False promesse, Uber dovrà risarcire i suoi autisti

nocomics wired Le promesse si mantengono. Altrimenti, si paga. La pensa così anche la US Federal Trade Commission, che ha imposto a Uber di pagare una tassa di 20 milioni di dollari a titolo di risarcimento per le prospettive di introito decisamente esagerate promesse ai propri driver. Il gigante della sharing economy prometteva infatti cifre da capogiro ai propri autisti: i redditi prospettati raggiungevano i  90mila dollari per i conducenti UberX di New York e 74mila per quelli di San Francisco. Stando alle stime della FTC, meno del  10% dei driver riesce a guadagnare queste cifre.  Ci sono stati molti conducenti che, stregati da queste cifre, si sono accollati un debito per effettuare un leasing su un nuovo veicolo, acquistato proprio tramite il programma Uber Solution. Ai nuovi driver era stato assicurato che la rata settimanale per l’acquisto dell’auto non sarebbe mai salita sopra ai 113 dollari, ma nel periodo compreso tra aprile 2013 e aprile 2015 non è mai scesa sotto i 200.

Continua a leggere

Pubblicato in Notizie dal Mondo | Contrassegnato , , , | 6 commenti

Milano City Marathon 2 aprile 2017

Il Gruppo Sportivo Tassisti Milanesi è lieto di annunciare che il 2 aprile 2017 a Milano si svolgerà la City Marathon di 42 km, abbiamo già preso contatti con lo staff per organizzare il Campionato Italiano Tassisti. Ricordiamo inoltre che è possibile organizzare delle staffette da 4 persone per affrontare i 42 km, anche per questa categoria ci sarà una classifica dedicata. È inutile sottolineare che prima riceviamo adesioni e migliore sarà il risultato.

Grazie, se potete, divulgate a tutti i colleghi italiani. Per info 3397497671 Marco

Pubblicato in Diciamo la nostra | Contrassegnato | Lascia un commento

Uber e Airbus vogliono le auto elettriche volanti, ma per molti anni saranno fantascienza

it.ibtimes.com Le auto elettriche volanti sono una di quelle cose a cavallo tra tecnologia, fantascienza e leggenda. Un esempio in tal senso è la Terrafugia TF-X, auto elettrica volante con 4 posti e 800 km di autonomia. Si tratta di una vettura con ali che si dispiegano automaticamente, un motore elettrico da 300 cavalli ed un pacco batteria integrato che assicura 800 km di autonomia ed un sistema di ricarica in grado di ricaricare le batterie in volo o mediante colonnine di ricarica dedicate.  Continua a leggere

Pubblicato in Curiosità | Contrassegnato | 7 commenti

Taxi: vietato al sostituto l’albo imprese artigiane

italiaoggi.it No alla possibilità di iscrivere all’albo delle imprese artigiane il sostituto alla guida del taxi, con contestuale sospensione del soggetto titolare della licenza, nei casi in cui il rapporto tra il titolare della licenza del servizio taxi ed il sostituto sia regolato da un contratto di gestione. La sostituzione alla guida, qualsiasi sia la forma contrattuale scelta dall’imprenditore artigiano per regolare il rapporto, dovrebbe intendersi svolta per conto del titolare della licenza, il quale mantiene la titolarità dell’impresa che conduce. (scarica il documento originale) Continua a leggere

Pubblicato in Fisco e amministrazione | Contrassegnato , | 2 commenti

A Mestre arriva Mvmant, la app anti-Uber promossa dai tassisti

venetoeconomia.it È un taxi “on demand” che si prenota tramite app, ed è anche condiviso. Ma, a differenza di servizi simili profondamente osteggiati dai tassisti, Mvmant è promosso dagli stessi autisti di taxi, la cooperativa artigiana Radiotaxi Venezia Mestre. Il progetto è stato lanciato oggi 16 gennaio a Mestre, per la prima sperimentazione in assoluto. A ideare l’applicazione è Edisonweb, una società di Catania che ha trovato nella coop dei tassisti veneziani una sponda pronta a mettere in atto l’idea. Idea che presto esordirà niente meno che a Dubai, dove la app stata scelta fra le 19 finanziate nell’ambito del Dubai Future Accelerator, un programma di innovazione tecnologica che mette a disposizione oltre 33,5 milioni di euro.  Continua a leggere

Pubblicato in Notizie dall'Italia | Contrassegnato | 1 commento

Uber: con 18% Iva in Russia conducenti smettono di lavorare

ansa.it Dopo l’entrata in vigore dell’Iva al 18% per le internet company straniere che operano in Russia, alcuni conducenti di Uber hanno deciso di smettere di lavorare. Stando a quanto riportato nei giorni scorsi da Bloomberg, la californiana Uber avrebbe chiesto ai suoi guidatori russi di anticipare il pagamento dell’imposta, che poi avrebbe provveduto a rimborsare, ma tra i lavoratori, finora obbligati a pagare solo una tassa unificata annuale collegata al fatturato, qualcuno avrebbe scelto di interrompere l’attività. Approvata nel luglio 2016, la legge russa entrata in vigore a gennaio introduce l’Iva al 18% per l’erogazione di prodotti e servizi elettronici da parte delle compagnie hi-tech internazionali. L’imposta riguarda società quali Apple, Google, Microsoft e Netflix.  Continua a leggere

Pubblicato in Notizie dal Mondo | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Uber: con 18% Iva in Russia conducenti smettono di lavorare

TAR del Lazio: Sì a intestazione delle autovetture taxi alle cooperative di produzione e lavoro

assodemoscoop.it L’art. 7 della legge n. 21/92 – scrive il TAR – disciplina le modalità di svolgimento del servizio in modo tale da consentire al titolare di licenza taxi di scegliere di associarsi ad una cooperativa di produzione e lavoro o, in alternativa, ad una cooperativa di servizi.  Continua a leggere

Pubblicato in Fisco e amministrazione | Contrassegnato , | 2 commenti