Il Canterino

canterinoTutte le volte accade sempre la stessa storia: capita qualcosa di strano ai tassametri milanesi? Zot! Ecco che puntualmente vengono informati i giornali (sarebbe meglio dire “quel giornale”) e finiamo sbattuti in prima pagina (per fortuna solo quella locale) con tanto di commentino più o meno piccato. Mi piacerebbe sapere chi è quell’ugola d’oro che appena succede qualcosa di interessante (sai che notizia il datario dei tassametri errato, è come la notizia del Corriere di Paperopoli che dice che è morta la vacca del fattore Orazio) si premura di alzare la cornetta chiamando il giornalista “amico” per informarlo del fattaccio.

Soprattutto una domanda mi sorge spontanea ed erutta prepotentemente: COSA CI GUADAGNA?

Informazioni su Marco Taxistory

Tassista, figlio di tassista, padre di tassista. Dal 1970 la tradizione si rinnova.
Questa voce è stata pubblicata in Diciamo la nostra e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

8 Responses to Il Canterino

  1. ZioTaxi scrive:

    Marco hai sbagliato titolo, era meglio: E’ MORTA LA VACCA

  2. Salvatore scrive:

    Succede anche a Napoli. Credo che ci siano manovre più o meno occulte tese a distruggere per sempre il servizio TAXI in Italia, creando alternative più remunerative per i politici

  3. Leonardo scrive:

    Marco, forse sarebbe più lecito chiedere “COSA CI HA GIA’ GUADAGNATO”?

  4. Lucone scrive:

    Beh, ogni volta che vedo qualcosa del genere, la domanda che mi pongo è sempre la stessa: “cui prodest”? A chi giova? Elementare la risposta, no?

    Per non accusare nessuno ingiustamente, ricordo che da quando esiste il giornalismo i cronisti di “nera” hanno i loro “uccellini” all’interno delle forze di polizia. Non vado oltre, perché aevte capito benissimo che chi si occupa di taxi, se è un bravo giornalista avrà il suo uccellino…

  5. Alessandra scrive:

    Ciao Marco,
    se la domanda è lecita…. E’ possibile capire qual è il giornale in questione? e il giornalista, se è sempre lo stesso…
    non è solo curiosità
    grazie per tutte le info utili…
    Ale:)

  6. Marco scrive:

    Il solito giornale di Milano. Se leggi l’articolo precedente “Guasto sui taxi. E la tariffa diventa festiva” troverai la risposta.

  7. Alessandra scrive:

    Grazie Marco,
    trovato!!!!
    beh il personaggio non gode di buona fama… Diciamo che è un po’ lo “sfigatello” della banda (oltre alla faccia)… a me fa un po’ “tenerezza/pena” perchè penso che la frustazione sia un male che ti consuma dentro… ed il tipo, secondo me, è mooooolto frustrato; quale giornalista lo sarebbe se invece di occuparsi delle notizie principali è destinato ad occuparsi di sapere se i tassisti milanesi il lunedì mattina son partiti col piede giusto o meno? (per non parlare degli altri suoi articoli)
    Ma la cosa che mi intristisce insieme a questa è il pensiero che insieme a lui ci sia un’altra persona (e anche qualche sospetto) che da buon informatore/trice, in realtà non sia per niente soddisfatta della sua vita… forse perchè voleva fare il/la giornalista? o entrare in politica?
    e, sempre secondo mio modesto parere, passa le informazioni GRATIS!!! perchè per l’adrenalina non c’è prezzo :DDD
    mah chi lo sa….

  8. mimmo scrive:

    strano che l’articolo non era in primissima pagina

I commenti sono chiusi.