraggio gli appaltano la gestione dei servizi dell’aeroporto di Linate?

Comments are closed.