Se blindano il testo ci fermiamo

groupIl «parlamentino» di tutte le sigle sindacali si è riunito nel capoluogo toscano per decidere come comportarsi se il decreto «SalvaItalia» che li riguarda verrà approvato senza modifiche. Soprattutto se, come è possibile, il governo Monti vorrà chiedere la fiducia, «blindando» il testo alle modifiche che invece i gruppi parlamentari, negli incontri con i tassisti, si erano detti disponibili a introdurre. Un clima denso di attesa. E di tensione. Le richieste che sono arrivate dall’incontro all’Hotel Mirage di via Baracca, ieri, restano quelle avanzate negli scorsi giorni, dopo le varie assemblee e lo sciopero nazionale: stabilire il ruolo e la competenza dell’Authority che il governo vuole verifichi numero licenze e costi delle tariffe, restituire la competenza ai Comuni sul rilascio delle licenze.

E soprattutto impedire la deroga sui principi di territorialità (una licenza può operare in un solo comune) e no al cumulo delle licenze stesse. Principi però contenuti tutti nel decreto del Governo. Per questo non ci vuole la fiducia. Il solo a parlare al termine del Parlamentino è Nicola di Giacobbe di Unica-Cgil: "siamo uniti e ci siamo ritrovati in un momento così difficile e siamo preoccupati per l’iter del decreto. Auspichiamo che si possano discutere gli emendamenti sia in commissione che in aula e siamo e siamo fortemente preoccupati nel caso in cui il governo decidesse di mettere la fiducia. Sarebbe una strada pericolosa – conclude – che lascerebbe poco spazio alla trattativa".

E senza trattativa ci sarebbero solo proteste.

fonte: uritaxi.it 2/02/2012

151

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Se blindano il testo ci fermiamo

  1. fasogima scrive:

    ATTENZIONE SUL SITO URI TAXI I TONI SONO SEMPRE
    “AGGRESSIVI” CON FINALITÀ STIMOLANTI, QUINDI SPERIAMO SINCERAMENTE CHE NON SI VADA ALVOTO ANCHE SE DA FONTI POLITICHE CI SARA UN DIBATTIMENTO IN AULA, QUESTO DOPO L,EMENDAMENTO PRESENTATO , QUINDI UNA SECONDA EVENTUALMENTE DECISIVA POSSIBILTA CREDO CHE FERMARCI ORA SAREBBE COME SUICIDARSI DOBBIAMO ASPETTARE L,ITER POLITICO LA DOBBIAMO VINCERE DOBBIAMO STRAVINCERE PERCHÉ COME DICE BITTARELLI
    ABBIAMO RAGIONI DA VENDERE
    ABBIAMO RAGIONI DA VENDERE

    ————————————————–

    nota del moderatore: il TUTTO MAIUSCOLO è brutto da vedere ed equivale al tono di voce di uno che urla, quindi prego tutti di utilizzare i caratteri normali. Grazie.

  2. khoolaas scrive:

    A oltranza

  3. Pasquino scrive:

    Se blindano il testo, a oltranza. Almeno finché REgione Lombardia non fa ricorso per incostituzionalità. ALMENO!

  4. Gianni4390 Taxi Firenze scrive:

    Mi sento tanto un minatore…vero khoolaas ;-) speriamo che il destino non sia il medesimo..

  5. Gil27 scrive:

    Ma quali sono i tempi per l’eventuale ricorso della regione?

  6. majin scrive:

    Speriamo anche di non fare la fine dei controllori di volo ai tempi di Reagan : tutti sostituiti e mandati a casa

  7. alexdiver scrive:

    Fermi ************** ********* *********** *********** ******** ******* *********** ********* ********* ? Tiriamo fuori le palle, che le abbiamo ! Non facciamo i pusillanimi od illusi che qualcuno sistemi la situazione per noi. E’ la nostra partita e non possiamo rimanere davanti alla televisione a fare il tifo, dobbiamo scendere in campo e giocare !!!

  8. ioTassista_noPecora scrive:

    a oltranza.

    PS: vogliamo comprendere che quello sopra di me è un troll? Stavolta insinua che potremmo esser “silurati” dalla ns professione x togliere la voglia di lottare ai meno attenti di noi.. e tutte le altre volte altre assurdità del genere

  9. ioTassista_noPecora scrive:


    majin:

    Speriamo anche di non fare la fine dei controllori di volo ai tempi di Reagan : tutti sostituiti e mandati a casa

    troll, dimmi come fai a dimostrare che, personalmente, mi sono fermato, che so…3 mesi. Aspetto

  10. ioTassista_noPecora scrive:

    i controllori di volo, i minatori, “timbrano un cartellino” e se si allontanano dal luogo di lavoro ci si accorge. il tassista va dov’è convocato, firma, accende il radiotaxi e dopo1pò spegne il tassametro (è occupato) mentre se ne ritorna a casa, e così via…per non dire se ha continui mal di schiena alternati a continue scialtalgie

  11. lumachino scrive:


    ioTassista_noPecora:

    i controllori di volo, i minatori, “timbrano un cartellino” e se si allontanano dal luogo di lavoro ci si accorge. il tassista va dov’è convocato, firma, accende il radiotaxi e dopo1pò spegne il tassametro (è occupato) mentre se ne ritorna a casa, e così via…per non dire se ha continui mal di schiena alternati a continue scialtalgie

    Come la metti con i corrispettivi? Se hai lavorato non possono essere a zero.

  12. ioTassista_noPecora scrive:

    certo

  13. ioTassista_noPecora scrive:

    i corrispettivi, questi sono il documento ufficiale, in tutte le sedi. qui è dove NOI scriviamo, nessun altro, se abbiamo lavorato, se eravamo ammalati o in ferie, nient’ altro.

I commenti sono chiusi.